Skip to main content

Home / TRENTINO / Trentino - esperienze vive / Via ferrata Paolin Piccolin a Cima Auta

Ultimo aggiornamento: 01/10/2012

Via Ferrata Paolin Piccolin a Cima Auta

bellissimo percorso tra la marmolada e le Pale di San Martino

la slanciata figura di Cima Auta

La Via Ferrata Paolin Piccolin consente di salire la bella pala rocciosa di Cima  Auta Orientale, m.2624. Si tratta  di un percorso abbastanza facile nel suo genere. La base si trova a quota 2290 circa ed ha quindi uno sviluppo di poco più di 300 metri. Il percorso attrezzato si divide in due parti: la prima consiste nella risalita del canalone sud sino alla forcella, la seconda si arrampica sulla  poco inclinata parete nord di Cima Auta.  La risalita del canalone  che divide le

C. Auta, vicini alla base ferrata Paolin

Base ferrata Paolin Piccolin a Cima Auta

due Cime Auta non presenta particolari difficoltà e consiste essenzialmente nel superare alcuni grossi massi  senza grandi esposizioni. Scale in ferro, pioli infissi nella roccia e  funi di acciaio rendono il percorso  abbastanza agevole e sicuro.  Arrivati alla forcella si piega verso est e si  risale la parete settentrionale di Cima Auta.  L’inclinazione è assai moderata e si progredisce celermente senza  grande dispendio

Via ferrata Paolin Piccolin, nel canalone

di energie, Dalla forcella in avanti il panorama si apre verso la regina delle Dolomiti , il Sasso di Valfredda, Sasso Vernale a nord,  ad est si stagliano imponenti  i Gruppi Conturines, le Cime  di Fanis,  Le Tofane, Il Cristallo, Sorapiss, Antelao, Pelmo e Civetta. A sud l’orizzonbte è segnato dalla inconfondibile profilo delle Pale di San Martino con il Mulaz in Primo piano.

 

Percorso stradale:  da Falcade (Belluno) si procede verso est  per la frazione Caviola e di qui si gira a sinistra per  Tegosa e Colmean dove superato un ristorante si trova un ampio parcheggio a quota 1300 circa.

Avvicinamento:

 Prima di raggiungere la base della ferrata bisogna superare un dislivello di quasi mille metri con percorrenza  su strade forestali e su

Via ferrata Cima Auta, versante sud

sentieri abbastanza comodi, ben tracciati e ben segnalati. Da Colmean di seguono le indicazioni per il Rifugio Baito dei Cacciatori, m. 1748, che lo storico gestore Rino, tiene aperto tutto l’anno. Il numero di segnavia  è 689. Il primo tratto è costituito da una forestale adibita a pista da slittino, dopo un bivio la strada diventa mulattiera e presenta tratti abbastanza ripidi. Numerose scorciatoie nel bosco, ben segnalate, consentono di abbreviare il percorso.  Dal baito dei Cacciatori  in circa 20 minuti si

ferrata di Cima Auta verso la forcella

raggiu nge il Bivacco Papa Giovanni Paolo i°, m.1909. Qui si procede a destra abbandonando il sentiero 689 e seguendo l’indicazioni per Cima Auta.

Ritorno: Per il ritorno si segue la via normale contrassegnata dal segnavia 696. La prima parte della discesa presenta numerose attrezzature assai utili vista la natura scivolosa del terreno e la pendenza in alcuni tratti assai sostenta. Particolare attenzione bisogna prestare in alcuni traversi. In caso di bagnato è forse consigliabile ritornare per la ferrata.  La via normale  percorre per un primo tratto l’accidentato crinale orientale di Cima Auta su un terreno misto di ghiaioni roccette e prati. Dopo circa 40 minuti si giunge ad una sella  che divide le contrafforti orientali di Cima Auta dalle alture  de I Negher: qui c’è il bivio tra i sentieri 689 e 696. Si torna per il 689 in direzione ovest sino ad incrociare nuovamente il bivio con la via ferrata. Si ritorna in circa 40 minuti al Baito Cacciatori  e  in altri 40 a Colmean.

Tabella tempi parziali di percorrenza e andamento altimetrico Colmean – Cima Auta - Colmean

 

luogo quota sentiero Tempo parziale

Tempo co

mplessivo

Note,  difficoltà, riferimenti
Colmean 1300 689 0 0  
Baito dei Cacciatori 1748 689 1,10 1,10  
Bivacco Giovanni Paolo I° 1909 ssn 0,20 1,30 Sent senza numero
Bivio sent ferrata, via Normale 2130 ssn 0,35 2,05  
Base ferrata Paolin Piccolin 2300   0,15 2,20  
forcella 2450   0,30 2,50  
Cima AutA 2624 696 0,40 3,30 Discesa per via normale
Bivio orientale 689 e 696   689 0,40 4,10  
Bivio sent ferrata, via Normale 2130 689 0,30 4,40  
Baito dei Cacciatori 1748 689 0,40 5,10  
Colmean 1300   0,40 5,50  

 

cartina Via ferrata Paolin Piccolin a Cima Auta

Cartina su gentile concessione Editrice La Giralpina. Foglio nr 7.

Via ferrata Paolin, sotto la forcella

Falcade e Le pale dalla Forcella tra le 2 Cime Auta

I confabulanti di Cima Auta

Cima Auta orientale, parete nord

Verso la vetta di Cima Auta

Cima Bocche e Iuribrutto e Lagorai

Marmolada parete sud, Cima Banca,

Cima Auta: croce di vetta e Falcade

Via di Ritorno e Civetta Pelmo Antelao

Marmolada Cima Uomo Sasso Vernale

Dati generali:

Gruppo MontuosoMarmolada

Grado di difficoltà:  facile, avvicinamento alquanto lungo.

Località di Partenza: Colmean di Falcade, Belluno.

Punto di partenza: Parcheggio Colmean.

Punto di arrivo: Cima Auta orientale.

 quota massima: m.2624.

Dislivello in salita: 1330 circa.

Tempi di Percorrenza: vedi tabella.

Punti di appoggio intermedi: Rifugio Baito dei Cacciatori, Bivacco Papa Giovanni Paolo I°.

Numeri di Segnavia: 689, sentiero senza numero, 696, 689..

periodo consigliato: giugno - metà ottobre

Principali  cime attraversate: Cima Auta orientale

indicazioni particolari: possibilità percorso ad anello.

Mappe, Cartine: Editrice la Giralpina, foglio nr 7, scala 1/25000.