Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Monte Redival – Val di Sole, Trentino

Ultimo aggiornamento: 30/12/2011

Monte Redival – Val di Sole, Trentino

Lunga impegnativa escursione tra la Val di Pejo e la Val di Sole

 

imbocco Val Strino

Bella escursione  con sci o racchette da neve sul Monte Redival, tra i monti a nord est del Passo Tonale, Trentino, tra la Valle di Sole e la Valle di Pejo. Itinerario abbastanza lungo e di ragguardevole  dislivello, difficoltà tecniche medio basse. Partenza due  chilometri dopo Vermiglio a metà di una lunga retta  sulla statale per il

Malga Strino e Torrione d'Albiolo

Passo Tonale ove si imbocca la forestale per la Val Strino.  Dalla vetta bel panorama sul Gruppo Cevedale e Presanella.

Redival tracciato intermedio dopo Malga Strino

Itinerario:  imboccata la forestale si procede  superando alcuni tornanti in sostenuta pendenza sino all’accesso  nella Val Strino dal quale la strada si fa quasi pianeggiante. Dopo poco più di un’ora  si arriva  alla bella conca di Malga Strino  con una spettacolare veduta sul prospiciente Torrione d’Albiolo.  La prima parte del rimanente itinerario ora è bene in vista: si risale tenendosi

Risalendo la Val Strino

sulla sinistra orografica  l’ampia valle, superando un rado bosco. Dopo circa un’ora e mezza  si  arriva su di un’ampia conca a quota 2300 metri, qui si piega a destra, in direzione nord est risalendo  diversi pendii di media pendenza e superando con numerose svolte i contrafforti rocciosi del

Monte Redival traccia indicativa parte finale

Redival. Finalmente si arriva sulla dorsale sud – sud ovest. Ora si gira a sinistra, in direzione nord e si inizia a risalire con pendenze a volte assai sostenute intervallate con tratti più dolci la dorsale  sud sino a raggiungere la cresta sud  sud ovest a quota poco superiore ai 2800 metri.  L’ultimo tratto è meno impegnativo e ben presto si è ai piedi dell’ultimo salto roccioso sotto la

Redival, croce di vetta

bella croce, dove normalmente si depositano gli sci. In vetta l’orizzonte si apre a 360 gradi e si rimane incantati di fronte allo spettacolo delle vette della Catena ovest del Cevedale e della Parete nord della Presanella.

Discesa: lungo l'itinerario di salita.

Percorso Stradale:  dall’uscita autostradale di San Michele, A 22, si prende per la SS 43 per la Valle di Non e poi  a Mostzzolo la ss 42 per la Val di Sole perorrendola sino a 2 Km dopo Vermiglio. A metà di una lunga retta c’e un ampio parcheggio di fronte al quale parte la forestale per Malga Strino. Circa 64 Km

Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Monte Redival, m.2973
Valle principale: Val di Sole
Gruppo Montuoso: Cevedale
Paese di partenza: statale del Tonale
località di parcheggio: statale del Tonale, 2 km dopo Vermiglio
condizioni viabilità accesso: normalmente percorribile
condizioni di parcheggio: buone
quota partenza: Metri 1587
quota arrivo: 2973 m.
dislivello salita: 1386  metri.
dislivello discesa: 1386 m.
quota massima: m.2973
Lunghezza percorso: -
esposizione prevalente: est, sud.
tempo medio di salita: 4 – 4,30 ore
difficoltà sciistiche: MS – BS
difficoltà alpinistiche: assenti.
punti critici per slavine Percorso che presuppone neve assestata.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura sci alpinismo 
periodo effettuazione Metà febbraio - aprile
adatto a ciaspole ? si
varianti in discesa: -
problemi di orientamento: -
Cartine: Lagiralpina, foglio nr 17 1/25000, Kompass foglio 095 1/25000.
info turistiche: Azienda per il Turismo Val di Sole. Tel 0463-901280
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
   
punti appoggio intermedi: Malga Strino

Redival panorama verso Presanella

Redival, panorama verso Val di Sole

Note: le mappe tracciate sono  del tutto indicative. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.




Visualizza Monte Redival in una mappa di