Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Grosser Schafkopf, Cima delle Pecore, Alpi Venoste di Levante, Vallelunga, Alto Adige

Ultimo aggiornamento: 23/02/2014

Grosser Schafkopf, Cima delle Pecore, Alpi Venoste di Levante, Vallelunga, Alto Adige

 Bellissimo itinerario, solare, con una facile, ma lunga e non banale, parte alpinistica finale. Assolutamente di primo piano il panorama circostante. Questa escursione è ritenuta abbastanza sicura  con l’eccezione del ripido tratto in cresta che abbisogna di neve assestata. Meta di ripiego ma  non meno bella è la salita alla Cima del Lupetto, Woelfeleskopf, raggiungibile facilmente e senza problemi di sorta dal passo del Lupetto o Woelfelesjoch puntando in direzione sud ovest. Per la discesa se ci sono le condizioni  è preferibile scendere nel bosco  ad est della mulattiera di salita.

verso imbocco mulattiera segnavia 8

Il canalone di discesa, la mulattiera militare, nr 8, è a sinistra.

canalone di discesa ad est della mulattiera

Sulla stretta mulattiera, abbastanza scomoda per la discesa

sulla mulattiera segnavia 8 per Grosser Schafhopf

Itinerario:  Si parte dall'Hotel Alpenfrieden ma le possibilità di parcheggio sono assai limitate. Si taglia comunque per i prati in direzione di un canalone nel bosco sino a intercettare  la vecchia mulattiera militare, segnavia nr 8, che in accentuata pendenza e con tantissimi tornanti supera il limite del bosco portando in campo aperto a quota 2300 circa, sopra i paravalanghe. Ora la pendenza diminuisce sensibilmente e si apre una visuale formidabile sulle montagne che circondano la Vallelunga: a nord la Catena di Cima Gallina, ad est il Gruppo Cima Vallelunga Palla Bianca, a sud la Catena di Cima dei Gatti o della Rovina che separa la Vallelunga dalla Val Plavenna e Planol. Si procede ora in libera traccia, comunque in costante direzione nord ovest puntando ad una evidente sella che divide il Wolfelekopf dal Grosser Schafkopf, entrambi visibili in direzione nord-ovest e passando alla sinistra dei due laghetti Gschwellerseen  e a destra, nord est del più alto Kuhsee.  A quota 2400 circa si supera un lungo steccato con fili di acciaio.  A quota 2600 circa si passaaccanto ad un capitello di legno. Una continua successione di dossi e valloncelli con pendenze che si accentuano solamente sotto il Woelfeles Joch, m.2842, caratterizzano la parte centrale del percorso.  Al Passo si depositano normalmente gli sci ( i più tenaci possono procedere con sci ai piedi a seconda delle condizioni della neve, tranne un pezzo molto ripido a 40 metri dalla cima). La cresta non è banale, ma neppure difficiile, solo alquanto lunga (circa 150 metri in dislivello e 400 in sviluppo.

Discesa: lungo l'itinerario di salita  e se ci sono le condizioni da quota 2300, in prossimità dei paravalanghe, si scende ad est nel vallone boschivo e poi in un canalone a fianco del torrente.

Percorso Stradale:  da Bolzano  sud si prende superstrada per Merano sino  alla tangenziale per Naturno. Si prosegue per tutta la valle sino al lago di Resia. A Curon  Venosta si prende a destra per Melago e si prosegue sino a Gschwell, proprio di fronte all’Hotel Alpenfrieden. Km 106 circa da Bolzano sud. Vedi Mappa.

ultimi paravalanghe fine mulattiera

Monte delle Pecore da quota 2300

Veduta verso Mittereck e Endkopf

Dolci pendii verso il Lago Gschweller

Grosser Schafkopf, parte superiore

panorama su vedretta vallelunga

verso il Passo del Lupetto

 Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Grosser Schafkopf, Monte delle Pecore 
Valle principale: Vallelunga
Gruppo Montuoso: Oetztaler Alpen, Alpi Venoste di Levante.
Paese di partenza: Gschwell, Vallelunga.
località di parcheggio: slarghi provinciale  nei pressi Hotel Alpenfriede.
condizioni viabilità accesso: buone. 
condizioni di parcheggio: molto limitate
quota partenza: m.1816 circa.
quota arrivo: m.3001
dislivello salita: metri 1185 circa.
dislivello discesa: come salita
quota massima: m.3001
Distanza: Km 11 circa
esposizione prevalente: sud est
tempo medio di salita: ore  3,45 – 4,15
difficoltà sciistiche: MS/BS
difficoltà alpinistiche: moderate
punti critici per slavine Cresta finale e   traverso subito prima del Passo del Lupetto
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura  da sci alpinismo  + ramponi  per cresta finale se ghiacciata.
periodo effettuazione Dicembre -  aprile
adatto a ciaspole ? si.
varianti in discesa: canalone ad est della mulattiera
problemi di orientamento: -
Cartine: Kompass foglio 041, Alta Val Venosta
info turistiche: Associazione Turistica Resia, 0473-633101
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
Trasporti Pubblici: Mobilità Alto Adige
destinazioni vicine:  Glockhauser, Punta di Valbennaria, Roterkopf, Cima Barbadorso di Fuori, Mittereck
punti appoggio intermedi: -

Note: i percorsi e le mappe  tracciate  sono del tutto indicativi. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.

inizio tratto in cresta dal Woelfelesjoch

i dolci pendii di salita e la catena Rabenkops

Grosser Schafkopf e croce di vetta

Passaggio sulla cresta del M.d. Pecore

Veduta sul Woelfeleskopf

Crinale ovest del Monte delle pecore

Der Weg ist das Ziel




Visualizza Monte delle Pecore, Vallelunga in una mappa di dimensioni maggiori

Meteo