Skip to main content

Home / TRENTINO / Trentino - esperienze vive / Via Ferrata Croda di Cengles – Tschenglser Hochwand

Ultimo aggiornamento: 01/11/2011

Via Ferrata Croda di Cengles – Tschenglser Hochwand

Impegnativa salita alla cima che domina la Val Venosta

Croda di Cengles - Tschenglser Hochwand

Siamo in  Alto Adige, alta Val di Solda, Gruppo Ortles Cevedale. La nuova via ferrata per la Croda di Cengles ha caratteristiche tecniche e di impegno fisico che la classificano tra quelle medio – difficili. Essa risale la parete  a destra  del franoso canalone dove corre la via normale incontrandosi con essa dopo la forcella a poche

Croda di Cengles sviluppo ferrata

decine di metri dalla vetta. Le attrezzature consistono in funi  metalliche, gli appigli salvo qualche tratto più impegnativo, sono assai consistenti. L’esposizione è piuttosto alta  per buona parte della salita. Anche la via normale tuttavia presenta delle insidie da non sottovalutare specialmente con neve o ghiaccio.  Assolutamente magnifico il panorama che si gode dalla cima: tutta la Val Venosta,

Croda di Cengles trato iniziale ferrata

il Lago di resia e soprattutto le  impressionanti cima dirimpetto: Ortles, Gran Zebrù, Zebrù, Cevedale, Vertana, Punta di Lasa per citare solo le più vicine.  La ferrata  vera e propria ha un dislivello  di circa 320 metri. Il  primo tratto sino  all’altezza della forcella è sicuramente il più impegnativo. Dopo la forcella anche la pendenza si fa più blanda  e si avanza con maggiore

croda di Cengles ferrata, mLago Zay e Angelo P

speditezza.  A quota 3320  la ferrata confluisce con la via normale. L’ultimo tratto percorre una scivolosa roccia inclinata: anche qui adeguate attrezzature consentono di  arrivare  con la necessaria prudenza in vetta.

Percorso stradale:  Da Bolzano si prende per Merano e si percorre tutta la Val Vanosta sino al bivio per lo Stelvio in prossimità di  Spondigna. Si prosegue per il Passo dello Stelvio sino al bivio per Solda – Sulden.  A Solda di Dentro  parcheggiare presso la seggiovia del Pulpito. Da Bolzano a Solda circa 94 Km, 30 dei quali in superstrada.

Avvicinamento:

croda di Cengles ferrata, Angelo Grande e piccolo

In stagione la via più veloce è portarsi in quota con la seggiovia del Pulpito o Kanzell. (stazione a monte circa 2350 m.) . Da qui in circa un’ora e venti minuti  si raggiunge il Rifugio Serristori – Duesseldorfer Huette, m.2721.  Si prosegue per la valle di Zai lungo un sentiero dapprima senza problemi e poi con percorrenza sempre più impegnativa tra  distese di massi. Si arriva ad un bivio con il Passo di Zay in circa 40 minuti. Superati i laghetti si sale per  dei detriti stando attenti a non perdere le tracce.  Dopo altri 40 minuti a quota 3000 circa un cartello indica sulla destra la direzione da seguire per la via ferrata abbandonando il percorso normale.

Ritorno:  la discesa per la via normale sino alla forcella prevede vari passaggi attrezzati, Dalla forcella in avanti  la discesa  si svolge  lungo un canalone ripidissimo su 

Croda di Cengles ferrata 2 e lago Zay

terreno instabile e  detriti. Fare attenzione ai tempi in quanto la seggiovia del Pulpito effettua l’ultima corsa  tra le 17 e le 18 a seconda della stagione  (accertarsi prima  di salire). Non sempre quindi si riesce ad arrivare in tempo per la discesa, in tal caso è preferibile  scendere direttamente a Solda dal Rifugio Serristori lungo la valle di Zay.  Prevedere almeno un’ora e mezzo.

Tabella tempi parziali di percorrenza e andamento altimetrico

luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo compless Note,  difficoltà, riferimenti
Stazione a monte Seggiovia del Pulpito 2350 12 - 5      
Rifugio Serristori 2721 5 1,20    
Bivio per Angelo Piccolo 2892 5 0,40 2,00  
Tabella  bivio via normale via ferrata 3010   0,40 2,40  
Inizio attrezzature     0,15 2,55  
Confluenza  con  via normale 3320   1,30 4,25  
Croda di Cengles Vetta 3375   0,15 4,40  
Rifugio Serrisori 2721   1,50 6,30  
Stazione a monte Seggiovia del Pulpito 2350   0,50 7,20 Ore 8 con discesa diretta a valle lungo la Valle di Zay.

Croda di Cengles, in vetta con Ortles di fronte

Dati generali:

Grado di difficoltà:  abbastanza impegnativa

Località di Partenza:  Solda di Dentro

Punto di partenza: seggiovia Il Pulpito - Kanzell

Punto di arrivo: Croda di Cengles – Tschenglser Hoch wand

 quota massima: m.3375.

Dislivello in salita: 1075 dalla stazione a monte del Pulpito

Tempi di Percorrenza: andata e ritorno ore 7,30/8,30. Solo ferrata  1,30 / 2,00.

Punti di appoggio intermedi: Rifugio Serristori – Duesseldorfer Huette

Numeri di Segnavia: vedi tabella

Vie consigliate per il rientro anticipato alla base:

periodo consigliato: luglio- settembre

Principali  cime attraversate: Croda di Cengles

indicazioni particolari: da non sottovalutare anche la discesa per la via normale.