Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Munwarter o Vitea Spitze, Alpi Venoste di Ponente, Alto Adige

Ultimo aggiornamento: 08/04/2013

Munwarter o Vitea Spitze, Alpi Venoste di Ponente, Alto Adige.

facile escursione scialpinistica e ciaspole di fronte all'Ortles con salita da Lichtenberg.

Escursione  con sci alpinismo e racchette da neve, che non presenta particolari difficoltà. E’ una destinazione poco conosciuta rispetto al vicino e più blasonato Piz Chawalatsch con il quale ha in comune  quattro quinti del percorso.. Offre nella seconda parte una continuità di pendii  sostenuti con prevalente esposizione nord. Molto comodo l’accesso lungo la forestale che presenta qualche tratto quasi pianeggiante ed una breve contropendenza.  Itinerario che può essere affrontato anche in inverno con due punti potenzialmente pericolosi: il tratto vicino alla malga dove si dovrebbe evitare la percorrenza vicino al corso del torrente e la rampa finale.

Itinerario:  dal parcheggio si risalgono in buona pendenza gli antistanti prati per intercettare poi, dopo trecento metri, la forestale/mulattiera  per Malga  Bergeralm, segnavia 14.  La mulattiera  percorre in  direzione ovest, sud-ovest la Gutfalltal  costeggiando il fianco meridionale del Monte Plaschweller o Plagabella.  Dopo poco più di un’ora si incontra un piccolo  ponte: qui è preferibile svoltare a sinistra continuando a seguire la mulattiera o   tagliandola risalendo  sulla sinistra il bosco, abbastanza rado e mediamente ripido. Si continua tenendosi sulla destra orografica della valle, assai stretta in questo tratto, sino ad arrivare alla bellissima piana sopra la quale, a nord, si trova la  Bergeralm. (in condizioni di sicurezza, al ponte, si può procedere anche diritti, continuando a costeggiare l’alveo del torrente).  Una volta nella piana  si continua diritti in direzione sud-ovest, superando alcuni dossi con media pendenza. Man mano che si sale ci si sposta  sulla sinistra puntando alla dorsale verso sud, il cui punti più elevato, contrassegnato da una evidente, croce metallica, è il Munwarter o Vitea Spitze. L’ultimo tratto è ripido  e prevede il superamento di un paio di punti dove il crinale è affilato, ma in condizioni normali non presenta difficoltà particolari. Dalla cima bellissimo panorama  sul Gruppo dell’Ortles, sul Gruppo della Palla Bianca, sulla Val Venosta.

Nota: per raggiungere il Piz Chawalatsch, una volta a quota 2450 circa, invece che piegare a sud, si procede verso sud-ovest, puntando sempre alla lunga dorsale che congiunge il Munwarter al Chawalatsch, valicandola però molto più a destra, ovest,  nel tratto piano della stessa che segue  il fianco ovest di una modesta elevazione senza nome che si trova sempre sul crinale  tra il Munwarter e il Chawalatsch.

Discesa: lungo l'itinerario di salita.

 Percorso Stradale:  Da Bolzano sud, uscita autostradale, si prende per Merano e poi si prosegue per Malles Spondigna. Qui si prende verso ovest, la strada per Prato allo Stelvio e poi si gira ancora a destra, nord, verso Glorenza, sino a intersecare  la deviazione  a sinistra per Lichtenberg (Montechiaro). Da qui si procede ancora verso nord sino a deviare a sinistra per i Masi di Montechiaro arrivando sino alla fine della strada (Aeussere Pazinhof) dove c’è l’indicazione per il parcheggio.  Circa 87 Km da Bolzano. Vedi mappa.

grafico dislivello e distanze per Munwarter

Partenza da parcheggio Maso Pazin

Maso Pazin di Fuori, Aeussere Pazinhof

Nei pressi del ponte sulla mulattiera

passaggio di fronte alla Bergeralm

Munnwarter il piano sotto la Malga

Munwarter, i bei pendii di avvicinament

geometrie variabile per il Murnwarter

segni e cieli

Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Munwarter o Vitea Spitze
Valle principale: Val Venosta
Gruppo Montuoso: Alpi Venoste Occidentali.
Paese di partenza: Lichtenberg, Masi di Montechiaro
località di parcheggio: Aeussere Pazin (Maso)
condizioni viabilità accesso: percorribile con pneumatici da neve 
condizioni di parcheggio: circa 10 posti auto
quota partenza: 1536 metri.
quota arrivo: 2616 m.
dislivello salita: 1080 metri.
dislivello discesa: 1080 m.
quota massima: m.2616
Lunghezza percorso andata e ritorno: 11,2 Km
esposizione prevalente: nord-est, nord
tempo medio di salita: 2,30 – 3 ore. 
difficoltà sciistiche: MS
difficoltà alpinistiche: assenti.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura sci alpinismo 
periodo effettuazione Dicembre – metà aprile
adatto a ciaspole ? si
varianti in discesa: -
problemi di orientamento: -.
Cartine: Tabacco. Val Venosta – Sesvenna, foglio 044. 1/25000.
info turistiche: Consorzio turistico Val  Venosta. 0473 620 480
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
destinazioni vicine  Piz Chawalatsch 
   
:               

Note: la mappa tracciata è del tutto indicativa. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.

Munnwater, i ripidi pendii finali

Un segnale non troppo rassicurante

Sensazioni meravigliose

sul crinale, 50 metri sotto la cima

qualche passaggio delicato

sul crinale del Munwarter

Dorsale Munwarter Chawalatsch

Ortles e Valle di Solda

Una discesa ricca di soddisfazioni




Visualizza Munwarter o Vitea Spitze in una mappa di dimensioni maggiori

Meteo