Skip to main content

Home / TRENTINO / Altopiano Paganella / Gruppo di Brenta / Via Ferrata delle Bocchette Centrali

Ultimo aggiornamento: 02/08/2010

Via Ferrata Bocchette Centrali

Dalla Bocca di Brenta alla Bocca degli Armi

Spigolo sud Torre Brenta

Celeberrima traversata su via ferrata del gruppo centrale delle Dolomiti di Brenta dalla Bocca di Brenta alla Bocca degli Armi. Percorso molto esposto, mediamente impegnativo nel suo  genere. Si attraversano su cengie naturali (le seghe) le pareti della Brenta Alta, Campanil Basso, Campanil Alto, le guglie degli sfulmini e con percorso veramente ardito, scavato a mano nella roccia, lo spigolo sud est della maestosa Torre di Brenta.

La Società Alpinisti Tridentini dette inizio ai lavori di costruzione di detta via nel lontano 1936. I vari tratti del percorso furono dedicati a soci benemeriti della Sat o a finanziatori dell’opera.  La  particolare e suggestiva bellezza dei paesaggi, l’arditezza  dei percorsi, l’inconfondibile  maestosità delle forme  delle guglie dolomitiche  danno ragione della assoluta notorietà di questo  itinerario alpinistico. 

 Un  numero elevatissimo di appassionati ha avuto modo di apprezzare  da vicino il fascino  della montagna. Purtroppo non tutti  assumono norme comportamentali compatibili con il rispetto dell’ambiente (alcune cavità naturali  delle gole del Brenta sono ricolme di  sgraditi “ricordi”  lasciate da torme di turisti “ distratti”).  Il primo tratto del percorso , dedicato a Otto  Gottstein , ha inizio poco oltre la bocca di Brenta.

Una serie di scale consente di aggirare da ovest la Cima  Brenta Alta percorrendo una cengia  naturale che  conduce alla bocchetta del Campanil  Basso ( mt 2620). Qui ha inizio il tratto dedicato ad Arturo Castelli  che arriva sino alla Bocchetta  Bassa degli Sfulmini. Si risalgono le pendici del Bas  arrivando alla  Bocchetta del Campanile Alto e al pianoro della Sentinella, di qui  per cengia sino alla bocchetta Bassa degli Sfulmini.  Qui  ha inizio  il sentiero dedicato a Carla Benini de Stanchina.

Brenta Alta e Bocchette Centrali

Per cengia scavata nella roccia si oltrepassano le Torri degli Sfulmini , mantenendosi sul versante di levante,  sino ad arrivare alla Bocchetta Alta degli Sfulmini dove  principia il Sentiero  Figari. Aggirando da sud est la Torre di Brenta , su  terrazzamenti  scavati nella roccia  si  giunge al caratteristico dente che sovrasta la Bocca Armi  raggiungibile per mezzo di una serie di scale metalliche.In circa 30 minuti si raggiunge il Rifugio Alimonta scendendo lungo la Vedretta degli Armi. Un senso di malinconia , mitigato dalla soddisfazione per quanto  vissuto, accompagna l’escursionista  che  si lascia alle spalle  paesaggi indimenticabili.

Per percorrere in una giornata questa magnifica traversata, camminatori esperti ed allenati possono partire da Vallesinella e Raggiungere il Rifugio Alimonta, raggiungere la Bocca del Brenta e ridiscendere a Madonna di Campiglio.

Recentemente, nell'estate 2009, sono stati ultimati i lavori di costruzione del sentiero ferrato Felice Spellini che collega la Bocca dei Armi al Sentiero Osvaldo Orsi, n. 303. Questo rende possibile effettuare la traversata delle bocchette centrali partendo da Molveno  - Pradel  sino alla Bocca di brenta e  ritornando a Molveno per la Bocca dei Armi e la Val Massodi.

Dati generali

Punto di partenza rifugio  Tommaso Pedrotti , mt 2491
Punto di arrivo: Rifugio Alimonta , mt 2580
quota massima: metri  2770, spigolo est della Torre di Brenta
Dislivello in salita: 300 metri circa
Tempi di Percorrenza: ore  3,30
Punti di appoggio e ristoro intermedi: non presenti
Numeri di Segnavia: 318,305
Vie consigliate per il rientro anticipato alla base: dalla bocchetta del Campanil Basso  per detriti ghiaiosi e  scomodi si può  raggiungere , su tracce di sentiero,il  percorso  nr 303  (sentiero Orsi) e di lì il 319  che porta al Pedrotti. Stessa possibilità, assai più impegnativa , scendendo  dalla Bocca  Armi verso  est (Val Massodi)
Grado di difficoltà: mediamente impegnativo (assai esposto)
periodo consigliato:  metà giugno-settembre
Principali  cime attraversate:  Brenta Alta, Campanil Basso, Campanile Alto, Torre degli Sfulmini, Torre di Brenta
indicazioni particolari: -

Tabella tempi parziali dipercorrenza e andamento altimetrico

Sentiero delle Bocchette Centrali

Punto del Percorso n. sen. quota mslm tempo parziale in minuti tempo progre. ore possibilità variazioni percorso
Rifugio Pedrotti 318 2491 0 0 -
Bocca di Brenta, bivio 305  305 2552 0,10 0,10 in circa 10 min. si arriva al Rifugio Pedrotti
Bocc. del Campanil Basso 305 2620 1,00 1,10 questo tratto è dedicato a Otto Gottstein
Bocca dei Armi 323 2749 2,00 3,10 proseguendo per il 305 si affrontano le Bocchette Alte
Rifugio Alimonta 323 2580 0,30 3,40 -

Video promozionale

In questo video amatoriale dell'utente web FPJProduction alcune belle immagini dell'attraversata delle Bocchette Centrali