Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Monte Catino, Grosser Mittager, Monti Sarentini, Alto Adige.

Ultimo aggiornamento: 05/01/2012

Monte Catino, Grosser Mittager, Monti Sarentini, Alto Adige.

Piacevole rilassante facile escursione sui Sarentini Occidentali

la forestale per M.Catino con il Giogo della Croce

Facile rilassante escursione per sci e racchette da neve al Monte Catino o Grosser Mittager, cima dei Sarentini che sovrasta da est la conca di Merano 2000. Si propone qui la salita da Sarentino, Maso Obermarchen, metri 1610 circa. Tempo di salita circa tre ore, esposizione sud. Parcheggio molto limitato, si consiglia di

Malga Oetterbacher Alm

chiedere ai residenti l’autorizzazione a parcheggiare.

Itinerario:  Dal parcheggio  si prosegue per la forestale in direzione ovest con pendenza abbastanza contenuta. Dopo circa 35

Monte Catino, in direzione nord ovest

minuti si arriva alla Oettenbacheralm, m.1942. Da qui seguendo uno steccato in legno si risale in direzione nord, destra, oltrepassando un baito in legno, sino ad un incrocio tra i sentieri 14, 10, 10 a e 10b. (circa  20 minuti di cammino dalla malga). Si segue l’indicazione per mittager Huette che si vde in lontananza verso ovest, sulla dorsale. Il percorso ora è libero e ciascuno individuerà

Mittager Huette

la via migliore tra i numerosi valloncelli che caratterizzano l’Alpe Oettenbacher. La salita sin qui ci regala ampi panorami sulla piana sarentina e man mano che ci si alza sulle Dolomiti orientali. Dopo due ore dalla partenza si arriva al Mittager Huette, balcone panoramico su Merano 2000 e sulla Val

Monte Catino traccia tratto intermedio

Venosta. Dal rifugio, aperto in tutto l’inverno per la vicinanza alle piste da sci, si risale il crinale verso destra descrivendo un semi anello: dapprima si arriva al pianeggiante Kleiner mittager e poi, in direzione est si inizia la salita, mai troppo ripida, sul crinale ovest del Monte Catino. Grandioso il panorama dalla cime sui vicino Picco Ivigna e Plattinger. Al di là della Val Passiria  si notano le cime del Gruppo di Tessa.

Discesa: lungo l'itinerario di salita.

Percorso Stradale:  da Bolzano  si prende la statale  508 per Sarentino, ove, dalla zona artigianale, si imbocca in direzione  ovest  la strada comunale per la Valle di

Grosser Mittager, in vetta.

Rio Deserto e per il Maso Obermarchen. Si consiglia di chiedere informazioni in loco oltre che munirsi di una dettagliata cartina. Circa 29 Km da Molzano. Indispensabili pneumatici da neve e catene a bordo dopo recenti precipitazioni nevose.

 Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Grosser Mittager – Monte Catino, m.2422
Valle principale: Val Sarentino
Gruppo Montuoso: Monti Sarentini
Paese di partenza: Sarentino
località di parcheggio: Obermarchen.
condizioni viabilità accesso: indispensabili pneumatici invernali e catene a bordo dopo nevicate. 
condizioni di parcheggio: limitate
quota partenza: 1600 circa
quota arrivo: m.2422
dislivello salita: 822 metri.
dislivello discesa: come salita
quota massima: m.2422.
esposizione prevalente: sud
tempo medio di salita: ore 3
difficoltà sciistiche: MS
difficoltà alpinistiche: assenti
punti critici per slavine Itinerario ritenuto abbastanza sicuro.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura  da sci alpinismo 
periodo effettuazione Dicembre  - metà aprile.
adatto a ciaspole ? si
varianti in discesa: -
problemi di orientamento: -
Cartine: Kompass foglio 056, Monti Sarentini
info turistiche: Associazione Turistica Sarentino, 0471 623091
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
destinazioni vicine:  -
punti appoggio intermedi: -

Monte Catino, tratto sommitale

Note: i percorsi e le mappe  tracciate  sono del tutto indicativi. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Discesa con veduta su Picco Ivigna e Texelgruppe

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.




Visualizza Grosser Mittager in una mappa di dimensioni