Skip to main content

Home / TRENTINO / Primiero e San Martino / Gruppo delle Pale di San Martino / Alta via del Mulaz, percorso ad anello nel regno delle Pale di San Martino

Ultimo aggiornamento: 09/12/2011

Alta via del Mulaz

Percorso ad anello nella parte nord occidentale delle Pale di San Martino

Gruppo delle Pale e Val Venegia

Suggestivo percorso ad anello che ha inizio in Val Travignolo in località Parcheggio Pian dei Casoni (strada per Passo Valles). L’itinerario percorre  la  stupenda Val Venegia sino nei pressi del  Campigol della Vezzana dove con il sentiero 749 si risalgono le ripidi pendici erbose di Cima del Lago sino alla Forcella Venegia e di qui girando a oriente si traversa in diagonale  le pendici orientali di Cima Venegia portandosi a Passo la  Venegiota. Qui  con qualche attrezzatura si risale l’aspra valle che

Bivio per scorciatoia Passo Venegiota

separa la Cima del Mulaz dalla Catena del Focobon sino al Rifugio Volpi al Mulaz e al Passo del Mulaz. Opzionale, ma altamente consigliata la salita su traccia non particolarmente impegnativa alla cima, prevedere qualcosa meno di  2 ore. Dal Passo di Mulaz una lunga e tortuosa discesa  con tratti attrezzati ci riporta  in Val Venegia e al parcheggio.

Aspetti positivi:  itinerario in ambiente selvaggio e con panorami irripetibili sul versante nord ovest delle Pale di San Martino. Dislivello  non eccessivo.

 Criticità = elementi da considerare:  percorso scosceso nella discesa da Passo del Mulaz verso Val Venegia.

Verso Passo Venegiota

Percorso stradale:  da Egna,  uscita autostradale dell’Autobrennero si imbocca la  Statale 48 delle Dolomiti sino  nei pressi di Predazzo  da dove si prende il bivio per il Passo Rolle e poi per il Passo di Valles.  Circa 54 km dal’uscita autostradale di Egna.  Circa 100 Km da Bassano del Grappa per la Valsugana e la  statale del Primiero.

 Itinerario: dal parcheggio per strada bianca ci si dirige  con modesta pendenza  verso est nella Bellissima Val Venegia, costellata di enormi larici, superando in

Sentiero 751 a ovest di Forcella Fochet

successione le belle costruzioni di Malga Venegia e Malga Venegiota. Si prosegue nel bosco  sino ad una radura, Campigol della Vezzana, dove una tabella ci indica la direzione da seguire per  la forcella Venegia, segnavia 749. Dopo circa 20 minuti si raggiunge

s. 751 verso la Valle di Focobon

un altro bivio dove un sentiero senza numero ci segnala la via per Passo Venegiota. Imbocchiamo questa direzione per accorciare il cammino senza passare da Forcella Venegia. Qui  l’orizzonte si ampia  sulla Val di Valles e spazia dal Monte Pradazzo alla Catena di Costabella Cima Uomo Sasso di Valfredda e Marmolada, parete sud. Con traversi abbastanza esposti il sentiero, segnavia 751, percorre diagonalmente  le ripide pendici delle contrafforti orientali del Mulaz: man mano che si procede verso sud est  sempre più nette si stagliano nel cielo di fronte a noi le inconfondibili sagome delle torri e dei campanili della Catena di Focobon. Con una progressiva deviazione verso sud  il sentiero inizia a inerpicarsi, con maggiore decisione  e qualche attrezzatura nei tratti più scabrosi, lungo l’ampio e  tormentato vallone roccioso che con diversi  salti e cambi di pendenza risale sino al  corto pianoro invaso da enormi

Via salita lungo la Val Focobon

massi  nel quale sorge il Rifugio Mulaz, ore 3 e 20 dalla partenza. Lp’ambiente moto selvaggio, altissime e vicine le cime incombrenti di Campido e Focobon. Dopo una

Verso Passo Mulaz

sosta al rifugio si riprende il cammino per il vicino soprastante Passo di Mulaz.

A questo punto, considerate le proprie energie, l’evoluzione meteo, il tempo a disposizione, bisogna decidere se  tentare la salita a Cima Mulaz per una traccia di sentiero ben delineata, impegnativa ma non troppo, assai ripida e su terreno a volte friabile.  In circa un’ora si raggiunge la vetta salendo dal versante orientale e una volta in cima non si può che rallegrarsi del favoloso panorama che si gode di lassù. In circa 40 minuti di prudente discesa si ritorna al Passo Mulaz.

La discesa verso val Venegia non è agevole, il sentiero è tortuoso, esposto, scivoloso e ripido: qualche attrezzatura nei punti più delicati  agevola di molto la percorrenza.  In compenso il panorama  rimane sempre meraviglioso e le due ore che ci separano dal parcheggio passano assai velocemente, senza trascurare la grande opportunità di fare una sosta a Malga Venegiota per ritemprare lo spirito e le membra.

luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo totale Note,  difficoltà, riferimenti
Parcheggio Pian dei Casoni 1671 strada      
Malga Venegiota 1824   O,30    
Campigol de la Vezzana 1885 749 0,10 0,40 Bivio 749
Bivio s.749 e ssn per F. Venegiota 2010 c.a   0,20 1,00  
Forcella Venegiota 2303 751 0,40 1,40  
Forcelletta dei Fochet, bivio 774     0,20 2,00 774 per rifugio Bottari
Rifugio Volpi 2571 sn 1,20 3,20  
Passo Mulaz 2619 710 0,15 3,35  
Salita al Monte Mulaz, 2906 sn 1,00 4,35  
Passo Mulaz 2619 710 0,40 5,15  
Campigol Vezzana 1918   1,20 6,35  
Parcheggio Pian dei Casoni 1671 strada 0,40 7,15  

 

Cartina anello del Mulaz

 Elaborazione Cartina su gentile concessione Editrice Lagiralpina. Tel.0432800870

Nota: i tempi di percorrenza indicati nelle tabelle sono del tutto indicativi e   si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri di dislivello per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  del terreno e meteorologiche  normali. Alcune quote indicate  generalmente contraddistinte da  (*), sono approssimative.

Dati generali:

Le Pale di San Martino da Cima Mulaz

Grado di difficoltà dei sentieri:  E, escursionistico.  EE per la salita al Monte Mulaz che presenta qualche tratto esposto e per la discesa dal Passo di Mulaz verso ovest che ha qualche tratto attrezzato.

Segnaletica:  generalmente buona ad eccezione di alcuni tratti sui prati tra Il Campigol della Vezzana e Forcella Venegiota (situazione 2008)

Località di Partenza:  Parcheggio Pian dei Casoni, strada per Passo Valles.

Punto di partenza:  il medesimo.

Punto di arrivo:  il medesimo, percorso ad anello.

quota massima: m. 2906, Monte Mulaz

Dislivello in salita: m. 1250 circa incluse le risalite.

Lunghezza percorso:

Tempi di Percorrenza: ore  7-  7,30   escluse le pause..

Punti di appoggio intermedi: Rifugio Volpi di Misurata al Mulaz.

Numeri di Segnavia: ssn, 749, ssn, 751,710, ssn

Periodo consigliato:  fine  giugno – fine  settembre.

Vie per il rientro anticipato a valle:  -

Cartografia: Editrice la Giralpina, Foglio n.7 “Dolomiti Agordine e Fassane” scala 1/25000.

Informazioni turistiche: Azienda per il Turismo Valle di Fiemme, tel. 0462 241111

Trasporti pubblici: Trentino Trasporti, tel.0461821000



Meteo