Skip to main content

Home / TRENTINO / Primiero e San Martino / Gruppo delle Pale di San Martino / Via Ferrata Bolver Lugli al Cimon della Pala

Ultimo aggiornamento: 16/09/2011

Via Ferrata Bolver Lugli al Cimon della Pala

Lunga e fisicamente impegnativa ferrata

Magnifica Via Ferrata  che risale la parete sud del Cimon della Pala  sino al Bivacco Fiamme Gialle e al sottostante Passo del Travignolo.  Notevole lo sviluppo  con numerosi passaggi esposti e difficili, anche se non  estremamente impegnativi dal punto di vista tecnico.  La sua lughezza  e il dislivello (700 metri di salita) tuttavia la rende consigliabile a persone dotate di esperienza e  in buona forma fisica, anche perché le vie di ritorno sono lunghe e non semplici  (Val dei Cantoni e passo Bettega oppure Val di Strut e sentiero Farangole).

Dal Bivacco Fiamme Gialle altamente raccomandata è la salita, priva di vere difficoltà, alla Cima Vezzana, m.3192. Asai più complessa la salita al Cimo de la Pala (alcuni passaggi di 3° grado).

Avvicinamento: visti i dislivelli si consiglia, almeno in stagione di guadagnare quota utilizzando il primo tronco della Cabinovia Colverde  a San Martino di Castrozza che porta sino a 1965 metri.

Ritorno: La via più “breve “ è la discesa della Val Cantoni, sentiero a tratti non ottimamete tracciato, e la risalita al passo Bettega. Da qui con sentiero 716 al Rifugio Rosetta  e alla funivia. Assai più impegnativa e lungo la discesa per la Val Strut, dopo aver superato la relativamente  facile Ferrata    Gabitta d’Ignoti. Nella parte bassa della Val Strut si interseca il sentiero 703 delle Farangole e dal bivio in circa 2 ore al Rifugio Rosetta e alla stazione a monte della cabinovia Colverde – Rosetta.

Tabella tempi parziali di percorrenza e andamento altimetrico

Pale di San Martino, ferrata Bolver Lugli e Cima Vezzana

luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo complessivo Note,  difficoltà, riferimenti
Staz. Monte seggiovia Colverde 1965 701 - -  
Inizio Ferrata Bolver 2300 706 1,00 1,00 Ferrata lunga e abbastanza difficile
Bivacco Fiamme gialle 3005   2,30 3,30  
Passo del Travignolo 2925   0,15 3,45  
Cima Vezzana 3192   0,35 4,20  
Passo di Val Strut     1,00 5,20 Discesa  con  ferrata Gabitta d’Ignoti, non difficile
Bivacco Brunner 2625   0,45 6,05  
Bivio 716, 703 2290   0,45 6,50  
Pian dei Cantoni 2313   1,00 7,50  
Rifugio Rosetta 2581   0,50 8,40  

 

Ritorno per Val Cantoni senza salita alla Vezzana

luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo complessivo Note,  difficoltà, riferimenti
Staz. Monte seggiovia Colverde 1965 701 - -  
Inizio Ferrata Bolver 2300 706 1,00 1,00 Ferrata lunga e abbastanza difficile
Bivacco Fiamme gialle 3005   2,30 3,30  
Passo del Travignolo 2925   0,15 3,45  
Val cantoni 2550        
Passo Bettega 2667   1,30 5,15  
Rifugio Rosetta 2581   0,30 5,45  

Dati generali:

Grado di difficoltà: EEA- MD

Località di Partenza: San martino di Castrozza

Punto di partenza: Cabinovia Col Verde

Punto di arrivo: Bivacco Fiamme Gialle

 quota massima: 3005

Dislivello in salita: 1040 circa

Tempi di Percorrenza: ore 3,30 solo salita

Punti di appoggio intermedi:

Numeri di Segnavia: 706

periodo consigliato: estate, inizio autunno

Principali  cime attraversate: Spalla Cimon della Pala




Visualizza Ferrata Bolver Lugli in una mappa di dimensioni maggiori