Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Punta Vallaccia, Gruppo dei Monzoni

Ultimo aggiornamento: 15/02/2013

Punta Vallaccia, Gruppo dei Monzoni

Escursione scialpinistica in valle di San Nicolò, Trentino

Escursione  con sci alpinismo e racchette da neve, abbastanza  impegnativa ed abbastanza faticosa, dislivello oltre  1200 metri, sulla panoramica Punta Vallaccia nel Gruppo Monzoni Vallaccia. La partenza è dalla Valle di San Nicolò a Pozza di Fassa. L’itinerario è assai intuitivo e non presenta particolari problemi di orientamento. La prima parte del percorso, nel bosco,  si sviluppa lungo una forestale e non presenta problemi di slavine, la seconda parte, dopo il Rifugio Vallaccia, è parzialmente esposta a rischi di slavine per cui molto importante è la scelta di una traccia sicura. Particolare attenzione nel canalone sotto la Forcella La Costella e da questa alla Croce di vetta.

Itinerario:  dal  parcheggio si prende  la pista di slittino o una forestale sulla destra  che poi per un breve ttratto si immette  sulla pista da slittino; dopo circa venti minuti si arriva a Malga Crocefisso, m.1530, e alla Località Te Capitel  dove si prende la forestale sulla destra per Malga Monzoni. Dopo mezz’ora circa di cammino per ampia forestale in una bellissima abetaia, si arriva a Pont de Ciamp, m.1737, ove un cartello ci indica la direzione da seguire, segnavia 603.  Lungo il cammino vari cartelli ci informano sulle iniziative messe in campo presso la bella Malga Monzoni, m.1820, aperta anche d’inverno, che si raggiunge con circa 30 minuti di cammino da Pont de Ciamp (ore 1,20 dalla partenza). Dalla Malga si prosegue sempre in direzione sud  per circa 20 minuti sino ad arrivare a Pian dei Monzoni, m.1924: qui un bivio secco tra il percorso per il Gruppo Vallaccia e quello per il Passo Selle, gruppo Monzoni. Si prende a destra per il sentiero estivo 624. Il bosco ora si dirada e il sentiero non sempre è visibile, si superano alcuni baiti in legno tenendo la direzione ovest, l’orizzonte  ora si apre e si scorgono verso sud e verso est le cime dei Monzoni e i Rizzoni. Il percorso è piuttosto intuitivo, si continua a risalire in direzione ovest la valle avendo sulla sinistra la catena Ricoletta Malnverno Alochet lungo la quale corre l’Alta Via Federspiel, sulla destra invece si fanno sempre più vicini i contrafforti rocciosi del Sas Morin.  Finalmente  si scorge il Rifugio Vallaccia, m.2275, chiuso in inverno. Ormai la vegetazione è scomparsa e in breve si arriva al rifugio. Circa un’ora di cammino dalla Malga Monzoni, due ore e venti dall’inizio.

Si prosegue sempre in direzione ovest verso l’ormai visibilissima e incombente Punta vallaccia con la Forcella La Costella sulla sinistra. Dopo circa mezz’ora  con alternarsi di tratti ripidi e meno ripidi si arriva su un pianoro ondulato.  Ci si dirige verso il pendio di fronte a noi e  si risale con molta circospezione il canalone (solo con neve sicura). Raggiunta in circa 25 minuti la forcella si gira a destra  mantenendosi vicino alla crestra sud. In circa 20 minuti  si guadagna la bellissima cima con incredibile panorama  sul Catinaccio  Latemar  e sui Monzoni.

Discesa: lungo l'itinerario di salita.

Percorso Stradale:  Da Egna si prende la statale per la Val di Fiemmee Fassa  sino a Pozza di Fassa. Qui si gira a destra per la Val di San Nicolò sino al parcheggio presso il Bar La  Soldanella. Circa 67 Km dall’uscita autostradale.

Imbocco forestale per Malga Monzoni

Oche a Malga Monzoni

Val dei Monzoni e Gruppo Costabella

Punta Vallaccia e Rifugio

Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Punta Vallaccia, m.2637
Valle principale: Val Monzoni.
Gruppo Montuoso: Gruppo Monzoni - Vallaccia
Paese di partenza: Pozza di Fassa
località di parcheggio: presso ristoro  La Soldanella.
condizioni viabilità accesso: normalmente percorribile
condizioni di parcheggio: buone
quota partenza: Metri 1415.
quota arrivo: 2637 m..
dislivello salita: 1222  metri.
dislivello discesa: 1222 m.
quota massima: m.2637
Lunghezza percorso: circa 15 Km andata e ritorno
esposizione prevalente: nord, est, sud  ultimo pendio
tempo medio di salita: 3,30  - 4 ore. 
difficoltà sciistiche: BS  dalla cima al Bivio per Cima Undici, poi MS.
difficoltà alpinistiche: assenti.
punti critici per slavine Pendii  sopra rifugio Vallaccia, canalone sotto la forcella La Costella,  pendio sopra la Forcella.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura sci alpinismo 
periodo effettuazione Dicembre – aprile
adatto a ciaspole ? si
varianti in discesa: -
problemi di orientamento: -
Cartine: Lagiralpina, foglio n.7 ”Dolomiti Agordine e Fassane”. Kompass foglio 684, Moena e Dintorni. 1/25000.
info turistiche: Azienda per il Turismo Val di Fassa. Tel 0462609670
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
   
punti appoggio intermedi: Malga Monzoni, m.1820, Malga Crocefisso, m.1530.

  Note: la mappa tracciata è del tutto indicativa. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.

Diagonale dopo il Rifugio

Forcella la Costella, canalone di salita

La Costella e Punta Vallazza

Salita verso Cima Undici

Da La Costella verso la Val Monzoni

Pendio finale verso Punta Vallaccia




Visualizza Punta Vallaccia in una mappa di dimensioni maggiori