Skip to main content

Home / TRENTINO / Valli di Ledro e Chiese / Alpi di Ledro / Anello Monte Carone, Lago di Garda - Alpi di Ledro.

Ultimo aggiornamento: 24/03/2013

Anello Monte Carone, Lago di Garda - Alpi di Ledro.

Interessante e panoramico percorso con un tratto impegnativo

Bellissimo e panoramico itinerario tra il Lago di Garda e il Lago di Ledro  che per esposizione  e quote è preferibile affrontare nei mesi primaverili e autunnali.  Lunghezza e dislivello  sono di tutto rispetto: sono possibili delle varianti  che possono abbreviare il percorso, in tal caso però bisogna rinunciare alla salita al Monte Carone.

Si parte dal parcheggio  di fronte all’Albergo Ccapo Reamol,   circa un chilometro a nord di Limone, sulla riva del Lago di Garda. Si imbocca direttamente dal parcheggio il “sentiero del Sole” che dopo qualche centinaio di metri va a  intercettare il sentiero CAI  nr.122. Ora si sale con numerose serpentine su un terreno arido passando vicino a grandi formazioni rocciose. Veramente intensi gli scorci su Limone e sul Garda settentrionale. Dopo poco meno di 2 ore si raggiunge la Bocchetta dei Larici ignorando il sentiero delle Creste di Reamol.  Si segue  ora in direzione sud la forestale che sale attraverso un bosco miso e che porta il segnavia 422b. Dopo circa 10 minuti si giunge a Malga Palaer, m.945.  Da qui una mulattiera prosegue in  buona pendenza in direzione sud-ovest sino a portarci al Passo della Rocchetta (grandioso panorama su Riva del Garda), m.1159. Da qui due distinti sentieri portano, con durata analoga, al Passo Guil, m.1209. Seguendo il segnavia 422 si perviene dapprima ai “Prati di Guil” dai quali in pochi minuti si scende al sottostante omonimo Passo. In direzione nord nord-ovest dinanzi a noi si presenta la sagoma del Monte Carone ricoperta  di folta vegetazione di basso fusto. In direzione nord si segue il sentiero 421 che in discesa attraversa una bella distesa di prati. A quota 1180 circa  si devia a sinistra, ovest, immettendosi in una bella  valletta che  costeggia  da sud le propaggini orientali del Monte Carone.   Si prosegue in buona pendenza nel bosco sino a incontrare un bivio con il sentiero 113, lo si imbocca verso destra, portandosi progressivamente  sul versante nord orientale, e lo si segue, a volte con difficoltà, la traccia non sempre è evidente,  sino alla piatta e boscosa  cima  nei pressi della quale  è posizionata una bella croce metallica.  Dalla cima, caratterizzata da alcune fortificazioni militari, belle vedute anche sul versante del Lago di Ledro. Per la discesa  si imbocca  in direzione sud  il sentiero CAI 105, attrezzato e impegnativo nei primi duecento metri di discesa nei quali si superano strette  e ripidissime gole. L’avanzare è facilitato da una serie di scalinate scavate nella roccia e da opportune protezioni metalliche.  Dopo circa 45 minuti si arriva alla Bocca dei Fortini, m.1243, e da qui in pochi  minuti, girando a sinistra e seguendo il segnavia 421, al Baito Segalla. Dal Baito diverse sono le possibilità di scendere  a Limone. Forse la via più diretta  è seguire il sentiero 104 sino  sotto al Dosso Ravizzola dove  presso Malga Valaco, m 780, va a intersecare il sentiero 101 che discende la Val Salumi e la Val del Singol. Questo tratto prevede la percorrenza di una  scomoda mulattiera caratterizzata da selciato e da tratti assai ripidi. Finalmente si giunge a San Giovanni e poi per strade comunali allo stupendo Lungolago di Limone. Si prosegue per circa 1500 metri verso nord  per stradina che con dolci saliscendi  tra agrumeti e oliveti  porta sino a Capo reamol.

Avvicinamento:  Il punto di partenza per raggiungere  il Monte Carone   è la Gardesana Occidentale poco più a nord di Limone all’altezza di   Capo di Reamol . Si parcheggia in un piazzale antistante l’omonimo albergo.  Circa 7,5 Km da Riva del Garda. Vedi Mappa.

Tabella tempi parziali di percorrenza e andamento altimetrico

luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo totale Note,  difficoltà, riferimenti
Capo Reamol 82 S.del sole 0 0  
Bivio sent. 122 110 122 15 0,15  
Bocchetta dei Larici 907 422b 1,40 1,55  
Passo Rocchetta 1159 422 0,50 2,45  
Passo Guil 1209 421 dx 0,30 3,15 Si gira a destra
Bivio 114 1180 114 0,10 3,25  
Bivio 113 1320 113 0,15 3,40  
Monte Carone 1621 105 1,00 4,40  
Bivio 421 1280 459b 0,45 5,25  
Baito Segalla 1250 104 0,10 5,35  
Bivio 101, sent. Antonioli 720 101 1,10 6,45  
La Milanesa, Val del Singol 199 strada 0,50 7,35  
Hotel Capo Reamol 100   0,35 8,10 Stradina lungolago

 

Lago di Garda e Limone dal sentiero 122

Primi raggi di sole su Limone del Garda

Malga Palaer

Riva del Garda e Monte Stivo

Passo della Rocchetta

Passo Guil e Monte Carone

Autunno sul Monte Carone

Dati generali:

Grado di difficoltà dei sentieri:  E, EE sentiero 105

Località di Partenza:  Capo Reamol, Limone sul Garda

Punto di partenza:  Parcheggio antistante Hotel Reamol

Punto di arrivo: medesimo

Quota Partenza: m.100 circa.

quota massima: m. 1621, Monte Cadria

Dislivello in salita: m. 1700 circa con le risalite.

Distanza:  Km 21,8 circa.

Tempi di Percorrenza: ore 8 – 9.

Punti di appoggio intermedi: Baita Segalla

Numeri di Segnavia:

 Periodo consigliato: aprile- novembre

Principali  cime attraversate: Monte  Carone

indicazioni particolari:

Cartografia 1/25000: Editrice La Giralpina, nr.12

Attrezzatura, equipaggiamento: normale da media montagna

Informazioni turistiche: Azienda per il Turismo di Limone. Tel  0365954070

Lago di Garda e Monte Baldo da Monte Carone

Sulla boscosa cima del Monte Carone

Panorama su Lago di Ledro e Carè Alto

Primo tratto esposto sul sent. 105

Tratto attrezzato nel sentiero 105

Discesa dal ripido canalino del Carone

Baito Segalla

lunga discesa verso Limone sul Garda

Scorcio di Limone sul Garda




Visualizza Monte Carone in una mappa di dimensioni maggiori

Meteo