Skip to main content

Home / SCIALPINISMO / Cima Prato Fiorito – Dolomiti di Brenta con partenza da Dos Sabion

Ultimo aggiornamento: 03/01/2015

Cima Prato Fiorito – Dolomiti di Brenta con partenza da Dos Sabion

Bellissima, entusiasmante, abbastanza impegnativa, escursione scialpinistica a semi anello  con salita a Cima Prato Fiorito e discesa dalla Bocca dei camosci per la Val di brenta.Escursione che presuppone l’utilizzo di due autovetture o il ricorso a mezzi di servizio pubblico.

il tracciato del percorso a Pratofiorito

tracciato sotto rifugio 12 apostoli

parte alta del percorso per Pratofiorito

Itinerario: Si prendono la  cabinovia e la  seggiovia Dos Sabion  che inizia verso le 8,30. Dalla cima si scende verso il Passo Bregn de l'Ors seguendo il sentiero estivo 357. Traversata sul sentiero estivo 307 sino al Pian di Nardis. Da qui siamo saliti su buona traccia a sinistra della Scala Santa. Lasciando molto distante sulla destra il rifugio 12 Apostoli con libera traccia si  procede in direzione sud est risalendo la vedretta di Prato Fiorito, lasciando sulla nostra sinistra la Cima d'Agola. Superato in diagonale un pianoro puntiamo in sostenuta pendenza ad una sella tra la Cima Susat e la Cima Pratofiorito. Dalla sella con breve ripido traverso si raggiunge il plateau sommitale e in pochi metri la cima. Si scende ora tagliando  in diagonale le pendici di cima D'agola pervenendo nella omonima vedretta. Si risale puntando a est verso la Cima d'Ambiez, prima del cambio di pendenza si gira nettamente a sinistra, nord, e si risale un ripido pendio per raggiungere con un ripidissimo pendio la poco appariscente Bocchetta dei Camosci, m.2784. Qui inizia con un primo breve ma comodo tratto molto ripido, una stratosferica discesa nella Vedretta dei Camosci. In prossimità della confluenza con La Val Brenta, a quota 2500, sotto la Bocca di val Larga, si procede tenendo la sinistra con un lungo diagonale sotto le pareti del Crozzon di val d'Agola. Si procede a lungo perdendo poca quota e superando una serie di canali, il quinto dei quali è quello giusto da imboccare per superare un salto di roccia (canale assai ripido e stretto ma non troppo difficile). Si procede sopra la fascia di vegetazione sempre in direzione nord est sino a iniziare una ripida, ma abbastanza comoda discesa nel bosco, lungo il tracciato del sentiero estivo 323. Si affronta un tratto caratteristico da percorrere normalmente senza sci (scala del Brenta, quota 1445 circa). Ancora 100 metri di discesa e si attraversa il torrente in prossimità della teleferica del Rifugio Brentei. Ora inizia un lungo tratto di forestale, circa 3,5 Km con tratti pianeggianti che sfocia presso il Parcheggio Val Brenta, poco a monte di Plaza, stazione degli impianti che Collegano Pinzolo a Campiglio, raggiungibile da Sant Antonio di Mavignola. Ritorno a Pinzolo con seconda autovettura o con Taxi.

partenza da Dos Sabion

discesa verso Passo Bregn de l'Ors

traverso dal passo del Gotro al Lago Asciutto

veduta sulla Val d'Agola e il lago omonimo

dal Pian di Nardis alla Scala Santa

tratto ripido sotto il rifugio ai 12 Apostoli

le gobbe a nord del rifugio 12 Apostoli

verso la Vedretta di Prato Fiorito

Discesa: per la Vedretta dei Camosci e la Val Brenta.

Percorso Stradale:  da Trento a Pinzolo circa 58 KM (vedi mappa).

Dati  salienti itinerario:

Destinazione: Cima Prato Fiorito e discesa in Val Brenta
Valle principale: Val Rendena
Gruppo Montuoso: Dolomiti di Brenta
Paese di partenza: Pinzolo, stazione a Monte Funivia Dos Sabion
località di parcheggio: Pinzolo, parcheggio funivia.
Località di arrivo: Parcheggio val Brenta raggiungibile da S.Antonio di Mavignola.
condizioni viabilità accesso: buone
condizioni di parcheggio: buone.
quota partenza: 2100, m.
quota arrivo: 2900 m.
dislivello salita: 1370  metri con risalite
dislivello discesa: 2100
quota massima: m.2900
Lunghezza percorso: Km 17,2.
esposizione prevalente: ovest salita, nord discesa da Val Brenta. 
tempo complessivo: 7-8  ore. 
difficoltà sciistiche: BSA
difficoltà alpinistiche: assenti
punti critici per slavine Itinerario da percorrere con nevi assestate.
attrezzatura  necessaria normale attrezzatura sci alpinismo + ramponi
periodo effettuazione Aprile – maggio (funivia Dos Sabion  chiude verso inizio aprile aprile)
adatto a ciaspole ? no
varianti in discesa: -
Cartine: Kompass foglio 649, Lagiralpina foglio n.13
info turistiche: Azienda per il Turismo Val Rendena. Tel 0465447501
meteo e valanghe: Meteo Bolzano    Meteotrentino. Aineva
punti appoggio intermedi: -

Note: la mappa tracciata è del tutto indicativa. Saranno le condizioni del terreno e della neve a consigliare dopo le opportune valutazioni la via migliore da seguire. Si prega di segnalare imperfezioni ed errori al seguente indirizzo: info@veramontagna.it

Scala di difficoltà:
 MS: Medio sciatore, BS: buon sciatore, OS: ottimo sciatore;MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
 BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
 OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.

La vedretta di Pratofiorito e Presanella

tratto ripido prima della Cima Pratofiorito

a pochi metri dalla cima

veduta verso Cima Vallon

Tosa e Ambiez da Pratofiorito

veduta sulla alta Val Ambiez

cima d'Agola e Vedretta di Prato Fiorito

verso la Bocca dei Camosci, a sinistra

via di salita a Cima d'Agola

verso Bocca dei Camosci

Cima Tosa e Cima Ambiez

discesa a nord dalla Bocca dei Camosci

il pendio sotto la Bocca dei Camosci

vallone della Vedretta dei Camosci

Rifugio Alberto e Maria ai Brentei

Crozzon di Brenta e torri degli Sfulmini

Torre di Brenta, Sfulmini, Campanili Alto e Basso

IL canalone di discesa verso la scala del Brenta

lungo diagonale in Val Brenta prima del bosco

Val brenta e Bocca di Brenta



Meteo