Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Koenigsanger - Monte del Pascolo, Monti Sarentini, Alto Adige

Ultimo aggiornamento: 05/01/2012

Koenigsanger - Monte del Pascolo, Monti Sarentini, Alto Adige

Piacevole facile rilassante escursione per sci e racchette da neve.

Koenigsanger, prima deviazione

Piacevole  rilassante escursione per sci  e racchette da neve al Monte del Pascolo o Koenigsanger, m.2436, cima dei Sarentini che domina  da ovest  la conca di Bressanone e la Valle di Isarco. Si propone qui la salita da Latzfons, maso Kuehof, lungo il soleggiato versante meridionale. Dislivello e sviluppo abbastanza contenuti.

Koenigsanger, in campo aperto

Tempo di salita qualcosa meno di  3 ore. Discesa veramente piacevole, senza grosse pendenze, ma continua. Adatta ai principianti.

Itinerario:  Dal parcheggio  si prende la forestale in direzione Rifugio Chiusa. Dopo pochi minuti un bivio ci indica la direzione per il Radlseehuette, segnavia 14. Lo si imbocca  seguendolo per un bosco non molto fitto. Dopo circa tre quarti d’ora si supera un primo  di un numero elevato di baiti, disseminati ovunque  negli ampi pascoli.  Si procede a piacimento in  campo libero in costante

Koenigsanger, panorama su Odle

direzione nord. Dopo altri 20 minuti si   arriva al ristoro Brugger Schupfe, m.2020, dove c’è il bivio tra il s.14 e 14 b.  Veramente incantevole  tutta la zona con un sorprendente continuo panorama sulla Val d’Isarco e sulle bellissime antistanti Odle. L’itinerario è molto frequentato, data la sua semplicità, sicurezza, bellezza dei panorami e vicinanza all’uscita autostradale, c’è però spazio

Koenigsanger, verso valle Isarco e Renon

per tutti.  Poco più di un’ora  separa la Brugger Schupfe dalla tondeggiante e  poco appariscente cima,  riconoscibile per la grande croce sommitale, centocinquanta metri  sotto la quale si trova  la Radlseehuette con il lago coperto di neve.

Discesa: lungo l'itinerario di salita.

Percorso Stradale:  da Chiusa, uscita autostradale ci si porta sulla statale  del Brennero girando allo stop a sinistra e pochi metri dopo si prende a destra la strada provinciale in direzione Latzfons Velturno seguendo le varie indicazioni. Circa 10 Km da Chiusa. Una volta giunti a Latzfons  seguire le indicazioni per rifugio Chiusa deviando a destra  in prossimità della Segheria Zalter Sage. Indispensabili pneumatici da neve e catene a bordo dopo recenti precipitazioni nevose.

 Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Monte del Pascolo o Koenigsanger, m.2436
Valle principale: Valle Isarco
Gruppo Montuoso: Monti Sarentini
Paese di partenza: Latzfons
località di parcheggio: Maso Kuehlhof.
condizioni viabilità accesso: indispensabili pneumatici invernali e catene a bordo dopo nevicate recenti. 
condizioni di parcheggio: abbastanza buone
quota partenza: 1550 circa
quota arrivo: m.2436
dislivello salita: 886 metri
dislivello discesa: come salita
quota massima: m.2436.
esposizione prevalente: sud
tempo medio di salita: ore 2,30 - 3
difficoltà sciistiche: MS
difficoltà alpinistiche: assenti
punti critici per slavine Itinerario ritenuto abbastanza sicuro.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura  da sci alpinismo 
periodo effettuazione Dicembre  - metà aprile.
adatto a ciaspole ? si
varianti in discesa: -
problemi di orientamento: in caso di nebbia mancano punti di riferimento importanti per trovare il percorso.
Cartine: Kompass foglio 059, Klausen und Umgebung
info turistiche: Associazione Turistica Chiusa Barbiano Velturno, 0472847424
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
destinazioni vicine:  -
punti appoggio intermedi: -

Koenigsanger, inizio discesa nel bosco

Note: i percorsi e le mappe  tracciate  sono del tutto indicativi. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.