Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Cima Venezia e Pisgana,Gruppo dell’Adamello, Trentino.

Ultimo aggiornamento: 19/03/2013

Cima Venezia e Pisgana,Gruppo dell’Adamello, Trentino.

Classica bellissima scialpinistica tra Trentino e Lombardia

Questa escursione è veramente una classica dello scialpinismo  grazie anche alla facilità di portarsi in quota assicurata dal complesso degli impianti  della Adamello Ski e del Passo del Tonale. Un biglietto del costo di Euro 15,50 + Euro 5 di cauzione, (prezzi 2013) consente di risalire con la cabinovia Paradiso, la seggiovia doppia e lo skilift  Passo Presena Sinistro sino a pochi metri dal Passo Presena. A completare l’anello il biglietto comprende anche la risalita con la seggiovia doppia “Sozzine” (utile per evitare un lungo spostamento in un tratto pianeggiante) con discesa dalla pista e la risalita finale da Sozzine sino al Passo Tonale, una cinquantina  di metri sopra il parcheggio della cabinovia Paradiso. La  salita alla Cima Venezia è facoltativa, ma ne vale la pena, sia per il poco dislivello (100 metri dal Passo Valletta, 60 metri dal Passo Venezia) sia per lo strepitoso panorama.  Di seguito è descritto il percorso più breve che prevede la risalita del Ghiacciao del Mandron sino al Passo Valletta.

Itinerario: dalla stazione a monte dello Skilift Passo Presena Sinistro si risale per pochi minuti sino ad arrivare al Passo, m.2997. Qui inizia una lunga discesa in diagonale, direzione sud, destra. Si oltrepassa da est il Lagoscuro e si scende nel vallone che ad ovest del Rifugio Mandrone porta all’omonimo lago. Qui si mettono le pelli e si inizia un lungo e quasi pianeggiante diagonale   fiancheggiando le pendici del Corno di Bedole e del Monte Mandron.  Si segue grosso modo il tracciato del sentiero Cai 236 tenendosi però più a monte  per risalire  in media pendenza i fianchi  sud-orientali della Torre Belvedere e abbandonando il magnifico ghiacciaio dell’Adamello.  Si gira progressivamente  a destra, ovest, sino ad imboccare un grande vallone la cui testata punta direttamente al passo Valletta che divide il Monte Mandron da Cima Venezia.  La salita è abbastanza dolce e si impenna solo  negli ultimi 100 metri ove ci si tiene totalmente a sinistra. Raggiunto il Passo Valletta  siamo alla testata del ghiacciaio occidentale del Pisgana. Per salire a Cima Venezia  ci si sposta in diagonale in modesta salita a sinistra in direzione del Passo Venezia, passando a  nord della Cima. Con una virata di 180 gradi si inizia a risalire il breve e abbastanza ripido fianco nord della Cima Venezia che si raggiunge sci ai piedi.

Discesa: la bellissima discesa avviene per la Vedretta Occidentale del Pisgana e poi per la Val Sozzine sino alla località omonima dove  dapprima si prende la seggiovia doppia Sozzine  che da quota 1316 porta a 1725. Da qui si ridiscende per la pista da sci sino alla stazione a valle, m.1256,  della Cabinovia Ponte di Legno  - Passo Tonale. I primi 800 metri sono veramente spettacolari negli ampi e ripidi pendii del Ghiacciaio occidentale del Pisgana.  Un tratto forse delicato, molto legato alle condizioni della neve, è il superamento di un ripido salto subito prima della pianeggiante strettoia qualche centinaio di metri  prima dell’inizio della vegetazione (a volte si trovano  delle colate di ghiaccio appena ricoperte da un sottile strato di neve).

 Percorso Stradale:  Da San Michele all’Adige, uscita autostradale A22, si prende a destra per la Val di Non e la Val di Sole percorrendole sino  a 500  metri prima del  Passo del Tonale. In totale  Km 69 dall’uscita autostradale.  Vedi mappa.

 

Passo Paradiso, tonale

breve salita a Passo Presena

Impianti e piste Passo Tonale e presena

veduta parziale itinerario per P. Valletta

Vedrette Mandron e delle Lobbie

Passaggio verso Lagoscuro

Discesa verso Lago Mandrone

Rifugio Mandrone, Città di Trento

Le Lobbie

Traccia appross.dDiscesa da P. Presena

 Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Cima Venezia e discesa vedretta di Pisgana
Valle principale: Val di Sole.
Gruppo Montuoso: Gruppo dell’Adamello.
Paese di partenza: Passo Tonale.
località di parcheggio: Parcheggio Funivia Paradiso.
condizioni viabilità accesso: necessari  pneumatici invernali. 
condizioni di parcheggio: buone.
quota partenza con funivia: m.1883
quota arrivo con pista sci: m.1256
dislivello salita: metri 900.
dislivello discesa: metri 2640. (inclusa risalita e discesa da seggiovia Sozzine)
quota massima: m.3290
Distanza: Km 21 circa esclusi impianti.
esposizione prevalente: sud nella discesa da P.Presena a Lago Mandrone, nord  in salita sino all’imbocco della Vedretta di Mandrone , est sino al Passo Valletta, nord la discesa nel Pisgana
tempo medio di salita sino a Cima Venezia: ore  3,30 – 4,15.
Tempo medio discesa: ore 1,30 – 2,00
   
   
difficoltà sciistiche: BS
   
   
   
punti critici per slavine Necessita di neve assestata.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura  da sci alpinismo. Trattasi comunque di itinerario su ghiacciaio.
periodo effettuazione Marzo - maggio
adatto a ciaspole ? no
problemi di orientamento: in caso di nebbia nel versante trentino.
Cartine: Kompass, foglio 71. Scala 1/50000..
info turistiche: Azienda per il Turismo Val di Sole. Tel.0463 901280
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
   
   
Trasporti Pubblici: Trentino Trasporti e Impianti Adamello  Ski
punti appoggio intermedi: -

Note: i percorsi e le mappe  tracciate  sono del tutto indicativi. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.

Risalita Vedretta di Mandron

Val di Genova e Presanella

Passo Valletta e Cima Venezia

Verso Passo valletta

Lobbia Alta

discesa in Val Narcanello

Discesa verso Val Sozzine

Verso inizio forestale




Visualizza Cima Venezia e Pisgana in una mappa di dimensioni