Skip to main content

Ultimo aggiornamento: 01/08/2010

Val Sarentino

A Nord di Bolzano

Scorcio della Val Sarentino in inverno

La Val Sarentino si colloca a Nord di Bolzano ed è attraversata dal torrente Talvera al centro delle omonime Alpi Sarentine. Anche se non molto distante dal capoluogo Bolzano, la Val Sarentino, Sarntal,  sembra far parte di un mondo a se stante: spazi immensi, vasti pascoli, fitte abetaie, masi sparsi qua e là, dolci montagne, attacco alle tradizioni e alle attività silvo-agricole di montagna.

La vallata comprende un unico comune con diverse frazioni che vanta uno dei territori più estesi d'Italia. Come superficie, il paese di Sarentino è il comune più grande dell'Alto Adige ed il 36° in Italia, e comprende 28 frazioni. Tutta la valle è circondata da 140 cime. Dal punto di vista geo-orografico Sarentino è essenzialmente un altipiano con molte elevazioni, nessuna delle quali supera i 2800 metri, situato tra la Val Passiria e l'altipiano di Renon che la separa dalla Valle Isarco.

A sud il territorio è delimitato dalla piana di Merano e dalla bassa Val Venosta. A settentrione il limite naturale è costituito dalla val di Giovo. La valle è percorsa dal fiume Talvera  e si sviluppa da sud a nord sino ad Astfeld, qui si biforca in due diramazioni. Ad ovest la val di Pennes che prosegue sino all'omonimo passo, ad est la Durnholzer Tal, Val di valdurna con l'omonimo bel lago, la quale non ha sbocchi a nord.  Su quasi  tutto il territorio dei Monti Sarentini  è stato istituito il Parco Naturale dei Monti Sarentini. 

Le vie di accesso principali sono  da Bolzano la Statale 508, da Vipiteno per la Statale del Passo Pennes. Numerose vie di comunicazione minori collegano Sarentino all'Altipiano del Renon, tra queste quella che da Bolzano porta ad Auna di Sotto, Collalbo e Wangen.  I vasti pascoli dell'Alpe di Villandro, parte ovest dei Monti Sarentini possono essere raggiunti da Chiusa o Prato all'Isarco per la statale n.73 o passando per Latzfons. Il capoluogo della valle è Sarentino, Sarntal che  comprende numerose frazioni e tantissimi masi tra le quali: Astfeld, Reinswald, Durnholz, Weissenbach, Pens

La Valle è abitata quasi esclusivamente da popolazione di madrelingua tedesca, tant'è che nonostante la vicinanza al copoluogo dell'Alto Adige, ha mantenuto forti tradizioni tirolesi, anche causa al suo isolamento per problemi di viabilità con Bolzano. Sarentino è detto Sarner in tedesco: lo stesso termine indica il caratteristico capo di vestiario che in origine i contadini della valle tessevano con grossa lana di pecora. Questa giacca di lana ha riscosso successo e compare in forma elegante in numerose vetrine che espongono la moda in stile tirolese.