Skip to main content

Home / Sentieri di cresta, alte vie

Ultimo aggiornamento: 28/11/2011

SENTIERI DI CRESTA, ALTE VIE

Itinerari d'alta quota lungo i crinali delle montagne

Cresta nord ovest Gavardina e Carè Alto

Per Sentieri di Cresta   o  Alte vie di Cresta si  fa espresso riferimento a dei percorsi generalmente in alta quota che, come dice il nome, corrono in prossimità delle dorsali delle montagne. Sovente sono attrezzati, hanno una percorrenza con un marcato  dislivello iniziale (per portarsi in quota), ma in seguito conoscono un profilo altimetrico  fatto di saliscendi, a volte assai impervii,  a volte più dolci. Sono insomma quegli itinerari che prevedono il superamento di molti passi o forcelle o  selle, alternando ad esse  il raggiungimento di qualche cima.  Generalmente  sono “vie di fuga” dalle grandi folle, i rifugi sono pochi o a grandi distanze l’uno dall’altro.

Quasi tutti corrono a quote superiori ai 2000 metri e quindi sono sopra il limite della vegetazione: talvolta sono sentieri tra alti pascoli, tal’altra il tracciato  si snoda

Cresta Viezzena Latemar e Catinaccio

faticosamente tra grandi ammassamenti di  sassi, a volte oltrepassano lunghi ghiaioni,  in altre sono intagliati in pareti strapiombanti e da lontano sembra impossibile scorgerne un passaggio. Tutti sono entusiasmanti per il continuo cangiare di panorami, cieli, atmosfere, venti e brezze, colori e profumi, erbe  arbusti fiori e minerali, insetti, animali, sorgenti  cascate  ruscelli e laghi. 

Spesso i sentieri sono ben marcati e visibili, a volte  però solo l’occhio esperto distingue  una traccia  di animali da un sentiero poco transitato.

Queste “alte vie di Cresta” sono caratterizzate da tempi di percorrenza abbastanza lunghi o molto lunghi, a volte si preferiscono quelle che danno  la possibilità di portarsi in quota attraverso impianti di risalita, strade forestali percorribili o  le strade dei passi alpini.

Tutti i percorsi  conoscono la presenza di una malga, attiva o  talvolta ,purtroppo, abbandonata, di un baito dei pastori o di cacciatori, di steccati  e recinzione di confini, specialmente in Alto Adige, la presenza dell’uomo  insomma nel corso dei secoli passati è stata una costante, di qui i sentieri.  Ai tempi odierni la montagna ha avuto una tendenza contrapposta: le mete più celebrate sono frequentate oltre ogni misura, spesso favorite dalla presenza di  impianti di risalita o da ambientalmente poco sostenibili  servizi di trasporto con fuoristrada, i posti più reconditi conoscono un progressivo abbandono, almeno sopra la linea della vegetazione, in primo luogo le malghe, ma anche i sentieri, la loro manutenzione, la segnaletica, spesso carente.

 Di seguito si propongono diversi  itinerari sparsi nelle montagne del Trentino Alto Adige la cui percorrenza presuppone una buona pratica di montagna, conoscenza dei propri limiti, dotazione di equipaggiamenti e attrezzature per ogni evenienza e mutamento atmosferico, possesso di adeguata cartografia, acquisizione di informazioni recenti sulla percorribilità dei sentieri.

Quello che non dovrebbe mancare  è soprattutto il rispetto e il senso di misura,  ovunque.

E’ un rinomato molto panoramico percorso attrezzato di cresta, abbastanza impegnativo, che dal Passo delle Selle si snoda verso est lungo le cime della Catena di Costabella: Lastei Piccolo, Lastei Grande, Cima della Campagnaccia, Cima e Sasso di Costabella.

Leggi...

L'Alta via   Bruno Federspiel è un percorso attrezzato di cresta che dal Passo delle Selle si snoda verso ovest  lungo le cime della Catena dei Monzoni sino alla Forcella La Costella.   Partendo da ovest in un altalenarsi di accentuati saliscendi si superano le cime Malinverno, Ricoletta, Rizzoni, Punta Allochet.

Leggi...

Tracciato da Reinhold Messner in memoria del fratello Guenther  caduto in Himalaya. Affascinante e suggestivo itinerario di cresta che regala vedute bellissime sul Gruppo Odle Puez e sul Sass de Putia o Peiterkofel.

Leggi...

 

Lungo affascinante impegnativo itinerario  sulla Catena delle Cime di Fanis tra le Tofane e le cime orientali delle Dolomiti di Fanes.   Un tratto del percorso presuppone il superamento di una ferrata di bassa difficoltà nel suo genere. Punto di partenza ed arrivo il Passo Falzarego.

Leggi...

Bellissimo percorso di cresta su una montagna isolata che offre incantevoli panorami sull’imponente Gruppo dello Stelvio  e sulle Alpi Venoste di Ponente, Gruppo del Sesvenna.

Leggi...

E’ un percorso di cresta  che si sviluppa da ovest verso est con punto di partenza il Rifugio Buffaure.  L’itinerario corre su di un crinale che divide la Val Giumela  dalla Val San Nicolò  e si distende in senso occidente oriente parallelo alla più meridionale Catena di Costabella. Il cammino prevede il superamento di una dorsale erbosa sino al Sass de Porcel dove l’itinerario si ramifica per aggirare da nord o da sud il Sasso di Rocca.

Leggi...

Siamo in alta val di Fiemme  sulla via spartiacque  tra La Val di Fassa e la Val Travignolo a nord dell’abitato di Bellamonte sulla strada che  congiunge Predazzo ai Passi Rolle e Valles.  L’itinerario si svolge  tra alti pascoli e un tratto iniziale tra le abetaie e i lariceti della Foresta di Paneveggio.Si percorre la linea di cresta che separa il Passo Lusia a nord est   dalla Malga delle Vache a sud-ovest 

Leggi...

Suggestivo, solitario, difficile, lungo itinerario nella propaggini occidentali delle Alpi Venoste di Levante. Molto indicato per i cacciatori di ...laghi  e di emozioni su altipiani d’alta quota

Leggi...

Grandioso itinerario, da spezzare in almeno 2 giornate,in Vallelunga o Langtauferer Tal, che parte da Curon Venosta  e arriva al Rifugio Pio XI° alla Palla Bianca. Ad una quota variabile tra  i 2200 e i 2700 metri  un bellissimo sentiero  percorre tutto il versante sud della cresta di confine denominata Catena di Punta della Gallina.

Leggi...

L’Alta Via di Cresta  del Corno di Pichea e del Tofino  fa parte del Sentiero della Pace, ramo occidentale che collega il Passo del Tonale al Lago di Garda.  Si tratta di una via che  presenta difficoltà di tipo EE (escursionisti esperti) e si svolge con un saliscendi, abbastanza dispendioso in fatto di energie, lungo ampi pascoli ed affilate creste  per lo più prative.

Leggi...

Lunghissimo itinerario  lungo la Val Pinalto e sulla costiera che delimita a nord la Val Venosta nel tratto tra  Laces e Silandro.  La Zerminiger Spitze si trova alla estremità sud-occidentale di una lunga costiera che separa la Val Pinalto dalla Val di Mastaun

Leggi...

Varietà di paesaggi  e di scenari caratterizzano questo itinerario che è particolarmente vocato  per i “collezionisti di laghi Alpini”.  Siamo sulla dorsale che fa da spartiacque tra la Val d’Ultimo e la val Venosta, ad est  della Orecchia di Lepre

Leggi...

Varietà di paesaggi  e di scenari caratterizzano questo itinerario che è particolarmente indicato per i “collezionisti di laghi Alpini”. Si arriva quasi a 3000 metri di quota con bellissimi panorami sulle Cime Sternai e su Cima Fontana Bianca

Leggi...

Affascinante  percorso  di media quota lungo la costiera sud-orientale dei Monti di Fundres che segna lo spartiacque tra la Valle di Selva dei Molini e la Val Pusteria. E’ un itinerario che non presenta grandi difficoltà e  una volta in quota regala stupende vedute sia verso le Dolomit

Leggi...

Suggestivo percorso ad anello che ha inizio in Val Travignolo in località Pian dei Casoni (strada per Passo Valles). L’itinerario percorre  la  stupenda Val Venegia sino nei pressi del  Campigol della Vezzana dove con il sentiero 749 si risalgono le ripidi pendici erbose di Cima del Lago sino alla Forcella Venegia 

Leggi...

Itinerario  traversata di grande sviluppo  che ci porta a cospetto delle più imponenti cime dei Gruppi Puez ed  Odle. Come fiore all’occhiello presenta la  facile salita al Piz Duleda  e la discesa alla Forcella de la Roa

Leggi...

Emozionante percorso ad anello di fronte alle Pale di San Martino e ai due Colbricon con partenza ed arrivo a Malga Rolle.  Le difficoltà sono abbastanza contenute anche se il sentiero in alcuni punti attraversa dei pendii molto ripidi. Lungo il cammino si incontrano  tre gioielli azzurri come il Lago di Cavallazza e in particolare i  due laghi di Colbricon.

Leggi...

Bellissimo itinerario con partenza Passo Pordoi  lungo le creste erbose della Catena del  Padon, difficoltà non proibitive, dislivello e distanza abbastanza contenuti. Superlativi i panorami sul Lago Fedaia, sulla Marmolada, sul Gruppo di Sella e la Val Badia. Si attraversano i rilievi del Col del Cuc, Sasso Cappello, Cima Belvedere.

Leggi...

Itinerario di breve durata e  dislivello contenuto, adatto a persone che non dispongono di grande allenamento.  La percorrenza è assai tranquilla se si esclude un breve tratto in diagonale su prati abbastanza scoscesi.

Leggi...

Bella escursione nel cuore dei Monti di Fundres alla scoperta degli alti laghi che sono alla base di cime quali la Rotes Beil e la Felbesspitze.

Leggi...

Panoramico, relativamente facile, percorso lungo la dorsale occidentale della Catena di Durreck che  divide la  Pojental dalla Valle Aurina.  L’itinerario  è reso meno faticoso dalla possibilità di utilizzare il primo tratto della Cabinovia Klausberg

Leggi...

Siamo in Val di Fleres, Alto Adige, Stubaier Alpen o Alpi Breonie di Ponente. L’itinerario proposto prevede la partenza da Hinterstein , m.1418 e di risalire con il sentiero estivo  numero 8 le ripide pendici del Gogelberg  per poi andare in piano al  Rifugio Tribulaum

Leggi...

Magnifico itinerario in alta quota su un sentiero ideato e approntato  nel 1896 dalla Sezione di Landshut (Baviera) del DoeAv. Il percorso corre sotto il crinale di frontiera a nord della Val di Vizze, Alto Adige, e unisce il Rifugio Passo di Vizze al Rifugio Venna alla Gerla

Leggi...

L’Alta via di Lausitz (Lausitzer Hohenweg), è un bellissimo itinerario che  si snoda sul versante meridionale dei monti della cresta di confine della Valle Aurina. Qui si propone un percorso circolare  con partenza ed arrivo a Casere

Leggi...

Classica, bellissima, impegnativa escursione tra le Alpi Aurine e i Monti di Fundres, impreziosita dalla presenza di 3  graziosi laghi alpini. Si percorre la parte occidentale dell’Alta via di Neves o Stabeler Hoehen Weg.

Leggi...

Lungo e panoramico percorso ad anello sulle Alpi Venoste di Ponente con partenza ed arrivo a Roia (Rojen). Si attraversano le più importanti elevazioni che si affacciano sui laghi di Resia e della Muta da ponente.  Alcuni tratti sono abbastanza esposti

Leggi...

Bellissimo  percorso  in alta quota su un sentiero ideato e approntato  nel 1896 dalla Sezione di Landshut (Baviera) del DoeAv e dalla sezione Alto Isarco. IL percorso si snoda  sotto il crinale di frontiera a nord della Val di Vizze e unisce il Rifugio Venna alla Gerla al Passo della Chiave.

Leggi...

E’ un bellissimo itinerario per le creste settentrionali e orientali della Catena della Gavardina che si estendono nelle Valli Giudicarie  dividendo  il Bleggio  dal Lomaso. Buona parte del percorso fa parte dell’itinerario Garda Brenta, la “puntata” al Doss de la Torta  incrocia il sentiero 455 che fa parte del Sentiero della Pace, ramo occidentale che dal Passo Tonale arriva al Pasubio. I tempi di percorrenza e i dislivelli sono  ragguardevoli e presuppongono condizioni fisiche e di allenamento  adeguate.

Leggi...

Piacevole itinerario sul crinale che divide la Valsugana dall'Altipiano di Folgaria Lavarone Luserna, escursione  senza grosse asperità che ci porta in una zona poco frequentata in quanto lontana da grossi centri turistici.  Veramente gradevole  salire lungo l’ampia  dorsale di Cima Portule  con panorami vastissimi su tutte le principali catene  montuose del Trentino e in particolare su Lagorai Cima d’Asta e il Gruppo di Brenta.

Leggi...

Siamo in Alta Val di Non ai confini con la Val d’Ultimo. Si percorre sino in fondo la lunghissima e bella Val di Bresimo che  in alto diventa sempre più dolce ed ampia, ospitando  due grandi e moderne malghe. Risalendo  una laterale della Val del Vento  si scavalca il Passo di Val Clapa  che fa da spartiacque tra la Val di Bresimo e la Val d’Ultimo

Leggi...

Siamo alle propaggini sud-occidentali del Gruppo di Brenta  nei bellissimi boschi delle Regole di Manez, comune di Ragoli.  Interessante  e panoramico itinerario  tra La Val Manez e la Val Rendena con puntata opzionale a Cima Petta....

Leggi...

Itinerario in uno scenario veramente magnifico tra le cime del  Gruppo Ortles Cevedale e i monti a nord del Passo Tonale. La zona è costellata di piccoli laghi dal colore blu intenso.

Leggi...

Siamo in alta Val di Non, nella sperduta ma affascinante Valle di Bresimo. E’ un Itinerario abbastanza faticoso per l’importante dislivello da superare e per la lunghezza del tracciato.  In compenso il panorama offerto dalla  aerea cima del Monte Pin ripaga ampiamente delle fatiche.

Leggi...

Magnifico e relativamente facile itinerario  sulla dorsale dei monti che dividono la Valle e il  Lago di Ledro  dalla regione di Tenno che si alza sopra il Lago di Garda  in direzione nord ovest.Si superano due cime, nell’ordine: Cima Pari, Cima Sclapa. Il punto di partenza  è il Parcheggio presso Malga Trat che si raggiunge da Lenzumo in Val di Ledro

Leggi...

Semplice magnifico itinerario lungo la dorsale della Paganella. Offre panorami meravigliosi sull’antistante Gruppo di Brenta, sulle Maddalene e la valle di Non, sul Lago di Garda e la Valle dei Laghi, sulle Tre Cime dl Bondone, sulla Piana Rotaliana e la Val d’Adige.

Leggi...

Piacevole escursione  sulla dorsale che separa la val di Vizze dall’Alta Val d’Isarco. Il percorso potrebbe prevedere una prosecuzione, sempre in cresta, naturalmente con discese e risalite sino a Cima Gallina

Leggi...

Bellissimo  itinerario ad anello   sui contrafforti meridionali del Gruppo dell’Adamello. Si segue un percorso  denominato “la Via delle Cime”, caratterizzato dalla forte presenza di opere militari di diverso genere, testimonianza della guerra di posizione che nel primo conflitto bellico mondiale ha visto le truppe italiane sulla dorsale Pissola Cingolo Rosso e le truppe austro-ungariche sulla dorsale Dosso dei Morti Creper Vac.

Leggi...

Grandioso e panoramico itinerariio sulle dorsali delle montagne ad est del Lago di Valdurna. Per diminuire il dislivello e per agevolare l’accesso qui si propone  il percorso da Chiusa a Latzfons

Leggi...

Questo itinerario si svolge dapprima su una lunga e ripida forestale che  in direzione ovest risale la Valle dei Molini sino alla  ridente Malga Vies. Qui si gira a destra e in direzione nord ovest si segue la sassosa mulattiera che sale a Malga Cadria.

Leggi...

Bellissimo e panoramico itinerario tra il Lago di Garda e il Lago di Ledro  che per esposizione  e quote è preferibile affrontare nei mesi primaverili e autunnali.  Lunghezza e dislivello  sono di tutto rispetto: sono possibili delle varianti  che possono abbreviare il percorso,

Leggi...

Grandioso   percorso  in alta quota con partenza e arrivo al passo Furcia (Furkel Sattel) Il ritorno dal lago e dalla Val Fojedora prevede una lunga risalita lungo le pendici meridionali del Piz da Perez.

Leggi...

Grandioso itinerario tra le creste delle elevazioni meridionali del Gruppo di Brenta che dominano tutte le Valli Giudicarie e regalano bellissime vedute  sulle Cime dell’Adamello e della Presanella oltre che sulla Gavardina, il Misone, Il Casale, il Bondone Stivo.

Leggi...

Inconsueto percorso sulla dorsale tra la Karnspitze e la Radlspitze che divide la Valle di Valdurna dalla val di Pennes.  Offre spettacolari panorami   sulle Dolomiti, sulle Stubaier Alpen e sui Sarentini.

Leggi...

Lungo e panoramico percorso sulla Plose, la montagna di Bressanone.  Non ci sono difficoltà di sorta, l’escursione è adatta anche a famiglie con bambini. Bellissime vedute sulle Odle.

Leggi...

Il monte di Mezzacorona è una amena località  molto frequentata nelle belle stagioni sia per la facilità di accesso (comoda cabinovia e/o stradina) sia per le belle vedute sulla Piana Rotaliana e sui monti circostanti.

Leggi...

Un percorso classico, con molte varianti di varia difficoltà, in un ambiente tutelato da Riserva Naturale del Monte Bondone e che offre  bellissimi panorami a 360 gradi.  La percorrenza  non è impegnativa, se si esclude il tratto che risale la cima del Dos Abramo

Leggi...

Bellissimo itinerario  che si sviluppa dal Passo di Pennes (Penser Joch) in direzione ovest –sud ovest  passando  vicino alla linea di cresta  e poi costeggiando il fianco di levante della Gartlspitze e dello stesso Corno Bianco

Leggi...

Itinerario molto remunerativo per varietà dei paesaggi e per i panorami superbi. Luoghi poco frequentati ai confini tra  Valle di Non e Val d’Ultimo. Scarsi o assenti i punti di appoggio, utili solo per un ricovero di emergenza, ma senza servizio ristoro.  Emozionante e in relativa sicurezza la salita a Cima degli Olmi che regala vedute superlative in ogni direzione. 

Leggi...

Bellissimo  percorso ad anello che ha inizio dal Lago di Calaita, gioiello della Valle di Vanoi, che si trova su di una sella  a nord della Val di Lozen ed è separato dalla Val Cismon  da una modesta dorsale formata dal Col Santo, Spiz del Doch e Monte Bedole. 

Leggi...

Siamo nelle Giudicarie Esteriori, Trentino,  propaggini sud-orientali del Gruppo Adamello.  Quella qui proposta è una varia, vivace  relativamente breve e facile escursione sulla dorsale che a grosso modo separa la Val di San Valentino dalla Val Breguzzo.  Il punto di partenza è l’ex Rifugio  Zeller raggiiungibile per strada asfaltata da Tione di Trento o da Breguzzo.

Leggi...

Interessante itinerario ad anello che ci consente di  avvicinarci alla sorprendente dolce bellezza delle Vette Feltrine che hanno nel Monte Pavione la loro massima elevazione. Raggiunto faticosamente  il Passo Pavione, tutto diventa più semplice: comoda percorrenza su crinali erbosi e con pendii meno ripidi, panorami bellissimi sulle Pale di San Martino e sul Gruppo Cimonega oltre che sulle Alpi Feltrine.

Leggi...

 

Interessante itinerario   ad anello che regala panorami bellissimi sui Monti di Fundres e attraversa una notevole varietà di paesaggi in un territorio costellato di piccoli laghi.  La salita alla Eidechspitze o Cima di Terento  non presenta difficoltà di sorta, solo l’attraversamento della cresta tra la cima e  la Kompfossscharte presenta delle attrezzature a protezione di alcuni tratti esposti.

Leggi...

 

Bellissimo itinerario che consente di raggiungere la cima più alta dei Monti di Fundres e di conoscere  autentici gioielli quali l’zzurro Wildsee e l’idillica plaga di Malga Fane. Le difficoltà sono abbastanza contenute se si esclude il tratto finale, assai ripido, ma non esposto. 

Leggi...

Bellissimo  itinerario  per camminatori dotati di resistenza e passo fermo, con una minima  pratica di ferrate.  Le difficoltà sono abbastanza contenute ed anche la ferrata Conturines è poco impegnativa.

Leggi...

Interessante percorso ad anello che consente di raggiungere la più alta cima  dei Sarentini sul  versante di Valdurna.  Una brevissima deviazione consente di  godere del punto di appoggio e dell’ìottimo servizio  fornito dal Rifugio Forcella Vallaga, sovente aperto anche in inverno, il cui gestore è sempre prodigo di informazioni  e consigli anche telefonici circa la percorribilità dei sentieri o le condizioni della neve.

Leggi...

Grande impegnativo  itinerario lungo le creste e le morene del settore sud orientale del Catinaccio. Da Gardeccia al Passo Principe al Lago di Antermoia e ritorno per i Passi  di Lausa e delle Scalette lungo il sentiero attrezzato delle Scalette. Percorso faticoso  e con lunghi tratti esposti, parzialmente attrezzati, nella via del ritorno. In compenso regala panorami eccezionali sulle Cime del Catinaccio e su tutte le catene orientali delle Dolomiti. Ambiente selvaggio, itinerario nella seconda parte poco frequentato.

Leggi...

Magnifico  itinerario di alta quota con partenza da Tesido sulla dorsale Rudhorn Eisatz  Ausserriedl, tra la Val Anterselva e la Val Casies, Alto Adige orientale

Leggi...

Bellissimo e faticoso percorso che porta a stretto contatto con le più elevate cime del Gruppo del Latemar. L’itinerario si svolge parte  in provincia di Trento   e parte in Provincia di Bolzano e pertanto la numerazione dei sentieri non sempre è coerente. Bellisimi i panorami offerti sulla Val di Fiemme, sulla Val di Tires, sulle cime del Lagorai e del Catinaccio, sul Gruppo dei Monzoni.Emozionante il primo  tratto del Sentiero delle Leggende dalla Forcella dei Camosci ad Obereggen

Leggi...

 

Bellissimo e panoramico itinerario ad anello  che tocca uno dei posti più apprezzati dell'intero Alto Adige.  Il percorso  prende il via dall’Alpe di Siusi e si snoda nella parte nord  dello Sciliar più precisamente  tra il Monte Pez e i Denti di Terrarossa.

Leggi...

Bellissimo itinerario in zone poco frequentate che  ci porta a conoscere  la frastagliata catena montuosa che divide la bellissima Val di Lagaun dalla Val di Silandro. Si parte da Masi del Covolo, Val Senales

Leggi...

Bellissimo  abbastanza impegnativo itinerario in cima alla più alta vetta delle Dolomiti di Braies settentrionali. La salita alla cima è consigliabile  con terreno non bagnato vista la presenza di alcuni tratti di per se abbastanza sdrucciolevoli. Grandi panorami a 360 gradi, veramente notevoli  quelli   sul sottostante Lago di Braies.

Leggi...

L’tinerario proposto è  una escursione abbastanza impegnativa nell’ultimo tratto della salita alla cima del Vento o Ahrnerkopf. Siamo in alta Valle Aurina  nella Catena dei Monti di Predoi, più precisamente sul crinale che congiunge il Picco dei  Tre Signori, Dreiherrenspitze al Pizzo Rosso di Predoi o  Roetspitze

Leggi...

 

Bellissimo, abbastanza impegnativo itinerario  nella parte meridionale del Gruppo degli Scarperi, Dolomiti di Sesto.  Diversi i possibili punti di partenza: a nord  le Valli Campo di dentro o la Val Fiscalina, a sud il Rifugio Auronzo, raggiungibile in autovettura su strada a pagamento

Leggi...

Lungo itinerario  nella bella val di Breguzzo sino allo spartiacque con la Val di Fumo, lungo il crinale sud ovest della Cima Cop di Breguzzo. Interessante punto di appoggio è il Rifugio trivena a quota 1633. Con condizioni favorevoli e soprattutto con un buon allenamento ed esperienza si può descrivere un anello sino alle Porte di Danerba e ridiscendere al Piano di Redont per la Val del Vescovo

Leggi...

Facile e relativamente breve itinerario che consente di  arrivare in vetta a tre monti  vicino alla  dorsale che divide la Valsugana dalla Val dei Mocheni.  Dopo un breve tratto iniziale nel bosco  il percorso si svolge  negli assolati pascoli del versante sud della Catena del Lagorai occidentale. L’itinerario  passa accanto a due piccoli laghi e offre dei panorami vastissimi   specialmente dalla Cima Gronlait.

Leggi...

Pur non essendo un vero e proprio percorso di cresta questo anello del Sassolungo con partenza parcheggio Cabinovia Sassolungo poco a valle del Passo Sella in direzione Val Gardena, rappresenta veramente un itinerario “completo” sia in termini di  panorami offerti che di  scenari attraversati.  

Leggi...

Grandioso e panoramico itinerariio tra le cime di Ridanna e Monteneve ai piedi del Ghiacciaio di Malavalle. Ambiente grandioso costellato di torrenti, laghi e cascate.

Leggi...

Interessante e  abbastanza impegnativo itinerario per l’ascesa sulla punta più occidentale delle Vedrette di Ries, la Winscharspitze, letteralmente in italiano Cima Spartivento. 

Leggi...

Itinerario relativamente breve e a quote non eccessivamente alte che lo rende fattibile  in tarda primavera e inizio autunno. La salita alla Forcella di Saltusio, opzionale, ha il merito di dare un bel panorama sulla Falsertal e le Cime che la attorniano, quali La Clava, La cima Rossa e la Cima Nera.

Leggi...

E’ un itinerario denso di soddisfazioni, alquanto impegnativo,  in un sottogruppo tra Il  massiccio del Pasubio e il Carega. Percorso classificato EE (escursionisti esperti) che presenta numerosi passaggi esposti, alcuni dei quali attrezzati con catene. Qui si propone la percorrenza da nord a sud ossia  dal passo Pian delle Fugazze al Passo Campogrosso.

Leggi...

Gruppo Carega, traversata da P.Campogrosso al R. Fraccaroli a Cima Carega per il Boale dei Fondi e  ritorno per il sentiero Alto del Fumante. Itinerario veramente affascinante sia per la varietà dei paesaggi sia per i continui cambi di orizzonte, sia per le pregnanti testimonianze delle epiche  e tristi  vicende belliche. 

Leggi...

Il Sentiero Costanzi è un percorso di una bellezza selvaggia. Dal Rifugio Peller al Passo del Grostè, si snoda dapprima per vaste praterie erbose per poi inerpicarsi lungo le ardite creste delle cime della catena settentrionale del Brenta. Costellato di passaggi assai impegnativi con attrezzatura minimale presuppone un buon allenamento fisico.

Leggi...

Magnifico percorso in quota che dal Passo del Groste attraversa il versante est della Catena settentrionale del Gruppo di Brenta regalando magnifiche vedute sul Lago di Tovel e sulla Valle di Non.Dal Rifugio Stoppani, alla stazione di arrivo della Funivia del Grostè, si prende il sentiero 306 che aggira da oriente la Pietra Grande e la Cima Vagliana per sfociare nel lungo  terrazzo verde di Pra Castron di Flavona sino ad  attraversare la Val delle Giare. 

Leggi...

Grandissima escursione di una giornata dal Rifugio Lancia al Rifugio Papa e ritorno. Itinerario   denso di emozioni sia per le numerose pregnanti ben documentate testimonianze del primo conflitto bellico, sia per gli eccezionali panorami che via via ci vengono offerti  dai continua cambi di orizzonte.

Leggi...

Impegnativa traversata del Gruppo del Presena con risalita parziale del ghiacciaio, da Passo Tonale per Passo Maroccaro, Lagoscuro, Rifugio Mandrone, Rifugio Bedole in Val di Genova, a volte necessari i ramponi. Questa traversata presuppone l’utilizzo di due autovetture: una da lasciare all’inizio della Val Genova  e una al passo Tonale. In alternativa  si può provvedere con il ricorso ai mezzi pubblici.

Leggi...

Bellissimo itinerario sul grande altipiano desertico del Sella  che attraversa il gruppo da nord a sud. Percorso che presuppone buone condizioni fisiche e  dimestichezza con la montagna e piede fermo anche se  non vi sono rilevanti difficoltà. Il massicico del Sella offre numerose possibilità di salita e discesa dai vari lati 

Leggi...

Il Gruppo della Giogaia di Tessa si trova tra la Val Venosta a sud, La val Senales ad ovest, la Val Passiria ad est e le valli di Fosse e di Pfelders a nord. E’ ricchissimo di acque e quindi di laghi tra i quali spiccano gli Spronserseen o Laghi di Sopranes

Leggi...

Itinerario molto rilassante, senza grosse asperità. Una volta in quota si procede con moderate risalite. Diverse le possibilità di allungare e/o accorciare a piacere il percorso.

Leggi...

Escursione  di un certo impegno, anche se priva di grosse  difficoltà tecniche, su una delle cime più alte  del Gruppo dei Rondoi Baranci, propaggine occidentale delle articolate catene che formano le Dolomiti di Sesto.

Leggi...

Bellissimo,  soleggiato, panoramico itinerario,  abbastanza facile e relativamente breve,  che si sviluppa a nord dell’abitato di Santa Cristina con partenza a quota 1760 circa, da un parcheggio soprastante il maso Runcaudie.

Leggi...

Bel percorso ad anello intorno alle Cime d’Oltro, Le Rocchette e il Feltraio. Panorama vastissimo sulle valli dell’Agordino e sul Gruppo Cimonega e sulle antistanti Pale di San Martino. Nella parte orientale, più dolce, ripercorre un tratto dell’Alta Via n.2.

Leggi...

 

Bellissimo itinerario, forse più conosciuto dagli scialpinisti, che si snoda  attorno alle cime Stutennock e Knuttennock.  Il punto di partenza è il parcheggio che si trova dopo il maso Hofer di Riva di Tures, all’imbocco della Knuttental o Valle dei Dossi

Leggi...

 

Affascinante  percorso  di media quota lungo il lembo orientale  della  costiera sud-orientale dei Monti di Fundres che segna lo spartiacque tra la Valle di Selva dei Molini e la Val Pusteria. E’ un itinerario che non presenta grandi difficoltà e  una volta in quota regala stupende vedute sia verso le Dolomiti a sud che sui ghiacciai della Cresta di confine

Leggi...