Skip to main content

Home / TRENTINO / Trentino - esperienze vive / Escursione ad anello tra lo Sciliar e i Denti di Terrarossa, Alto Adige

Ultimo aggiornamento: 29/11/2013

Escursione ad anello tra lo Sciliar e i Denti di Terrarossa, Alto Adige

Bellissimo e panoramico itinerario ad anello  che tocca uno dei posti più apprezzati dell'intero Alto Adige.  Il percorso  prende il via dall’Alpe di Siusi e si snoda nella parte nord  dello Sciliar più precisamente  tra il Monte Pez e i Denti di Terrarossa. Per il ritorno si può optare anche per il sentiero n. 2 che risale la Rosszahnscharte e ridiscende il crinale  Goldknopf Grunserbuehl.

Aspetti positivi:  panorami a 360 gradi, assenza di  grosse salite e  comodità dei percorsi, ad eccezione di un brevissimo  tratto sopra il Rifugio Alpe di Tires, rendono questo itinerario vivamente consigliabile. 

Criticità = elementi da considerare:  itinerario piuttosto  lungo, sconsigliabile in caso di scarsa visibilità delle cime in quanto l’orientamento può risultare difficoltoso.

Percorso stradale:  da Bolzano Nord , uscita   autostradale, si prende  la provinciale SP 24 per Castelrotto. E poi  secondo le limitazioni di traffico stagionali ed orarie si prosegue per l’Alpe di Siusi o ci si serve della funivia. Circa  30 Km. Vedi Mappa.

Sciliar con le Torri Euringer e Santner

verso la Saltner Huette

Letze Tankstelle, Saltner Huette

Alpe di Siusi, Altopiano dello Sciliar

Denti di Terrarossa e Sassopiatto

Itinerario:  Dal parcheggio si procede per la strada proncipale un ventinaio di metri in direzione sud sino ad incontrare sulla destra il bivio  per i sentieri 7 e 10. Si attraverssa ora con alcuni saliscendi l’ondulato altipiano in  direzione sud ovest. Dopo circa 40 minuti si intercetta il bivio con il sentiero 5, lo si segue  arrivando in circa 20 minuti alla Saltner Huette, m.1835.

 Ora si segue l’indicazione Rifugio Bolzano  o Schlernhaus e in direzione ovest con una pendenza regolare si supera l’imponente  salto roccioso  dello Sciliar con le caratteristiche due torri sulla destra,  arrivando  sul vasto altopiano alla cui estremità nord occidentale è situato il rifugio. Eccezionale il panorama.  L’itinerario riprende  ritornando  al bivio tra i sentieri 1 e 4 con la cresta dei Denti di terrarossa in primo piano e ancora più a si nistra l’inconfondibile mole del Plattkofel o Sassopiatto. Si imbocca  quest’ ultimo  in direzione  est sud est  lambendo le morbide pendici settentrionali del  Kranzer oltrepassando le Lastre di Terrarossa sino al bivio tra i sentieri 4 e 4b o  Ferrata Maximilian (Maximilian Steig). Verso sud e verso ovest l’orizzonte è chiuso dalle imponenti cime del Catinaccio della Croda di Re Lautino e delle Torri del Vaiolet, ancora più ad ovest il Gruppo del Latemar. Procediamo più agevolmente per il sentiero 4 e in poco più di  un’ora raggiungiamo il rifugio Alpe di Tires.

A questo punto si potrebbe completare l’anello percorrendo il sentiero nr  2 che risale la Forcella Rosshahn e po declina verso nord  lungo il crinale della Punta d’Oro e del Col dal Spiedl. (circa 1,50 ore per  raggiungere Kompatsch).  Il nostro itinerario invece descrive un anello più marcato e quindi più lungo, ma senza grosse risalite: si imbocca infatti la mulattiera segnavia  4 sino a Dialer. Da qui il sentiero 7 sino al Rifugio Molignon o Mahlknechthuette, alla baita Rosa Alpina,  alla Baita Punta d’Oro,  al Saltner e infine al Parcheggio.

Punto di partenza e transito quota sent Tempo  parz Tempo totale Note,  difficoltà, riferimenti
Parcheggio  Kompatsch 1844 7-10      
Bivio set.  7 e 10 1868 10 0,10    
Bivio sent 10 e 5 1910 5 0,40 0,50  
Saltner Huette 1835   0,20 1,10  
Bivio ss 5 e 1 1900 1 0,20 1,30  
Rifugio Bolzano 2455 4 1,40 3,10  
Bivio 4 e 4b 2556 4 0,50 4,00  
Rifugio Alpe di Tires   4-8 1,10 5,00  
Mahlchnekthuette, Rifugio Molignon 2056 7 1,00 6,00  
Bivio ss 7 e 12   7 0,20 6,20  
Parcheggio  Kompatsch 1844   1,10 7,30  

Nota: i tempi di percorrenza indicati nelle tabelle sono del tutto indicativi e   si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri di dislivello per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  del terreno e meteorologiche  normali. Alcune quote indicate  generalmente contraddistinte da  (*), sono approssimative. Le mappe riportate sono approssimative.

La catena settentrionale del Catinaccio

Schlernhaus, Rifugio Bolzano al Pez

Latemargruppe da Monte Pez

Plattkofel, Sassopiatto da Monte Pez

sul sentiero 4 verso il Kranzer

Schlernhaus e Monte Pez

Val Gardena e Gruppi Odle e Puez

Crode di Ciamin, Torri del Vaiolet e Catinaccio

Dati  generali:

Gruppo Montuoso: Catinaccio Sciliar

Grado di difficoltà dei sentieri:  E

Segnaletica: buona

Località di Partenza:  Alpe di Siusi. Parcheggio Kompatsch, m.1844

Punto di partenza:  il medesimo

Punto di arrivo:  il medesimo.

quota massima: m.2556, bivio ss. 4 e 4 B.

Dislivello in salita:. M.1235

Dislivello in discesa: m. 1235

Lunghezza percorso:  Km 23,2circa.

Tempi  di Percorrenza:  ore 6,30 – 7,30 (i tempi si accorciano se si rinuncia alla salita della Ritzlar).

Punti di appoggio intermedi:  Rifugio Croce di Latzfons

Numeri di Segnavia:  vedi tabella.

Periodo consigliato:  metà  giugno – metà ottobre.

Vie per il rientro anticipato a valle:  -

Attrezzatura: normale da alta montagna.

Cartine: La Giralpina, n.11, Val Gardena. Scala 1/25000
info turistiche: Associazione Turistica  Alpe di Siusi, tel 0471727904

Trasporti pubblici: Mobilità Alto Adige

Previsioni meteo locali:  Meteo Bolzano    Meteotrentino

Sentiero nr 4 e Gruppo Catinaccio

Val di Tires con dorsale Nigglberg Tschafatsch

Particolare del Gruppo Catinaccio

Rifugio e Passo Alpe di Tires

Discesa e risalita per Tieralpenhuette

Marmolada e Pelmo da Tiersalpen Scharte

Val Duron Sassopiatto e Gruppo Sella

Tiersalpenhuette da est

Denti di Terrarossa da est

Denti di Terrarossa da Dialer

Mahlknechthuette, Rifugio Molignon

Sassopiatto e Jendertal

veduta verso nord ovest

Sassolungo e Sassoèpiatto da Sciliar




Visualizza sciliar catinaccio in una mappa di dimensioni maggiori

Meteo