Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / scialpinismo a Punta dello Scudo, Schildspitze, Val Martello, Gruppo Ortles Cevedale, Alto Adige

Ultimo aggiornamento: 13/12/2014

scialpinismo a Punta dello Scudo, Schildspitze, Val Martello.

Impegnativa escursione nella Val di Peder

Bella  soleggiata escursione di medio alto impegno per scialpinismo e racchette da neve  alla Punta dello Scudo o Schildspitze, m.3461, nel gruppo Ortles Cevedale, Alto Adige.  Partenza da Val Martello. Sviluppo abbastanza lungo, dislivello 1410 metri circa. Gita prettamente primaverile, discesa bellissima, esposizione sud sud-est.Panorama magnifico  dalla cima sulle principali cime dell’Ortles. Data l’esposizione è bene partire di buon’ora, per trovare neve soddisfacente in discesa.

Ultimi metri per Punta dello Scudo

Itinerario:  Dal parcheggio  si prende  verso nord la forestale per Malga Livi.  Ben presto però si gira a sinistra, seguendo il segnavia estivo 20,  che in direzione nord ovest  risale in moderata pendenza la bella Valle di Peder.  Dopo circa un’ora si  supera,  senza oltrepassarlo,  un ponticello sulla destra. La  Val Peder  nel tratto centrale è delimitata ad est dalle pendici della Croda della Calva o Kalfanwand e sulla sinistra, ovest, dalla dorsale della Croda del Sole o Sonnenwand..

Val di Peder

Quindici minuti dopo il ponte si arriva ad un bivio, circa quota 2420,la Val Peder piega verso ovest e qui si procede  diritto, direzione nord  ignorando  il traccciato del sentiero estivo 20b ed attraversando la cosiddetta Buca di Peder.  (si procede paralleli ma più ad ovest rispetto al sentiero estivo 20.) Si procede per pendii sostenuti passando a fianco del lago, gelato, Lacke o La Pozza, quota 2770 circa.  Da qui si risalgono  i contrafforti orientali della Croda della Trebbia, Flegelwand, incrociando il sentiero estivo nr 20 a quota 3110 in una valletta poco pendente ormai a nord della Croda. Si sale ora con libera traccia seguendo grosso modo il tracciato del s.20  puntando in costante direzione ovest nord-ovest

Traccia lungo le pendici della Flegelwand

Tratto iniziale Val Peder

Tratto ripido a sx del Lacke

si sale tra la Croda della Trebbia e del Sole

di fronte alla Croda della Calva, quota 2900 c.a

Discesa: lungo l'itinerario di salita.

Percorso Stradale:  dall’uscita autostradale di Bolzano sud si prende la superstrada per Merano sino a Coldrano dove di Prende per la Val Martello risalendola sino in cima, al parcheggio del Paradiso del Cevedale.  In totale Km 78.  Vedi Mappa stradale.

Punta dello Scudo - Schildspitze da Punta Laste

 Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Punta dello Scudo, Schildspitze
Valle principale: Val Martello
Gruppo Montuoso: Ortles Cevedale
Paese di partenza: Val Martello
località di parcheggio: Paradiso del Cevedale
condizioni viabilità accesso: Normalmente buone, indispensabili pneumatici invernali. 
condizioni di parcheggio: buone,  anche se molto frequentato
quota partenza: 2055 circa
quota arrivo: m.3461
dislivello salita: 1410 metri
dislivello discesa: come salita
quota massima: m.3461
Distanza, solo andata: Km 7,1
esposizione prevalente: sud-est
tempo medio di salita: ore 4 – 5
difficoltà sciistiche: BS
difficoltà alpinistiche: assenti
punti critici per slavine necessita di neve assestata
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura  da sci alpinismo  + ramponi in caso di neve ghiacciata
periodo effettuazione marzo – metà  maggio.
adatto a ciaspole ? si
varianti in discesa: -
Cartine: Kompass foglio 069, Silandro e Dintorni
info turistiche: Associazione Turistica Val Martello, tel.0473623109
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
   
   
destinazioni vicine:   Punta Peder di Mezzo, Mittlere Pederspitze
punti appoggio intermedi: -

Note: i percorsi e le mappe  tracciate  sono del tutto indicativi. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.