Skip to main content

Home / DOLOMITI DI CADORE ED AMPEZZO / Gruppo della Schiara

Ultimo aggiornamento: 11/01/2011

Gruppo della Schiara

Il più meridionale dei Gruppi dolomitici del Cadore

Dei Gruppi dolomitici del Cadore, quello della Schiara, è il più meridionale: nel versante sud  si diramano le piccole elevazioni delle prealpi bellunesi. La Schiara definisce con la sua mole e le sue forme ardite il magnifico sfondo naturale a tutti i paesaggi della piana bellunese verso settentrione.

Costituisce il nucleo principale del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. I suoi limiti geografici sono costituiti ad est dal Torrente Maè e dal  Fiume Piave, ad ovest dal Rio  Cordevole. A nord le linee di separazione dai massicci del Tamer del Pramper e del Bosconero sono rappresentate dal Torrente Bordina, dal Ru dei Pontesei, dalla Val Costa dei Nass e dal Torrente Grisol.

Scolasticamente viene diviso in tre settori: la catena settentrionale con i monti Zelo, Zità, Talvena; la Catena Centrale con La Schiara, il Pelf, le Pale del Balcon e il Monte Coro; la catena meridionale con il massiccio della Pala Alta, dal Complesso Terme Tiron Sabioi, dal massiccio del Serva.

La Maggiore elevazione è la Cima della Schiara, m.2565. L'Alta Via delle Dolomiti n.1 attraversa il Gruppo da nord a sud nella sua fase finale verso Belluno passando dai Rifugi Pian della Fontana e 7° Alpini.

Cime, Rifugi, itinerari, traversate, vie di accesso

Rifugi Gruppo della Schiara Cime Principali raggiungibili con difficoltà varia, itinerari, traversate località di partenza, sentieri
Rifugio 7° Alpini m.1502. Località Pis Pilon, ai piedi della parete Sud della Schiara. Tel 0437 941631 aperto dal 15 giugno al 20 settembre. info@rifugiosettimoalpini.it  Ascensioni: Monte Pelf, m.2506, ore 3,30, s.505 e 511, difficoltà 1°.
 Itinerari e traversate: Al Bivacco del Marmol-Bocco, m.2266,  per la via Ferrata del Marmol, s.514,  ore 3,30. Traversata alpinistica, difficoltà medio alta
 al Bivacco Dalla Bernardina, m.2320  per la Via Ferrta Luigi Zacchi, percorso alpinistico  di alta difficoltà , ore 4.
 Al Bivacco Slataper, m.2600 per la Cengia  del Banco, s. 215 e 242 (Sentiero attrezzato Berti, media  difficoltà) ore 5.
 Al Bivacco Sperti, m.2000, per il sentiero Ferrato Iris e Gianangelo Sperti, s.504, ore 2,20
 
 Da Bolzano Bellunese strada di 4 km  per le Case Bortot, m.694, di qui  s.501.ore 3

Rifugio  Furio Bianchet, m.1250. Alta val Vescovà, Pian dei Gat. Tel 0437-669226. Aperto  da giugno a settembre

.
 
 

Itinerari e traversate: Al Rifugio Pian de Fontana, m.1650 per la Forcella La Varetta, s.518, 514, 520, ore 2,45.
 Al Bivacco del Marmol-Bocco, m.2266,  per la Forcella del Marmol, s.518 e 514, ore 3,30. Traversata alpinistica, difficoltà media.
 al Rifugio Pian della Fontana, m.1632, per la Forcella La Varetta, s.518 514 e 520, ore 2,45.
 al Bivacco Dalla Bernardina, m.2320  per il Van de la S'ciara e la Forc. de La Gusela. S.503, attrezzato in parte, percorso alpinistico  di difficoltà media, ore 3,30.
Raggiungibile da costa de' Pinei, m.486, Ss 203, agordina, per s. 503, ore 3 circa.
Rifugio Pian de Fontana, m.1632. Alta Val de i Ross. Tel. 335-6096819  Aperto dal 1 giugno al 30 settembre.  elenazam@virgilio.it Ascensioni: Cima de Zità, Sud e di Mezzo, m.2450,  Dalla Forcella Sud del van de Zità Ore 2,30, diff.  1° grado.
 La Preson, m.2349, ore 2,30, diff. 1° grado.
 Cima de Zità nord, m.2465,  ore 3 circa.
 Itinerari e traversate:
 Al Rifugio Sommariva al Pramperet, per la Forcella Sud del Van de la Zità e la Portela del Pinzedel, s.514 , ore 3,30.
 al Rifugio Bianchet, m.1250, per la Forcella La Varetta, s.520, 514 e 518, ore 2,30.
 al Bivacco Dalla Bernardina, m.2320  per la Cresta est della Cima La Schiara, via Ferrta Berti, ore 2,30. Percorso alpinistico, diff.tà medio alta.
Da Soffranco, m.568, in Val di Zoldo, strada forestale per Val de Grisol, s.520, sino al Ponte dei Ross, parcheggio. Di qui si procede sempre con il 520. Ore 2,30 dal Parcheggio, ore 3,30  da Soffranco.
Bivacco  del Marmol - Sandro Bocco, m.2266. Cresta orientale della Schiara. Ascensioni: Cima La Schiara, m.2565, sentiero inizia prima della  Forcella del Marmol, segnalato con bolli rossi e attrezzato nell'ultima parte, ore 2. Diff. 1°  grado.
 Monte Pelf, m.2506, sentiero con bollini rossi e in parte attrezzato, Percorso alpinistico di media difficoltà, ore 2.
  Itinerari e traversate: al Bivacco Dalla Bernardina, m.2320  per la Cresta est della ima La Schiara, via Ferrata Berti, ore 2,30. Percorso alpinistico, diff.tà medio alta.
Da Palus San Marco, Val d'Ansiei, presso Ponte degli Alberi, m.1135, s 226 e 1227, sentiero Alpinistico  parzialmente attrezzato Brovedani, media difficoltà, ore 3,30
Bivacco Ugo dalla Bernardina, m.2320. Cengia Zacci, nei pressi della Forcella della Gusela Ascensioni: Cima La Schiara, m.2565,per la via Ferrta Berti, ore 1,30, difficoltà media, esposta.
 Monte Nason, m.2385, dalla Gusela del Vescovà per rocce gradinate, ore 0,40, diff. 1° e 2° grado.
 Pale del Balcon, m.2370. Si segue il sentiero ferrato Berti e ci si distacca per raggiungere in breve le cime. Ore 0,45 dal Bivacco.
  Itinerari e traversate: al Bivacco del Marmol- Bocco, m.2266  per la Cresta est della Cima La Schiara, via Ferrata Berti, ore 2,30. Percorso alpinistico, diff.tà medio alta.
 Al Bivacco Sperti per la Via Ferrata Sperti, difficoltà medio alta.
Dal Rif. Blanchet, ore 3,30, s. 503, sentiero alpinistico.
 Dal  Rifugio 7°  Alpini per  s.503 (Via ferrata Zacchi), ore 3,30.
Bivacco Iris e Gianangelo Sperti, m.2000. Ai piedi dello spigolo sud ovest della prima Pala del Balcon Ascensioni: Pala del Balcon, m.2331, difficoltà 1° e 2° grado, ore 2 dal bivacco.
 Pala Attilio Tissi (5a Pala del Balcon), m.2288,ore 2,30 diff. 1° e 2° grado.
  Itinerari e traversate: al Bivacco del Marmol- Bocco, m.2266  per la Cresta est della ima La Schiara, via Ferrata Berti, ore 2,30. Percorso alpinistico, diff.tà medio alta.
Dal  Rifugio 7°  Alpini per  s.504, sentiero alpinistico, non difficile, ore 2,20.

I tempi di percorrenza sono  del tutto indicativi e si riferiscono al superamento per ogni ora di cammino, soste escluse, di un dislivello in salita di m.350, m.500 in discesa, km 2,5  di lunghezza nei tratti pianeggianti.  Quando si parla di "sentiero alpinistico" e di "percorso alpinistico" si intende  tracciati che richiedono  capacità di percorribilità e livello di attenzione ed esperienza diverse da quelle  dei sentieri escursionistici, presentano maggiore grado di esposizione ai dirupi, attraversamento di tratti  innevati o su terreno malsicuro. Le indicazioni qui contenute sono tratte da  testi  o documenti di pubblica consultazione, possono contenere errori  e possono non essere sempre aggiornati sia per le condizioni di percorribilità di strade e sentieri sia per  i recapiti dei rifugi:  si consiglia vivamente  di munirsi di una buona cartina e di verificare periodi di apertura e transitabilità delle vie di accesso.

Video promozionale

Paesaggio dalla Pala Alta nel Gruoppo dell Schira, video dall'utente YouTube WillyTP





Visualizza Sorapiss Schiara Marmarole in una mappa di dimensioni maggiori

Visualizza Cadore in una mappa di dimensioni maggiori