Skip to main content

Home / TRENTINO / Trentino - esperienze vive / Giro dei Sette laghi da Val Ridanna

Ultimo aggiornamento: 08/04/2013

Giro dei Sette laghi da Val Ridanna, Egerten Seen Tour, Alpi Breonie di Ponente, Alto Adige

Lunga magnifica escursione tra alti pascoli e ghiacciai.

Grandioso e panoramico itinerariio tra le cime di Ridanna e Monteneve ai piedi del Ghiacciaio di Malavalle. Ambiente grandioso costellato di torrenti, laghi e cascate. Frequenti saliscendi caratterizzano il percorso, peraltro privo di grandi difficoltà. Si consiglia la percorrenza in senso antiorario.

Aspetti positivi:  ambiente naturale assolutamente straordinario con una ricchezza di pascoli e laghi.  Presenza di più rifugi che consentono di prendere in considerazione la divisione del percorso su due giorni.

Criticità = elementi da considerare:  itinerario molto lungo e faticoso, con problemi di segnaletica nei pressi del Passo dell’Erpice (situazione 2011).

Percorso Stradale: dall’uscita autostradale di Vipiteno ci si dirige verso Racines  Giovo imboccando poi presso Stange la provinciale per la Val Ridanna. La si percorre sino a Ridanna, qui si gira a sinistra per Maso Matzer e infine per Maso Stein. Circa  16 km.

Itinerario:   si segue il percorso che porta al rifugio Vedretta Piana o Grohmann Huette che ci introduce nell’area chiamata delle Cascate Burkhard (Burkhard Klamm). Il sentiero dapprima risale un tratto di folta abetaia per poi costeggiare il torrente Fernerbach. Dopo circa 40 minuti si entra in una bellissima piana erbosa chiusa da un imponente salto di roccia inframezzato da una impetuosa cascata: siamo nell’Aglsboden in fondo al quale si trova la bella omonima malga.Il sentiero 9 oltrepassa sulla destra  questa pianura e risale diagonalmente le pendici occidentali dei contrafforti dell’Innere Hocheck. Ilo sentiero passa vicino alle cascate e poi  si immette in uno stretta forra pianeggiante dove scorre l’impetuoso torrente. Sopravanziamo le Obere Aglsfaelle sino a che, sopra una rupe rocciosa, scorgiamo il piccolo Rifugio Vedretta Piana.  Dopo circa 20 minuti lo si raggiunge  e ci si imbatte nel bivio tra il successivo Rifugio Vedretta Pendente  e il sentiero dei laghi.  Di fronte a noi incombente   sopra una estesa pianura solcata dal torrente denominata Sandboden e ospitante un piccolo lago senza nome,  si erge l’imponente mole del Capro (Der Botzer, m.3251).  Dal rifugio dobbiamo calare circa 100 metri imboccando il sentiero 33 che attraversato il Sandboden, in costante direzione sud si inoltra in una forra che, molto più avanti ci porta al  grande Lago Torbo o Truebel See. Incontriamo un bivio tra il sentiero 33 e il 33b, scegliendo quest’ultimo  che  prende quota sulla destra lasciando lo specchio azzurro del lago Torbo sotto di noi. Mano a mano che si procede tra sassi e magri pascoli  vediamo la parte  meridionale del Lago Torbo, di un celeste intenso. Qui non è raro incontrare sparuti gruppi di pecore  che indisturbate fanno il loro lavoro. In basso  è ben visibile la traccia del sentiero 33 che taglia diagonalmente le rocciose pendici orientali della Cima del Lago Torbo e  della Krapfenkarspitze (una traccia di sentiero risale la sua vetta, m.2707 per ridiscendere liungo il crinale est all’Aglsboden). L’ambiente è veramente idillico, costellato di piccole rocce  che colorano di grigio  gli ondulati pascoli.  D’improvviso dopo una collinetta ci si imbatte  in un bel lago  incastonato tra imponenti rupi rocciose: è il  primo dei tre Vorderer Senner Egerter Seen. Siamo a quota 2600 circa e procedendo verso  sud troviamo ora una estesa piana prativa al di là della quale una serie di colline rocciose ci conducono ad una bella valletta  con  sempre più magri pascoli  al termine della quale  si trovano i due Hinterer Senner Egerter Seen. Ci troviamo ai piedi delle pareti sud-occidentali della Hochgewaend e davanti a noi, ancora assai lontane, le rocciose figure  della Timmelspitze, della Schwarzeespitze e delle Moarerweissen, chiudono la valle.   Si procede a lungo in dolce pendenza, le distese di detriti prendono via via il posto  dei pascoli, finalmente ai piedi delle predette cime  si trova il più grande degli Hinterer Senner Egerter Seen, anche in estete sovente ricoperto parzialmente dai ghiacci.

Il sentiero 33° non è moltoi visibile qui e bisogna stare attenti a seguirne la traccia: si risale comunque ad  est verso il Passo dell’Erpice (Egertenjoch), m.2695. Da qui il terreno è molto ondulato e procedendo vesro sud  sotto di noi si distinguono le azzurre figure  dei Moarer Egerter Seen che risaltano tra il verde dei pascoli ai piedi delle Moarer Weissen.  Il sentiero 33 scende  velocemnete sino a lambire la riva del più grande dei  tre Moarerseen. Poco dopo il lago troviamo il bivio con il sentiero 33b che porta al Rifugio Monteneve, lo ignoriamo e continuiamo la discesa verso  est. Finalmente scorgiamo sotto doìi noi, berso ovest, la grande Moarerbergalm che  raggiungiamo con una ripida discesa su un sentiero selciato, testimonianza dei tempi delle miniere.  Tra sempre più pregnanti testimonianze dell’epoca mineraria percorriamo la lunghissima lussureggiante Lazzacher Tal, ignorando la forestale e  procedendo per il bel sentiero che costeggia il torrente.

Punto di partenza e transito quota sent Tempo  parz Tempo totale Note,  difficoltà, riferimenti
Parcheggio  Stein 1412 9      
Bivio ss. 9 e 9a 1712 9 1,00    
Grohmann Huette, Rifugio Vedretta Piana 2240 33 1,40 2,40  
Lago senza nome, bivio 33 e 33a 2137 33a 0,20 3,00  
Vorderer Senner Egertensee 2534   1,10 4,10  
Hinterer Senner Egertensee 2649   0,30 4,40  
Egerter Joch 2691 33 0,20 5,00 Bivio 33 e 33 a
Bivio ss 33 e 33b 2338 33 O,40 5,40  
Bivio ss 33 e 28 1920 28 O,40 6,20  
Parcheggio  Stein 1412 28 1,20 7,40  

Nota: i tempi di percorrenza indicati nelle tabelle sono del tutto indicativi e   si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri di dislivello per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  del terreno e meteorologiche  normali. Alcune quote indicate  generalmente contraddistinte da  (*), sono approssimative. Le mappe riportate sono approssimative.

profilo altimetrico giro dei Sette laghi Ridanna

Museo delle Miniere. Ridanna

Aglsboden

Cascate Burkhard

Sandboeden e Der Botzer, Il Capro

Sandboeden e il salto per l'Ebenferner

Sandboeden e Catena del Montarso

Truebersee, Lago Torbo

Lago Torbo e Moarerspitze

Obere Senner Egetensee

obere Senner Egetensee verso sud

Dati  salienti itinerario:

Destinazione: giro dei sette laghi (Egeten Seen)
Valle principale: Val Ridanna
Gruppo Montuoso: Stubaier Alpen
Paese di partenza: Masi Stein di Ridanna
località di parcheggio: Masi Stein
condizioni viabilità accesso: buone 
condizioni di parcheggio: buone
quota partenza: 1468
Lunghezza percorso: 29,7 Km.
dislivello salita: 1579
dislivello discesa: 1579
quota massima: m. 2706
tempo di percorrenza: .
periodo effettuazione Fine giugno – inizio ottobre
Cartine: Kompass foglio 058
info turistiche: Azienda per il Turismo di Racines –  Ridanna 0472 760608
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
punti appoggio intermedi: -

Note: la mappa tracciata è del tutto indicativa. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

 

pascoli e acque fluenti e non

colori riflessi acqua erba neve

ruscelli tra le pietraie delle Moarer Weissen

Senner Egetensee, sotto Passo Erpice

Lago dell'Erpice, Timmelspitze e Cima Lago Nero

Verso Passo dell'Erpice, Egetenjoch

Moarer Egeten Seen, Laghi del Massaro

Moarer Weissen da Lago Moarer

Moarerbergalm

Alti pascoli della Lazzacher Tal

Val Ridanna




Visualizza Egerten Seen, Laghi dell'Erpice in una mappa di dimensioni maggiori