Skip to main content

Home / TRENTINO / Altopiano di Folgaria / Anello Cima Portule Cima Kempel Cima Larici

Ultimo aggiornamento: 10/12/2011

Anello Cima Portule Cima Kempel Cima Larici

Bella e facile escursione sul crinale tra Valsugana e Altopiano Folgaria

Strada militare per Val renzola e Cima Portule

Piacevole itinerario sul crinale che divide la Valsugana dall'Altipiano di Folgaria Lavarone Luserna, escursione  senza grosse asperità che ci porta in una zona poco frequentata in quanto lontana da grossi centri turistici.  Veramente gradevole  salire lungo l’ampia  dorsale di Cima Portule  con panorami vastissimi su tutte le principali

Malghe e rifugio Larici

catene  montuose del Trentino e in particolare su Lagorai Cima d’Asta e il Gruppo di Brenta.

Aspetti positivi:  arioso, facile e panoramico itinerario  tra l’altipiano di Folgaria e la Valsugana.

 Criticità = elementi da considerare:  percorso poco segnalato tra Cima Larici e Malga Larici.  Un po’ noiosa la forestale sino a Bocchetta Portule. Attenzione a non sbagliare il bivio con lp’auto per la Val Larici.

Cima Larici Cima Mandriolo e Gruppo di Brenta

Percorso stradale:  da Trento si prende la statale 47 della Valsugana. Superato Caldonazzo si prende Verso levico e poi verso Lochere la SP 133 fino a Monte Rovere dove si gira a sinistra per la SS349 e si continua per circa 10 Km superando mil confine tra Trentino e Veneto. A quota 1170 circa  si incontra un bivio sulla sininstra con indicazione “Rifugio Larici”. Si imbocca questa stradina asfaltata  che co porta ad un parcheggio vicino al Rifugio. Circa 45 Km da Trento. Da rovereto si imbocca invece la SS 350 per Folgaria e poi la SS 349, circa

Dorsale di Cima Portule

54 KM.

 Itinerario:  dal parcheggio  ci si dirige verso est in direzione della malga Larici di Sotto. Qui si prosegue con il segnavia 826 che seguendo il tracciato di una vecchia strada  militare che tagliando trasversalmente il fianco sud di cima Larici  e del Monte Erba porta dapprima in Val Renzola, circa 50 minuti,  poi  piegando verso sud est con qualche salita conduce a Bocchetta Portule, m.1937. (poco meno di due ore dal parcheggio).

Cima Portule e Monte Trentin

Si inizia ora a risalire verso nord la lunga ariosa dorsale di  Portule superando dapprima lil Monte Colombaretta di Portule, i Cornetti di Bocchetta Portule.  Il panorama è veramente sorprendente: dai Monti del Garda alle cime dell’Adamello,  al Gruppo di brenta e alla lunghissima Catena del Lagorai. Dopo quasi un’ora e mezzo di media salita  si arriva alfine in vetta a Cima Portule dove  è posizionata una croce in acciaio.

Dalla Cima del Portule si presentano numerose opportunità per delle varianti o allungamenti del percorso: proseguendo verso nord est invece che deviare ad ovest si percorre la facile dorsale che da cima Portule arriva a Cima Undici e al Monte Castelnovo superando  tra le altre il  Monte Trentin, Cima Dodici, Cima Ortigara. Questa

Crinale Monte Erba Cima Larici

variante, peraltro di lunghezza assai impegnativa, in totale circa 35 km,  offre la grandiosa opportunità di ripercorrere  e rivivere uno degli eventi  più tragici  del primo conflitto bellico: la Battaglia dell’Ortigara.

Il nostro itinerario invece da Cima Portule prosegue verso nord scendendo alla vicinissima Cima Kempel e da qui con una decisa svolta   ad ovest si inizia a scendere il

Dorsale Monte Trentin Cima Dodici

ripido crinale settentrionale di Cima Portule seguendo il segnavia 826.  Tutto il resto dell’itinerario è davanti ai nostri occhi: con  discese  erisalite si percorrono le boscose creste  del Monte Erba  e di Cima Larici. Dopo circa mezz’ora si arriva a Porta Renzola, m.1949, dalla quale il s. 826  in circa un’ora porterebbe alla Malga larici di Sotto e al parcheggio. L’itinerario invece prosegue con il segnavia 209 che sempre in direzione  ovest  risale con moderata pendenza  la cresta ricoperta di mughi di Cima Larici. Da  qui  verso il basso in mezzo ai boschi  si vedono i pascoli  di Malga larici di Sotto. Proseguendo verso ovest in breve si arriva a Bocchetta Larici dove si prende a sinistra, sud, il segnavio 825 che dapprima porta a Malga Larici di Sopra e  con breve cammino per strada a Malga Larici di Sotto e al parcheggio.

Anello Cima Portule

luogo quota sentiero Tempo parziale Tempo totale Note,  difficoltà, riferimenti
Parcheggio Malga Larici 1611 826     Sentiero della Pace
Val Renzola 1781 826 O,50    
Bocchetta Portule 1937 826 0,55    
Cima Portule 2305   1,20 3,05  
Bivio sent 209     0,25 3,30  
Porta  Renzola 1949   0,10 3,40  
Cima Larici 2031 209 0,20 4,00  
Malga Larici di Sotto     0,40    
Bivio malga Larici 1611 ssn 0,20 5,00 Traccia tra prati e mughi e poi bosco

Nota: i tempi di percorrenza indicati nelle tabelle sono del tutto indicativi e   si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri di dislivello per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  del terreno e meteorologiche  normali. Alcune quote indicate  generalmente contraddistinte da  (*), sono approssimative.

Dati generali:

Valsugana e Altipiano Folgaria con Cima vezzena

Grado di difficoltà dei sentieri:  E, escursionistico

Segnaletica:  carente  nel tratto tra Cima Larici e Malga Larici

Località di Partenza:  Parcheggio  nei pressi Malga Larici di S otto

Punto di partenza:  il medesimo.

Punto di arrivo:  il medesimo, percorso ad anello.

quota massima: m. 2306, Cima Portule

Dislivello in salita: m. 780 circa incluse le risalite.

Lunghezza percorso:  -

Tempi di Percorrenza: ore  5 circa.

Cima Portule da Cima Larici

Punti di appoggio intermedi:  Rifugio Larici

Numeri di Segnavia: 826, 209, 825

Periodo consigliato:  inizio   giugno – fine  ottobre.

Vie per il rientro anticipato a valle:  -

Cartografia: Kompass foglio 75,  1/50000

Informazioni turistiche: Azienda per il Turismo di Folgaria, tel. 0464724100,

Trasporti pubblici: Trentino Trasporti, tel.0461821000