Skip to main content

Home / TRENTINO / Trentino - esperienze vive / Escursione ai Laghi della Fame e Kortscher Schafberg

Ultimo aggiornamento: 28/03/2013

Escursione a Kortscher Schafberg e Laghi della Fame, Alto Adige

Grandioso solitario percorso sopra la Val di Lagaun.

Bellissimo itinerario in zone poco frequentate che  ci porta a conoscere  la frastagliata catena montuosa che divide la bellissima Val di Lagaun dalla Val di Silandro. Si parte da Masi del Covolo, Val Senales, puntando al Giogo di Tasca e poi ai  Laghi della Fame o Hungerschartenseen.

Aspetti positivi:  la ricchezza  di laghi alpini della zona è stupefacente. Assolutamente meravigliosi i due Laghi della Fame icastonati come gemme in un territorio aspro e caratterizzato da molte rocce e magri pascoli.

 Criticità = elementi da considerare:  itinerario piuttosto lungo e faticoso, assenza di difficoltà tecniche.

Percorso stradale:  da Bolzano sud, uscita Autobrennero, si prende la superstrada per Merano sino al bivio per la Val Senales. La si percorre sino  ai masi del Covolo, m.1950, qualche centinaio di metri prima di Maso Corto. Si parcheggia a lato della strada in prossimità della fermata del bus di linea. Circa 65 Km. Vedi mappa.

Itinerario:   di fronte al maso si risalgono in direzione ovest i prati lungo un camminamento in mezzo a due steccati. Al limitare  del bosco si incontra un bivio con il sentiero 5  che attraversando diagonalmente il bosco in direzione sud porta all’imbocco della  affascinante Val di  Lagaun.   Qui si incontra un bivio e si segue il segnavia 4. Si attraversa la valle  in direzione sud  superando un ponticello di legno. Dapprima su bosco rado e poi  su magri pascoli alternati a distese di detriti  il sentiero risale  con diverse serpentine il fianco nord della dorsale  Bergler Spitze – Kortscher Schafberg  sino ad arrivare ad una sella (Giogo di Tasca) nei pressi della quale sono ben visibili i resti dell’ Heilbronner Huette e dove è stata eretta una bella croce che domina la Val Senales e offre incantevoli vedute sulle dirimpettaie Cime di Tessa.  Di fronte a noi verso sud est le Bergler Spitze ai piedi delle quali  si nota il Lago Nero , il più alto e più piccolo dei tre Laghi di Corzes. 

Si prosegue ora per buona traccia in direzione ovest, alti sopra la Val di Silandro. Questo  percorso ha alcuni brevi tratti parzialmente esposti,  ma si può procedere senza problemi in quanto la traccia è ben marcata ed il fondo è buono.

Avanzando verso ovest  lo sguardo viene ora attratto da due macchie azzurre scuro in mezzo a verdi pascoli: sono i due laghi di Corzes o Kortscher Seen.   Si procede verso ovest  e improvvisamente  dinanzi a noi in mezzo a  grosse formazioni rocciose  si presenta una macchia verde che brilla ai raggi del sole: è il Lago della Fame Inferiore (Hungerschartesee) al di la del quale, verso nord risalta il bianco abbacinante del Ghiacciaio di Saldura.  Risalendo un comodo costolone roccioso dopo circa un quarto d’ora, a 2778 metri di quota, ci imbattiamo nel più alto e magnifico Hungerschartensee: il lago ha una penisola verso nord e una forma che ricorda un ferro di cavallo.  Il posto è talmente bello, con la Punyta di Lagaun proprio di fronte, che a malincuore lo si abbandona.

Si avanza lasciando il lago a sud risalendo sempre in direzione ovest il poco inclinato crinale, qui la traccia  in qualche tratto è labile, ma in ogni modo è impossibile perdersi in quanto la direzione verso l’alto  è obbligata. L’ultimo tratto è abbastanza ripido e cosparso di detriti, ma non presenta difficoltà di sorta. Arriviami così sul pianoro  sommitale che non presenta una elevazione più significativa delle altre, ci spostiamo qua e la curiosando tra le piccole ondulazioni, beando la vista dello strabiliante spettacolo di fronte a noi: dal Monyte Alto  a Cima Ramudla,  dal Gruppo Saldura Lagaun alla Punta Oberettess e la Palla Bianca, il Similaun le Cime Nere e il Gruppo di Tessa verso est.

Ritorno: per la via di salita.

Punto di partenza e transito sent quota T parz T.compl note
Masi del Covolo 5 1942      
Bivio ss.  5 e 4 4 2172 0,40    
Giogo di Tasca traccia 2771 1,50 2,30  
Lago della Fame Inferiore   2720 0,50 3,20  
Lago della Fame superiore   2772 O,20 3,40  
Kortscher Schafberg   3099 1,20 5,00  
Giogo di Tasca 4 2771 1,40 6,40  
Masi del Covolo - 1942 1,40 8,20  

Nota: i tempi di percorrenza indicati nelle tabelle sono del tutto indicativi e   si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri di dislivello per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  del terreno e meteorologiche  normali. Alcune quote indicate  generalmente contraddistinte da  (*), sono approssimative. Le mappe riportate sono approssimative.

Masi del Covolo, parcheggio

Ponticello sul Lagaunbach

Lagauntal e Punta di Lagaun

Verso il Giogo di Tasca, Taschenjoechl

Stotz e Lagaunspitze

Maso Corto, Kurzras

Giogo di Tasca, Taschenjoechl

Giogo di Tasca e Punta di Oberettes

Lago Nero di Corzes e Bergler Spitze

Dati generali:

Gruppo Montuoso: Catena di Saldura Mastaun

Grado di difficoltà dei sentieri:  E

Segnaletica:  sufficiente sino ai laghi, poi traccia con ometti.

Località di Partenza:  Masi del Covolo, 800 metri prima di Maso Corto

Punto di partenza:  piccolo parcheggio nei pressi del Maso.

Punto di arrivo:  il medesimo.

quota massima: m. 3099, Kortscher Schafberg.

Dislivello in salita:. M.1280 incluse risalite.

Dislivello in discesa: come salita.

Lunghezza percorso:  Km 16 circa

Tempi  di Percorrenza:   8-9 ore andata e ritorno.

Punti di appoggio intermedi:  nessuno.

Numeri di Segnavia:  vedi tabella.

Periodo consigliato:  fine  giugno – metà ottobre.

Attrezzatura: normale da alta montagna.

Cartine: Kompass foglio 051, Naturno Laces, Val Senales. Scala 1/25000. .
info turistiche: Associazione Turistica Val Senales 0473 666077  

Trasporti pubblici: Mobilità Alto Adige

Previsioni meteo locali:  Meteo Bolzano    Meteotrentino

 

Taschenjoechl e Lagaunferner

Laghi di Corzes, Kortscherseen

Lago della Fame Inferiore e Kortscher Schafberg

Hungerschartesee e Lagaunspitze

Il sassoso fianco est del Kortscher Schafberg

Hungerschartensee e Bergler Spitze

Forellini a 3000 metri sul Kortscher Schafberg

Val di Lagaun e Giogaia di Tessa

Palla Bianca e Punta di Oberettes

Vetta del Kortscher Schafberg

Croce di vetta e Lagaunferner

Veduta verso Cima Ramudla e Upia

Laghi della Fame,di Corzes e Vernago




Visualizza Kortscher Schafberg in una mappa

Meteo