Skip to main content

Home / TRENTINO / Altopiano Paganella / Molveno / Trekking della Catena Centrale del Brenta e del Monte Daino

Ultimo aggiornamento: 02/05/2010

Trekking della Catena Centrale del Brenta e del Monte Daino

Percorso ad anello di 5 giorni tra le alte cime del gruppo di Brenta

Questo itinerario prevede quale punto di partenza ed arrivo a Molveno: è evidente che  cambiando la successione delle tappe  si può partire anche da Madonna di Campiglio. Il percorso arriva subito nel cuore del Gruppo di Brenta e tutte le varie tappe  si mantengono in alta quota vicinissimo alle  cime più note.Vengono percorse le valli più conosciute di tutto il Gruppo: Val delle Seghe, Val Massodi, alta Val Perse, Vallesinella, Val Brenta e Val di Ceda.

Questo trekking tuttavia presenta  delle difficoltà  che lo rendono consigliabile  solo a persone che hanno dimestichezza ed attrezzatura per i percorsi innevati  e per le vedrette ghiacciate. Si articola in cinque  giorni di cammino: i passaggi più impegnativi oltre e  più del  sentiero Orsi, n.303, sono il  sentiero alpinistico n. 327, dedicato a Daniele Martinazzi, che dal Brentei risale la Vedretta dei Camosci  e la discesa dalla Bocca di Ambiez, la quale in presenza di ghiaccio  risulta assai impegnativa e presuppone adeguata attrezzatura.

Dal Rifugio Brentei è consigliabile una puntatina sino al Rif. Alimonta che può costituire il punto di bivacco alternativo per la terza tappa. Coloro che non vogliono cimentarsi in questa giornata, la quarta, alpinistica, possono optare per la più  tranquilla ascesa della Val Brenta sino alla omonima Bocca e di  lì portarsi al Rifugio Pedrotti e  poi al Rifugio Agostini. Il punto più elevato è la Bocca di Ambiez posta a 2871 metri.

Nota:  i tempi di  percorrenza indicati nelle tabelle si riferiscono ad una andatura media  (circa 300 - 350 metri  di dislivello  per ogni ora di salita, circa 500 m.  in discesa, circa 3 Km ogni ora  in pianura), non comprendono le soste e sono  relativi a condizioni  meteorologiche  normali. Alcune quote indicate, generalmente contraddistinte da  *, sono approssimative.

Tappe di percorso

  1° giorno: Molveno -  Rifugio Pedrotti  via  Val delle Seghe o Malga Andalo
  2° giorno: Rifugio Pedrotti  -  Rifugio Tuckett  via sentiero O.Orsi
  3° giorno:  Rifugio Tuckett   - Rifugio Brentei via Sella del Fridolin
  4° giorno: Rifugio Brentei- Rifugio Agostini via Sentiero Martinazzi e Bocca Ambiez.
  5° giorno: Rifugio Agostini - Molveno via Val di Ceda

 

1° giorno: Molveno -  Rifugio Pedrotti  via  Val delle Seghe o Malga Andalo

Dislivello in salita : m. 1656 Quota Massima : m.2491, Rifugio Pedrotti
Descrizione:  itinerario alternativo nel primo tratto a quello della Val delle Seghe, un  breve passaggio attrezzato tra il Rif. Malga Andalo e Selvata.
località quota tempo parziale tempo prog.vo note,variazioni percorso
Molveno -Camping Strada  Ponte Romano 835 0 0 CARTINA
Bivio 332- 326 925 0,15 0,15 -
Malga Andalo 1357 1,15 1,30 -
Rifugio Selvata, bivio 319,340 1630 1,15 2,45 si prosegue per il 319 verso ovest
bivio 319-303 2420 2,00 4,45  -
Rifugio Pedrotti 2491 0,20 5,05

cartina Molveno Val Seghe Pedrotti

2° giorno: Rifugio Pedrotti  -  Rifugio Tuckett  via sentiero O.Orsi

Difficoltà:  mediamente  impegnativo, attrezzato in piccola parte. Quota Massima: m.2648, Bocca di Tuckett
Dislivello in salita:180 metri circa
Commento: Adatto per coloro che non vogliono affrontare le difficoltà delle Bocchette o delle vie Ferrate . Il solo tratto attrezzato  è lungo la cengia  tra la Busa dei Armi e le pendici di Cima Brenta Alta. Il sentiero Orsi corre parallelo a quello delle Bocchette , a quota inferiore, ed offre panorami indimenticabili sul Gruppo degli Sfulmini.  Talora la presenza di neve ghiacciata sotto Cima  Brenta e ad ovest e a est  dellla Bocca del Tuckett può presentare delle difficoltà che rendono conveniente l'uso dei ramponcini.
località sent. quota tempo parz.le tempo compl. note,variazioni percorso
Rifugio Pedrotti 303 2491 0 0 VEDI CARTINA
bivio 303-322 303 2480 2,10 2,10 il 322 per  Rifugio Croz Altissimo e Molveno
Bocca di Tuckett 303 2648 0,35 2,45 -
Rifugio Tuckett 328 2270 0,45 3,30 -

Bocca di Brenta ovest

cartina Pedrotti Tuckett via sent Orsi

3° giorno:  Rifugio Tuckett   - Rifugio Brentei via Sella del Fridolin 

Difficoltà:  facile Quota Massima: m. 2270, Rifugio Tuckett
Dislivello in salita: m.220 circa
Commento:  classico itinerario di collegamento tra i due rifugi, non presenta difficoltà particolari. Itinerario di "riposo".
località sent. quota tempo parz.le tempo compl. note,variazioni percorso
Rifugio Tuckett 328 2270 0 0 VEDI CARTINA
Valle del Fridolin, bivio 328-318 318 2048 0,40 0,40  
Rifugio Brentei - 2182 1,00 1,40 dal R. Brentei in circa 90 min. si raggiunge il Rif.Alimonta

 

cartina Pedrotti Tuckett via sent Orsi

4° giorno: Rifugio Brentei- Rifugio Agostini via Sentiero Martinazzi e Bocca Ambiez

Difficoltà: percorso attrezzato Quota Massima: m.2871, Bocca di Ambiez
Dislivello in salita: 890 m. circa
Commento: il collegamento diretto tra il R.Agostini  il R. Brentei corre lungo uno degli scenari più severi e nel contempo più suggestivi di tutto il Gruppo di Brenta. il sentiero Martinazzi  risale  la Vedretta dei Camosci  dopo aver aggirato da ovest la Cima Tosa e la grandiosa parete del Crozzon di Brenta.  Ad ovest  del sentiero si ergono le cime dei Fracigli e il Crozzon di Val D'Agola. E' un percorso alpinistico che presenta delle difficoltà anche serie  specie con condizioni di tempo instabile. L'attraversamento della Vedretta dei Camosci  può risultare  impegnativo per la presenza, sempre più rara ormai, di crepacci.
località sent. quota tempo parz.le tempo compl. note,variazioni percorso
Rifugio ai Brentei 327 2182 0 0 VEDI CARTINA
Base nord  Crozzon 327 2200* 0,40 0,40 *quota approssimativa
Bocca dei Camosci, bivio 327-304 304 2784 1,45 2,25 bivio sentiero dell'Ideale per R.Agostini
Bocca di Ambiez 304 2871 0,35 3,00 -
bivio 358,304 Vedretta di Ambiez 304 2800 0,30 3,30 bivio ferrata Brentari
bivio 321 358 2500 0,40 4,10 bivio ferrata Castiglioni
Rifugio Agostini 321 2410 15 4,25 -

Crozzon di Brenta

Cartina sentiero Martinazzi e Rifugio Agostini

5° giorno: Rifugio Agostini - Molveno via Val di Ceda

 

Difficoltà:  faticoso e impegnativo con  condizioni di tempo avverse Quota Massima: m.2423, Forcolotta di Noghera
Commento: percorso inconsueto  che consente di apprezzare i severi scenari della Val di Ceda e i suggestivi panorami sul Lago di Molveno. Può interessare coloro che dal Rifugio Agostini si propongono di raggiungere per itinerari alternativi la Malga Spora, il Gruppo della Campa e il settore Nord orientale delle Dolomiti di Brenta.
località sent. quota tempo parz.le tempo compl. note,variazioni percorso
Rifugio Agostini 320 2410 0 0 VEDI CARTINA
Forcolotta di Noghera 320 2423 0,50 0,50 bivio per R.Alpenrose,s.345
Cresta est di C.Ceda, bivio 326 326 2414 0,15 1,05 -
 
Passo di Ceda 326 2223 0,25 1,30 -
Ex Malga Ceda Alta 326 1889 0,45 2,15 -
ex Malga Ceda Bassa, dev. a sinistra verso est 326 1434 1,00 3,15  -
Molveno - 864 1,30 4,45 -

Cartina Val Ceda Agostini

Val ceda e val San Lorenzo



|
|