Skip to main content

Home / TRENTINO / Val di Fassa / Sassolungo e Catinaccio / Gruppo del Catinaccio / Via Ferrata Catinaccio d’Antermoia

Ultimo aggiornamento: 18/09/2011

Via Ferrata Catinaccio d’Antermoia

Sulla più alta cima del Catinaccio Rosengarten

La via ferrata al Catinaccio di Antermoia che collega i rifugi del Vaiolet con il Rifugio Antermoia e dal Passo principe risale il fianco occidentale del Catinaccio di  Antermoia  (Kesselkogel, m3004) per poi scenderne la cresta orientale in Valle d’Antermoia dopo una aerea traversata della  stretta cima. Non presenta  tratti

particolarmente impegnativi sotto il profilo tecnico, alternando  traversate a salti di roccia abbastanza inclinati, ma mai verticali. Il panorama offerto oltre che vario è assolutamente degno di rilievo su tutte le Dolomiti e in particolare sul  Catinaccio e il Sassolungo.

Avvicinamento:

Il punto di partenza può essere fissato indifferentemente  dai rifugi Passo Principe  o dal Rifugio Antermoia, in uno dei quali si consiglia  il pernottamento. Può essere percorsa in giornata  tracciando  un entusiasmante anello, per il Passo Lausa e Passo Scalette, determinando però uno sforzo fisico non indifferente per la lunghezza  e la complessità dell’itinerario, per niente banale anche se attrezzato nel tratto del Passo delle Scalette..

Ritorno:  come punto di appoggio e parcheggio della vettura si consiglia Pera di Fassa da dove parte un servizio di navette per la Località Gardeccia, m.1948 o una cabinovia per il Ciampediè. Dal quale in circa 50 minuti si raggiunge  Gardeccia.

Nella tabella dei tempi  che segue, per comodità, si fissa il punto di partenza a Gardeccia

 

Tabella tempi parziali di percorrenza e andamento altimetrico percorso ad anello Gardeccia – Passo Principe – Catinaccio d’Antermoia – Rifugio Antermoia – Passo delle Scalette- Gardeccia.

luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo compless Note,  difficoltà, riferimenti
Gardeccia 1948 546      
Rifugio Vaiolet e Preuss 2200   0,50    
Bivio  542 - 584 2246 584 0,10    
Rifugio Passo Principe, inizio ferrata 2601 585 1,10 2,10  
Catinaccio d’Antermoia 3004   1,50 4,00  
Vallone di Antermoia, b.584 2650   1,20 5,20  
Rifugio Antermoia 2498 583 0,40 6,00 Con sentiero 580 in Val di Udai e Mazzin di fassa, ore  2,40
Passo di Lausa 2700   0,40 6,40  
Passo delle Scalette 2348   0,45 7,25 Sentiero attrezzato
Gardeccia 1948   1,15 8,40  

Via ferrata Antermoia mappa

mappa per gentile concessione  La Giralpina srl. Tel 0432-800870

Dati generali:

Grado di difficoltà: EEA - D

Località di Partenza: Pera di Fassa, nei pressi cabinovia Buffaure. Partenza navette per Gardeccia.

Punto di partenza: Gardeccia, m.1948

Punto di arrivo: Gardeccia

 quota massima: Catinaccio di Antermoia, m.3004

Dislivello in salita: 1300 circa per tutto l’anello.

Tempi di Percorrenza: ore 8,30 – 9,00 per tutto l’anello

Punti di appoggio intermedi: Rifugi Vaiolet, Rifugio preuss, Rifugio Passo Principe, Rifugio Antermoia.

Numeri di Segnavia: 546, 584,585,583

Alternative per il ritorno: a) per abbreviare  di un’ora abbondante il percorso si può rinunciare a raggiungere il Rifugio Antermoia prendendo nell’omonimo Vallone, a quota 2650, il sentiero 584 per  il Passo Antermoia e il Passo Principe e Gardeccia  (ore 2,10 dal bivio). B) al rifugio Antermoia, senza più far risalite, si può optare per la discesa a Mazzin di Fassa per la Val di Udai percorrendo il sentiero n.580, in circa ore 2,40. Da Mazzin con l’autobus a Pera di Fassa.

periodo consigliato: estate, primo autunno.

Principali  cime attraversate: Catinaccio di Antermoia, Cima di Lausa

indicazioni particolari: in presenza di neve o dopo  abbondanti piogge il percorso può presentare  accentuate difficoltà.




Visualizza Via Ferrata Catinaccio Antermoia in una mappa di dimensioni maggiori