Skip to main content

Home / TRENTINO / Trentino - esperienze vive / Traversata del Gruppo di Tessa per Giogo di Quaira, Spronsertal e Passo di Lasinz

Ultimo aggiornamento: 29/03/2013

Traversata del Gruppo di Tessa per Giogo di Quaira, Spronsertal e Passo di Lasinz

Bellissima ma molto lunga traversata, meglio spalmarla in 2 giorni.

Il Gruppo della Giogaia di Tessa si trova tra la Val Venosta a sud, La val Senales ad ovest, la Val Passiria ad est e le valli di Fosse e di Pfelders a nord. E’ ricchissimo di acque e quindi di laghi tra i quali spiccano gli Spronserseen o Laghi di Sopranes. Qui si propone una traversta da sud verso est e poi ad ovest, molto lunga ma paesaggisticamente entusiasmante.  Dal momento vhe il punto di arrivo e di partenza non coincidono  è necessario prevedere l’utilizzo di due auto o meglio ricorrere all’ottimo servizio  di trasporti pubblici della Val Venosta. A parcibes si prende l’autobus sino a Lagundo e da qui un altro sino a Velloi. Per gli orari consultare  il sito Mobilità Alto Adige.

Aspetti positivi: grandi panorami uniti ad un paesaggio orograficamente molto vario e suggestivo, impreziosito dalla presenza dei numerosi laghi.

 Criticità = elementi da considerare:  itinerario molto  lungo e faticoso, sia pure in presenza di difficoltà tecniche  limitate e circoscritte al tratto  a sud della Forcella dei laghi, attrezzato.  Ideale prevedere la percorrenza in due giorni pernottando alla Oberkaser o al Rifugio Cima Fiammante.

Percorso stradale:  da Bolzano sud, uscita Autobrennero, si prende la superstrada per Merano sino al bivio per Velloi, poco dopo Foresta. Si prosegue  per 5 Km sino al parcheggio presso la vecchia cabinovia.  Circa 37 Km da Bolzano sud. Vedi mappa.

Itinerario:  dal parcheggio di Velloi, nei pressi della storica cestovia, si prende l’impianto che porta poco distante dalla Leiteralm.  Da qui  vi sono almeno tre possibilità di portarsi oltre la dorsale sud del Gruppo di Tessa, di seguito viene descritta la soluzione  intermedia che valicando il Giogo di Quaira  o  Taufenscharte che si raggiunge dopo due ore e mezzo di cammino salendo  dapprima una folta abetaia e in seguito un  ripido e stretto  canalone erboso.  Nella salita una volta fuori dal bosco  il panorama offre bellissimi scorci sulla piana di Merano e sulla Bassa Venosta.

Dal Passo con un lungo diagonale verso nord-ovest  ci portiamo verso la  parte mediana della Spronsertal.  Superata la morbida Forcella di Vizze davanti a noi si distende una bellissima radura erbosa  che racchiude in se i due bei laghetti di Vizze e Casera. Dalla parte opposta del secondo Lago spunta  la grande  sagoma della Oberkaeseralm, adibita ad accogliente ristoro.

Il paesaggio è caratterizzato da un alternarsi di rocce e magri pascoli con delle dolci elevazioni.  Verso ovest da un salto di roccia sgorgano le cascate del torrente che si passano avendole sulla sinistra. Superando in buona pendenza un salto di roccia di circa 150 metri.  

Dopo circa 40  minuti dalla malga si raggiunge il  Lago Verde dove si trova anche il bivio tra i segnavia 6  che in direzione nord porta alla Forcella di Sopranes e ai Laghi di Lavagna  (Schifersee) e il segnavia 22 che seguiamo in direzione ovest.  Pochi minuti ancora e incontriamo tra dossi e valloncelli  la grandiosa distesa di acque azzurre che risponde al nome di Lago Lungo o Langsee.

Ci alziamo ancora in quota e il sentiero ci porta ad attraversare i due Milchseen (Laghi del Latte). Ora si deve valicare il crinale di nord est dello Tschigot raggiungendo con un tratto veramente ripido e attrezzato in alcuni passaggi la Forcella dei Laghi  o Milchseescharte, m.2711.  Da qui  verso sud est  si gode il grandioso, seppur lontano, scenario delle Dolomiti: sassolungo, Sella, Marmolada.  Come sempre accade sulle creste, se ci giriamo verso nord, assai più vicine,  si stagliano davanti a noi  le inconfondibili sagome di Cima Fiammante (Lodner) e Bianca Grande (Hohe Weisse),  più a nord il grande crinale del Gurglerkamm con l’imponente Hintere Seelenkogel (Cima delle Anime).

Poco sotto la forcella sul versante nors c’è il bivacco Brunner. Si prosegue ora  su un  tratto di grosse pietre tagliando diagonalmente il fianco settentrionale del Tschigot sino a raggiungere il Passo di Lazins, m.2811, il punto più elevato del percorso.  Da qui due tracce portano sulla cima del Tschigot verso sud oppure sulla Cima Rosa verso nord-ovest. 

Si prosegue invece per il segnavia nr. 7 in direzione ovest per scendere su terreno detritico sino ai laghi  di Tablà e poi per pascoli sino al Rifugio Cima Fiammante.

Da qui al Rifugio Nassereto e poi alla stazione a monte della Funivia  di Parcines.

Da Parcines  si prende l’autobus sino a Lagundo e da qui un altro sino a Velloi.

Punto di partenza e transito sent quota T parz T.compl note
Cabinovia da Velloi per  Leiteralm 25 1440     In funzione a  seconda dei periodi dale 8 o  8,30
Leiteralm 25 1525 0,10    
Taufen Scharte 25b 2228 2,20 2,30  
Bivio sentiero 22 per Bocker Huette   2087 0,20 2,50  
Oberkaser,  ristoro 22 2134 O,20 3,10 Laghi Vizze e Casera
Gruensee, bivio ss. 6 e 22 22 2340 0,40 3,50  
Bivio ss. 22 e 7 7 2486 0,30 4,20 Sopra Lago Lungo
Milchsee Scharte 7 2711 0,40 5,00 Laghi del Latte,  breve tratto attrezzato
Halsljoch,  Passo di Lazins   2811 0,30 5,30  
Lago di Tablà   2656 0,20 5,50  
Rifugio Cima Fiammante 8 2264 0,50 6,40  
Gingglalm 8 1952 0,40 7,20  
Rifugio Nassereto (Nasserei Huette) 8 1529 0,50 8,10  
Stazione a Monte funivia Tessa da Parcines   1534 1,00 9,10 In funzione dalle 8 alle 19, salvo variazioni

Nota: i tempi di percorrenza indicati nelle tabelle sono del tutto indicativi e   si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri di dislivello per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  del terreno e meteorologiche  normali. Alcune quote indicate  generalmente contraddistinte da  (*), sono approssimative. Le mappe riportate sono approssimative.

La storica Cabinovia Velloi Leiteralm

ripida salita verso il Giogo dei Tauri

Pascoli Leiteralm e Val Venosta

La Piana di Merano

Dalla Taufenscharte alla Oberaser

Spronser Tal e Bocker Hütte

Pfitschjoechl e Kaser Lacke

Piana di Oberkaser e cascatelle

Laghi della Casera e di Vizze

Verso il Lago Verde e il bivio con il s.6

Gruensee, Lago Verde di Tessa

Dati generali:

Gruppo Montuoso: Texel Gruppe, Giogaia di Tessa.

Grado di difficoltà dei sentieri:  E

Segnaletica:  buona

Località di Partenza:  Vellau.

Punto di partenza:  Cestovia per Leiteralm.

Punto di arrivo:  il medesimo.

quota massima: m.

Dislivello in salita:. M.1824

Dislivello in discesa: 1745.

Lunghezza percorso:  Km 25  circa

Tempi  di Percorrenza: circa 9 ore

Punti di appoggio intermedi:  Oberkaser alm, Rifugio Cima Fiammante (Lodnerhuette)

Numeri di Segnavia:  vedi tabella.

Periodo consigliato:  fine   giugno – metà ottobre.

Vie per il rientro anticipato a valle:  .

Attrezzatura: normale da alta montagna.

Cartine: Kompass foglio 043, Naturpark Texelgruppe. Scala 1/25000.
info turistiche: Associazione Turistica Parcines e Rablà  0473 967157

Trasporti pubblici: Mobilità Alto Adige

Previsioni meteo locali:  Meteo Bolzano    Meteotrentino

L'intesno blu del Mückensee

l'impervia traccia per La Forcella dei Laghi

Milchsee, Lago del Latte

Scorcio da Forcella dei Laghi

Cima delle Anime, Hinere Seelenkogel

Bivacco Lammer alla Milchseescharte

Cima Bianca Grande, Hohe Weisse

Lodner, Cima Fiammante

Val di Lazins e Gurgler Kamm

Hochwilde Hohe Weisse Lodner

Lago Lungo e Lago del Latte

dal Passo di Lazins verso Forcella Laghi

Passo Lazins e Cima Rosa, Lazinser Rötelspitz

Tablander Lacken, Lago di Tablà

Lago di Tablà e dorsale Texelspitze Roteck

Lodnerhütte, Rifugio Cima Fiammante

ponte affollato

aspra valle di salita al Lodnerhuette

Panorama verso Parcines

Stazione a Monte Funivia da Parcines

 

 



Meteo