Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / escursione con sci e ciaspole a Punta San Matteo, Gruppo Ortles Cevedale

Ultimo aggiornamento: 29/12/2014

escursione con sci e ciaspole a Punta San Matteo, Gruppo Ortles Cevedale

Bella  escursione di tarda primavera ad una delle più alte cime del Gruppo Ortles Cevedale, la Punta di San Matteo, m.3678. La partenza è di fronte al Rifugio Berni, m.2541, sulla statale del Passo Gavia.

traccia parte superiore salita a Punta San Matteo

Itinerario:  Si parte  dal Rifugio Berni  e si attraversa la piana e si imbocca in direzione nord est la lunga Val Dosegù seguendo inizialmente la traccia del sentiero estivo 42, diretto al Bivacco Battaglione Monte Ortles. La valle è caratterizzata da numerosi cambi di pendenza e in totale si perdono 80 metri di quota. Si risale un ripido pendio sulla destra delle rocce e poi si prosegue con pendenza regolare, mai sostenuta, sino al superamento dei seracchi. Si raggiunge così un vasto pianoro a quota 3000 circa dove c'è anche il bivio per il Pizzo Tresero (direzione nord). Noi si prosegue invece in costante direzione nord est: la Punta San Matteo si staglia netta all'orizzonte, alla sua sinistra la Cima Dosegù e la slanciata Punta Pedranzini. La pendenza si impenna nella parte finale per raggiungere il crinale. Arrivati ad una vistosa sella si calzano i ramponi (qualcuno porta gli sci sino in cima) e si affronta una ripida ma breve paretina innevata, circa 40 gradi. Si raggiunge così l'affilato crinale di nord ovest della Punta San Matteo. Ancora 80 metri di dislivello con un paio di tratti molto ripidi e si guadagna la bellissima cima. Panorama assolutamente magnifico: dalla Presanella al Gruppo di Brenta, all'Adamello, al Bernina e alle altre cime del Gruppo Ortles Cevedale.

primo tratto verso val Dosegù

verso l'imbocco della Val Dosegù

Rifugio Berni e Monte Gavia

perdita di quota pe imboccare la Val Dosegù

la traccia lungo la Val Dosegù

inizio Val Dosegù verso il Gavia

tratto ripido prima del lungo piano

il percorso verso il Pizzo Tresero

Pizzo Tresero

tratto semipiano prima del seracco

passaggio sopra il seracco

la salita lungo la Vedretta Dosegù

ultimi avvallamenti sulla vedretta Dosegù

Discesa: lungo l'itinerario di salita   con la possibilità di fare una variante risalendo e tagliando verso il  crinale nord della Punta di Sforzellina. In tal caso giunti in prossimità del Vallone che porta al Pizzo di Vallumbrina si prende a sinistra procedendo a lungo in un falsopiano per poi salire gradatamente sino a raggiungere il crinale di nord  della Punta Sforzellina. Da qui si cala senza difficoltà dapprima in direzione sud e poi ovest per raggiungere il sottostante e ben visibile Rifugio Berni.

Percorso Stradale:  Attraverso il  Trentino Lungo il Passo Tonale, vedi mappa da Verona sono 205 KM.  Da Verona per  Brescia e la Val Camonica, 197 Km, vedi mappa

 Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Punta di San Matteo, m.3678
Valle principale: Valle di Gavia
Gruppo Montuoso: Ortles Cevedale
Paese di partenza: Statale di Passo Gavia
località di parcheggio: Rifugio Berni, m.2541
condizioni viabilità accesso: Normalmente buone, indispensabili pneumatici invernali. 
condizioni di parcheggio: limitate.
quota partenza: 2541 m.
quota arrivo: m.3678.
dislivello salita: 1262 con le risalite
dislivello discesa: come salita
quota massima: m.3678
esposizione prevalente: ovest, sud-ovest.
tempo medio di salita: ore 3,45 – 4,30
difficoltà sciistiche: BSA
difficoltà alpinistiche: moderate
punti critici per slavine necessita di neve assestata
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura  da sci alpinismo  + ramponi in caso di neve ghiacciata
periodo effettuazione Maggio  – metà  giugno.
adatto a ciaspole ? si
varianti in discesa: in prossimità dell’imbocco della Val Umbrina si risale verso il Crinale nord della Punta Sforzellina.
problemi di orientamento: -
Cartine: Kompass foglio 069, Silandro e Dintorni
info turistiche: Consorzio Tourisport, tel 0342-935544
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
destinazioni vicine:   Pizzo Tresero
punti appoggio intermedi: -

Note: i percorsi e le mappe  tracciate  sono del tutto indicativi. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.

ultima rampa prima della spalla nord di PSM

breve tratto molto ripido

si supera con gli sci in spalla

breve crinale finale per Punta s. Matteo

Veduta verso Val cedec e Val Rosole

veduta su Gruppo Presanella da Punta s.Matteo

Presanella da Vicino

Cevedale e Palon de la Mare da Punta S.Matteo

tratto ripido sotto la cima San matteo

Pizzo di Valumbrina

traccia discesa e risalita per fianco N. Sorzellina



Meteo