Skip to main content

Home / TRENTINO / Primiero e San Martino / Gruppo Cimonega e Vette Feltrine / Escursione Vederna Monte Pavione Vette Grandi.

Ultimo aggiornamento: 09/12/2011

Escursione Vederna Monte Pavione Vette Grandi.

Bell'itinerario tra il Primiero e il Feltrino

Pian Vederna Pavione e vette Feltrine

Siamo ai confini tra provincia di Belluno e Trento, all'imbocco della Val di Primiero. Quello descritto è un ìnteressante itinerario ad anello che ci consente di  avvicinarci alla sorprendente dolce bellezza delle Vette Feltrine che hanno nel Monte Pavione la loro massima elevazione. Raggiunto faticosamente  il Passo Pavione, tutto diventa

Malga Agnerola e Monte Totoga

più semplice: comoda percorrenza su crinali erbosi e con pendii meno ripidi, panorami bellissimi sulle Pale di San Martino e sul Gruppo Cimonega oltre che sulle Alpi Feltrine.

Aspetti positivi:  percorso senza rilevanti difficoltà, percorrenza in alta quota su verdi pascoli.

 Criticità = elementi da considerare:  lunghi tempi di percorrenza  dovuti all’avvicinamento al Passo Pavione dal Rifugio Vederna, ideale  un pernottamento al Rifugio per compiere il giorno successivo la traversata delle Vette Feltrine sino al Passo della Fimestra e ritorno al Rifigio Fonteghoi e Vederna (percorso comunque assai lungo)

Malga Monsampiano

Percorso stradale:  da Trento si prende la statale 47 della Valsugana. Superato Primolano si imbocca la SS 50 del Primiero  percorrendola sino a Pontet. Nei pressi della diga sul Lago Schener si imbocca sulla destra una strada sterrata di 17 km che porta al rifugio Vederna. In totale circa 106 Km. Da Bassano del Grappa ss. 47 sin prima di Primolano e poi come sopra. Circa 51 km.

 Itinerario:   Dal Rifugio Vederna il sentiero 736 sale nel bosco in direzione sud tagliando in 2 punti la forestale, dopo circa 40 minuti si arriva alla bella piana con alcuni  laghettinei pressi dei quali si trova Malga Agnerola.  Dalla Malga si procede per un breve tratto su strada bianca  e poi il sentiero si stacca nel bosco ed inizia a

Monte Pavione Gruppo Cimonega e Col di Luna

salire in direzione  est per poi girare bruscamente a sud arrampicandosi lungo i fianchi del Monte Pavione.  Sotto di noi i bei pascoli  di Malga Agnerola dietro la quale , al di là della profonda Valle Schener si erge  il massiccio del Totoga. Avvicinandosi alle rocce il sentiero si fa più ripido e leggermente esposto, in qualche tratto si trovano delle corde metalliche per migliore sicurezza. Superati gli ultimi larici si indovina in alto il rotondo profilo del Monte Pavione, ora il sentiero traversa diagonalmente i ripidi prati continuando verso sud, sino ad intersecare  nei pressi di Passo Pavione, m.2059, il sentiero 817.

Col di Luna

Siamo ormai sulla linea di cresta: qui si segue il sentiero 817, in direzione nord, che dapprima porta alla cima del Monte Monsambano e poi, regalandoci panorami via via più estesi,  seguendo il crinale erboso alla Cima di Monte Pavione (tre ore dal Rifugio Vederna).  Bellissime vedute su tutta la Valle del primiero, il Lagorai e cima d’Asata, Le pale di San Martino, la sinuosa linea delle sottostanti Vette Feltrine, gli eleganti massicci rocciosi del Piz de Sagron e del Sas de Mur. 

Dalla cima del Pavione è un vero piacere seguire verso est il sinuoso sentiero che rimanendo sulle curve creste porta a Col di Luna. Qui si ritorna a sud  sorpassando

Vette Feltrine verso nord

sulla sinistra la Busa delle Vette e raggiungendo l’omonimo passo subito sotto il quale si trova l’accogliente Rifugio Dalpiaz, m.1994.

Con dispiacere si lascia questo ameno posto dirigendosi lungo una mulattiera, segnavia 810, che in falsopiano, aggirando da sud ovest le Vette Grandi e il Monte Front, dopo circa un’ora ci porta alla Malga di Monsampiano, m.1902.  Da qui si prende verso nord il s.817 che in salita ci riporta a Passo Pavione dal quale si ripercorre in senso inverso il sentiero 736 dell’andata.

+luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo totale Note,  difficoltà, riferimenti
Rifugio Vederna 1324 736 - -  
Malga Agnerola 1548 736 0,40    
Passo del Pavione 2059 817 1,20 2,00  
Monte Pavione 2335   1,00 3,00  
Col di Luna  2295        
Sella delle Cavallade 2081        
Passo Le Vette Grandi 1994        
Rifugio dal Piaz 1993 810 1,15 4,15  
Malga di Monsampiano 1902   1,00 5,15  
Psso Pavione 2059 736 0,25 5,40  
Malga Agnerola 1548   1,15 6,55  
Rifugio Vederna     0,30 7,25  

Nota: i tempi di percorrenza indicati nelle tabelle sono del tutto indicativi e   si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri di dislivello per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  del terreno e meteorologiche  normali. Alcune quote indicate  generalmente contraddistinte da  (*), sono approssimative. Prima di intraprendere l’itinarario, specialmente fuori stagione, è bene assumere informazioni presso i Comuni e/o i rifugi circa la percorribilità dei sentieri.

Dati generali:

Grado di difficoltà dei sentieri:  E, escursionistico con breevissimi e facili tratti attrezzati prima del Passo  Pavione

Segnaletica:  sufficiente.

Località di Partenza:  Rifugio Vederna

Punto di partenza:  il medesimo.

Punto di arrivo:  il medesimo, percorso ad anello.

quota massima: m. 2335, Monte Pavione

Dislivello in salita: m. 1160 circa incluse le risalite.

Lunghezza percorso

Tempi di Percorrenza: ore  7,30, escluse le pause

Punti di appoggio intermedi:  Rifugio Dal Piaz.

Numeri di Segnavia: 736, 817, 810, 817, 736.

Periodo consigliato:  metà  giugno – metà  ottobre.

Vie per il rientro anticipato a valle:  -

Cartografia: Editrice la Giralpina, Foglio n.6 “Pale di San Martino, Cimonega, Vette” scala 1/25000.

Informazioni turistiche: Azienda per il Turismo del Primiero, tel. 0439768867,

Trasporti pubblici: Trentino Trasporti, tel.0461821000