Skip to main content

Home / DOLOMITI

Ultimo aggiornamento: 13/08/2011

Le Dolomiti Patrimonio Unesco

Tutti i gruppi dolomitici del Trentino Alto Adige Ampezzo

E' trascorso più di un anno, dal 27 giugno 2009, quando a Siviglia il World Heritage Committee ha ufficialmente inserito le Dolomiti nella lista del Patrimonio Universale dell'Umanità Unesco.

Un Patrimonio Mondiale di 231.000 ettari di vette, per un' estensione complessiva di 142.000 ettari, suddivisi tra le province di Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone ed Udine: questo il nuovo patrimonio dell'umanità sancito dall'Unesco il 27 giugno a Siviglia.

La candidatura delle Dolomiti è stata sostenuta dal parere positivo espresso in precedenza dall' IUCN (Unione mondiale per la conservazione della natura), l'Organismo internazionale incaricato di esaminare in prima istanza e candidature dei beni naturali Unesco.

Il Patrimonio Universale Unesco delle Dolomiti comprende i seguenti gruppi montuosi:

a) Pelmo, Croda da Lago, Antelao, Sorapiss, Marmarole, Cadini di Misurina, Tofane, Cristallo, Schiara, Civetta, Nuvolau,  situati in Veneto, tra Cadore, Zoldano e Ampezzano;

b) il massiccio della Marmolada, posto fra Trentino e Veneto e comprendente la cima più alta delle Dolomiti (3.343 metri) e il ghiacciaio più significativo;

c) il gruppo formato dalle Pale di San Martino, Pale di San Lucano e Dolomiti Bellunesi, per lo piu' in territorio veneto ma anche trentino;

d) il gruppo formato dalle Dolomiti Friulane e d'Oltre Piave, le più orientali, suddivise fra le province friulane di Pordenone e Udine;

e) le Dolomiti Settentrionali, situate fra Alto Adige e Veneto e comprendenti i frastagliati Cadini, le candide Dolomiti di Sesto, le austere Dolomiti d'Ampezzo, le lunari Dolomiti di Fanes, Senes e Braies; il gruppo Puez-Odle, tutto in territorio altoatesino, oggi splendido parco naturale;

f) il gruppo formato dallo Sciliar, dal Catinaccio, dal Latemar, dal Sassolungo e dal Sella a cavallo fra Alto Adige e Trentino;

g) le Dolomiti di Brenta, le più occidentali, tutte in territorio trentino;

h) il Rio delle Foglie in Alto Adige, uno straordinario canyon le cui stratificazioni rocciose e gli innumerevoli fossili di animali preistorici permettono di capire la storia geologica della Terra.

Video promozionali

In onore delle montagne più belle del mondo 3 video promozionali.

Dall'utente YouTube GuideDolomiti con il contributo di DolomitiSuperSkiun video delle Dolomiti in inverno.

Dall'utente YouTube AltaPusteria una panoramica area sull'Alta Pusteria in Alto Adige con le Tre cime di Lavaredo.

Dall'utente YouTube Ivano691 una videoraccolta fotografica con bellissime immagini.

Il Gruppo dolomitico della Marmolada, che prende il nome dalla "regina delle Dolomiti", è compreso nelle province di Trento e di Belluno e  si trova al centro delle catene dolomitiche. Punta Penia, m. 3.343, è la vetta più elevata delle Dolomiti. La Marmolada ha il ghiacciaio più esteso e la sua parete sud si presenta come un enorme blocco di roccia  lunga oltre 4 Km e alta sino a 830 metri con difficoltà di arrampicata di massimo grado

Leggi...

Il gruppo montuso è delimitato ad est dalla Val di Fassa, a sud dalla Val di Fiemme, ad ovest dal Passo di San Lugano, dall'altipiano di Nova Ponente verso settentrione. Il Latemar si compone di diversi sottogruppi, tra i quali gli Oclini e il Cornon, caratterizzati da diverse caratteristiche morfologiche e geologiche. La sua origine risale a oltre 235 milioni di anni fa.

Leggi...

A differenza di altri gruppi dolomitici, il Gruppo del Sella non è caratterizzato da numerosi denti, torri e guglie: assomiglia piuttosto ad un insieme di gigantesche  fortezze con delle pareti altissime, contraddistinte da una larga cengia  a metà altezza che cinge l'intero massiccio. La cima più elevata è il Piz Boé, m.3152. E' delimitato dal Passo Sella ad ovest, dal Passo Gardena verso nord, dal Passo Campolongo e dal Passo Pordoi verso est.

Leggi...

Il Gruppo delle Pale di San Martino si configura come una vera e propria barriera corallina è il più vasto gruppo delle Dolomiti Orientali: si estende da nord dall'alta Val Travignolo e la Val di Biois unite dal Passo di Valles, a sud è delimitato dalla strada che collega lungo Passo Cereda il Primiero ad Agordo.

Leggi...

Il Gruppo di Brenta si distende da Nord a Sud per una lunghezza di oltre 40 km all’incirca dal Ponte di Mostizzolo all'imbocca della Val di Sole a Tione in Val Rendena. Ha una superficie di 560 kmq ed è percorso da oltre 560 km di sentieri,il 30% dei quali è attrezzato.  E’ delimitato in senso orario dal Lago di Molveno, dalla Valle Giudicarie a Sud, dalla Val Rendena a Ovest sino a Passo Campo Carlo Magno, dalla Val Meledrio, dalla Val di Sole a Nord, dalla Valle di Non ad est.

Leggi...

Il Gruppo di Brenta si distende da Nord a Sud per una lunghezza di oltre 40 km all’incirca dal Ponte di Mostizzolo all'imbocca della Val di Sole a Tione in Val Rendena. Ha una superficie di 560 kmq ed è percorso da oltre 560 km di sentieri,il 30% dei quali è attrezzato.  E’ delimitato in senso orario dal Lago di Molveno, dalla Valle Giudicarie a Sud, dalla Val Rendena a Ovest sino a Passo Campo Carlo Magno, dalla Val Meledrio, dalla Val di Sole a Nord, dalla Valle di Non ad est.

Leggi...

Sassolungo e Catinaccio costituiscono nel loro insieme una delle mete di maggiore richiamo nelle Dolomiti, sia per le bellezze dei panorami che per la difficoltà degli itinerari e delle arrampicate. Si estendono tra il Passo di Costalunga a sud e il Passo Sella a nord est, ad est sono delimitati dalla Valle di Fassa, a nord dall'altipiano dello Sciliar e dalla Val Gardena in Alto Adige.

Leggi...