Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Monte Cevedale e Cima Solda, Val di Solda, Alto Adige

Ultimo aggiornamento: 14/01/2012

Monte Cevedale e Cima Solda, Val di Solda, Alto Adige

La classica intramontabile escursione scialpinistica di primavera

 

Cevedale primo tratto dopo R.Milano

Classica, bellissima,  non particolarmente impegnativa nel suo genere, panoramica escursione  primaverile di sci-alpinismo  su ghiacciaio, al Monte Cevedale, la terza vetta dell’Alto Adige. Qui si propone la partenza da Solda e la risalita al Rifugio Città di Milano con gli impianti a fune. In tal modo il dislivello si riduce a 1200 metri circa. Lo sviluppo rimane comunque piuttosto lungo. Nella traccia su google map viene riportata anche la salita e la discesa da Cima Solda, che ovviamente può essere

Cevedale risalita Vedretta di Solda

evitata optando per il passaggio dal Passo del Lago Gelato.  Questo itinerario presenta sul suo percorso numerosi crepacci specialmente nella Vedretta di Solda, è bene quindi non avventurarsi fuori dal normale tracciato di risalita e discesa. Oltre che da

Veduta da vedretta Cevedale a Gran Zebrù

nord, Val di Solda, vi sono altre bellissime vie di salita al Cevedale: da est  dalla Val Martello per la Vedretta della Forcola  o per la Vedretta del Cevedale;  da sud dalla Val di Pejo per la val Venezia; da ovest dal Rifugio Pizzini per la Vedretta del Cedec

Itinerario:  dalla stazione a monte della funivia per il Rifugio Città di Milano si prende verso destra, una pista battuta che  aggira ad ovest un dosso roccioso. Si prosegue a lungo immettendosi nella Vedretta di Solda superando pendenze dapprima assai moderate e poi più

Crepacci Gran Zebrù e Monte Zebrù

marcate. Ci si dirige, sempre in direzione sud, verso  un’ ampia apertura tra la Cima di Solda e la Punta del Lago Gelato, chiamato per l’appunto Passo del Lago Gelato.  Volgendosi indietro  per rimirare la salita non possiamo non  soffermarci con lo sguardo verso la magnificenza dell’antistante Gran Zebrù. La vedretta di Solda  è molto aperta e le rocce sono assai distanti, la salita in questo ambiente  eccezionale, è una continua emozione. Poco sotto il Passo del Lago Gelato si apre verso ovest un valloncello che  delimita

anche con lo snowboard

il fianco orientale di Cima Solda: chi vuole salire questa cima e poi discendere al Passo del Cevedale, al Rifugio Casati, imbocca questa valletta e  la risale  per poi piegare a sinistra e guadagnare quota  con l’intento di raggiungere la dorsale nord di Cima Solda. Il tragitto comunque è abbastanza breve: dalla partenza circa 1,30 per il Passo del Lago Gelato,  20 minuti in più per Cima Solda.

Dal Passo  inizia a mostrarsi in tutto il suo fulgido bianco splendore la parte superiore dell’itinerario: nettissime davanti a noi le due

Passo del Lago Gelato, Eisseejoch

punte del Cevedale, a sinistra la Zufallspitze  e a destra, ovest, il Monte Cevedale. Le pendenze inizialmente sono assai modeste, con qualche  costone più ripido, diverso diventa il discorso nel tratto finale.

Alla base della parete nord  la pendenza aumenta considerevolmente ed è quindi bene dosare le proprie forze rtenendo conto anche dell’altitudine.  Con dei continui diagonali, per fortuna quasi sempre ottimamente e profondamente tracciati, si guadagna quota sino ad arrivare sulla dorsale che

Salita a Cima Solda

congiunge le due punte. In questo tratto, poco sotto la cresta, oltre naturalmente ai rampant, normalmente possono essere utili i ramponi e la piccozza in quanto a volte il vento e/o il sole  scopre il ghiaccio vivo e l’avanzare con gli sci  diventa problematico.

Una volta sulla cresta,  con la dovuta attenzione,ma senza grandi problemi, si raggiunge la vetta.

 Discesa: lungo l'itinerario di salita sino a Solda passando per le piste da sci.

Percorso Stradale: dall’uscita autostradale di Bolzano Sud si imbocca la superstrada per Merano. Al termine si prende la Strada della Val Venosta sino a  Spondigna, dove si gira a sinistra per il Passo dello Stelvio.  Arrivati a Gomagoi si gira ancora a sinistra per Solda percorrendo la strada sino al termine. Circa 93 Km da Bolzano Sud. Vedi Mappa.

Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Monte Cevedale, m.3769
Valle principale: Val di Solda
Gruppo Montuoso: Ortles Cevedale.
Paese di partenza: Solda di Dentro.
località di parcheggio: Parcheggio Funivia Città di Milano
condizioni viabilità accesso: normalmente buone. 
condizioni di parcheggio: buone.
Lunghezza: -
quota partenza: 2581, arrivo funivia Città di MIlano.
quota arrivo: m.3769.
dislivello salita: 1188 m.
dislivello discesa: come salita
quota massima: m.3769.
esposizione prevalente: nord, est.
tempo medio di salita: ore 4,30 - 5
difficoltà sciistiche: MSA
difficoltà alpinistiche: di media difficoltà, percorso su ghiacciaio
punti critici per slavine Necessita di neve assestata.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura  da sci alpinismo  + corda, piccozza e ramponi.
periodo effettuazione Marzo - maggio
adatto a ciaspole ? Le condizioni della neve al ritorno potrebbero rendere impegnativa l’escursione.
varianti in discesa: -
problemi di orientamento: in caso di nebbia
Cartine: Kompass foglio 069
info turistiche: Azienda per il Turismo di Sulden 0473 613715
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
Trasporti Pubblici: Mobilità Alto Adige
destinazioni vicine:  -
punti appoggio intermedi: RifugioCittà di  Milano (Schaubach Huette), Rifugio Casati-Guasti.

Cevedale itinerario da Rifugio Casati

Cevedale, tratto sommitale

Ultimi metri per Monte Cevedale

Note: i percorsi tracciati  sono del tutto indicativi. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.




Visualizza Cima Cevedale in una mappa di