Skip to main content

Home / ALTO ADIGE / AMBITI TURISTICI / Val Venosta / Gruppo Ortles Cevedale

Ultimo aggiornamento: 23/12/2010

Gruppo Ortles Cevedale

Tra Trentino Alto Adige e Lombardia

Monte Cevedale e Ortles

Il gruppo Ortles Cevedale include le vette più alte della regione Trentino Alto Adige: la magnifica triade Ortles (Ortler), Gran Zebrù (Koenigspitze) e Monte Zebrù è visibile da ogni altura delle Dolomiti. I suoi confini sono a sud la Val di Sole, in Trentino, il Passo del Tonale che lo separa dal gruppo della Presanella, dalla Valtellina

Koenigspitze (Gran Zebru) e Suldenjoch

che lo separa dal Bernina,  ad ovest dalla Valfurva  e dal Passo di Gavia che lo separa dalla Catena Solbretta-Gavia. Verso nord ovest il limite è stato dalla Valle del Braulio, a nord dal Passo dello Stelvio e dalla Valle di Trafoi che lo dividono dalle Mustair Alpen o Alpi di  Val Monastero. Ad est il limite è dato dalla Val Venosta e dalla Val di Rabbi e Val d'Ultimo unite dal Passo di Rabbi.

 Il gruppo ha una forma piuttosto complessa  con un grosso nucleo centrale e diverse diramazioni, come in tanti altri casi  le tre principali  proposte di Classificazione delle Alpi, ovvero Partizione delle Alpi del 1926, Ave e Soiuza, non concordano nella definizione dei confini del Gruppo Ortlrs Cevedale.

Solo per comodità espositiva, ma senza alcuna pretesa di scientificità, si  cercherà qui di  indicare le articolazioni del Gruppo partendo dal settore sud.

Area Montuosa compresa tra  il Passo Tonale la Valtellina la Val di Rezzalo il Passo Gavia  la Valletta,  la Valle del Monte e la Valle di Pejo.

 

Catena Ortles Punta Cristallo

Si tratta di una costiera che si sviluppa  in territorio lombardo e trentino la quale  include  partendo da ovest cime quali: Corno dei Becchi, Punta di Pietra Rossa, Cima di Savoretta, Punta di Monticelli, Cima di Caione, Monte Gaviola,  Corno dei Tre Signori, Punta di Montozzo, Torrione di Albiolo, Monte Redival, Monte Palù, Cima Boai. I punti di accesso più agevoli

Cima Lorchen e Cime Sternai

sono il Passo di Gavia, il passo Tonale, la Valle del Monte da Pejo.  Rifugi presenti in questa zona: Rifugio Benetta al Passo di Gavia, il Rifugio Bozzi al Montozzo. Numerosi i laghi  presenti nella zona di Montozzo e di Ercavallo. Il Lago Nero e il Lago Bianco vicini al Passo di Gavia.

     Costiera sud-orientale   da Pizzo di Val Umbrina  al Monte Cevedale

Definisce  un'area  montuosa compresa tra  la Val di Gavia, la Val dei Forni, la Valle di Cedec  ad Oveste nord, la Vedretta del Cevedale , la Val Venezia e la Val de la Mare ad est, la Val di Pejo e la Valle del Monte a Sud.  Le cime principali partendo da ovest sono: Pizzo di Val Umbrina,

Cima Venezia

Pizzo Tresero, Punta di San Matteo, Cima di San Giacoma, Punta Taviola, Punta Cadini, Punta Taviela, Monte Vioz, Palon de la Mare, Monte Rosole, Cima Cevedale.  Risalta in questa zona il vasto Ghiacciaio dei Forni e l'imponente Vedretta de la Mare. Le vie ci accesso principali sono la strada della Val dei Forno sino all'omonimo Albergo Rifugio, Malga Mare e gli impianti di Dos dei Cembri sul versante sud da Pejo, il Paradiso del Cevedale in Val Martello da ovest, Solda da nord. Di alta quota i rifugi presenti: Rifugio Mantova al Vioz, m.3535, Rifugio Pizzini in Val Cedec, Rifugio Martinelli e Rifugio Branca in Val di Rosole, il Rifugio Guido Larcher al Cevedale nella Val de la Mare.

Costiera Zufallspitze e Hasenohr (Orecchia di Lepre) 

Cima Vertana - Vertainspitze

 Include la   dorsale che separa la Val Martello dalle Valli di  Rabbi e Val d'Ultimo e in buona sostanza il Trentino dall'Alto adige. Non sempre i confini sono ben definiti specialmente per quel che riguarda la linea di demarcazione con i Gruppi Vegaia Tremenesca (Passo del Cercen) e con le Ultener Berge (Monti della Val d'Ultimo) (Passo di Laces).  Partendo da ovest dopo la  Zufallspitze  e la Vedretta  della Forcola ne fanno parte: La Cima Marmotta o Koellkuppe, le Tre Cime Venezia, la Punta Martello  o Hintere Schranspitze, la Cima Careser e la Cima Mezzena, queste due  tutte in territorio trentino, la Cima di Saent o Sallentspiz,  la Cima di Rabbi o Hintere Nonnenspitz, la Lorcherspitze o Cima Lorchen, le due Cime Sternai (Eggenspitze), il Gioveretto (Zufrittspitze), l'Orecchia di Lepre o Hasenohr.  Rifugi presenti nell'area: Rifugio Stella Alpina e Rifugio  Dorigoni in Val di Saent sul versante della Val di Rabbi, Rifugio Guido Larcher al Cevedale in Val de la Mare (Pejo), Rifugio Nino Corsi e Rifugio Martello in Val Martello, Rifugio Canziani in Val d'Ultimo.

Costiera Suldenspitze - Cima di Reit e diramazione Ortles - Hochleitenspitz e Gruppo del Monte Confinale

Comprende alcune delle Cime principali del Gruppo. Si tratta essenzialmente della zona nord-occidentale: essa è delimitata a sud-est dalla valle del Cedec, a  sud dalla Valle dei Forni,   ad ovest dalla

Costiera Punta Laste Cima Pozzo

Valfurva, a nord-ovest dalla Valle del Braulio, a nord dalla Valle di Trafoi, a nord-est dalla val di Solda e dal Passo del Cevedale.

Tra la Valle di Cedec, La Valle dei Forni e la val Zebrù è racchiuso il Sottogruppo di Monte  Confinale  che include anche  il Monte Forcellino, la Cima delle Saline,

Dorsale settentrionale Val Martrello

le  tre Cime della Manzima.  Su questi monti si trovano il Bivacco Passo di Zebrù, m.3110 e il Bivacco Del Piero sulla testata della Vedretta del Fora. In Val Zebru, a quota m.1989 si trova il Rifugio Campo.

La costiera principale partendo da ovest include la Cima e la Cresta di Reit sulla quale  si trova il Bivacco Provolino,   il Monte e la Punta del Cristallo (Hoheschneide). Contornano la Vedretta del Madaccio sulla quale si trovano gli impianti di Livrio: La Geisterspitze o Punta degli Spiriti, le Cime di Tuckett con il Bivacco Ninotta, le tre Madatschspitze. Dopo le cime Madaccio, verso est si trovano le Vedrette di Trafoi, la Vedretta del Naso e la Vedretta bassa dell'Ortles con le due Cime di Campana (Schneeglocke), la Thurwieserspitze con il sottostante Bivacco Pelliccioli, il Monte

Grosse Angelusspitze e Orgelspitze

Zebru con il Bivacco Città di Cantù e il Gran Zebru (Koenigspitze), m.3851. Completano la sequenza la Kreilspitzeo Punta Graglia, lo Schrotthorn e la Suldenspitze o Cima di Solda.  Dal Monte Zebru si dirama verso nord la Catena che comprende la cima dell'Ortles (Ortler), m.3905, lo Tschierfeck, la Tabarettaspitze, il Monte dell'Orso (Baerenkoepfl), la Hochleitenspitz o Punta Alta.

I rifugi principali di questa area sono: Rifugio Casati-Guasti, m.3270 presso il Passo del Cevedale, il Rifugio Pizzini-Frattola in alta Val Cedec, il Rifugio

Rifugio Martello e Catena Punta di Lasa

Ghiacciaio dei Forni e il Rifugio Stella Alpina in Valle dei Forni, il Rifugio V° Alpini, Cap.G. Bertarelli in alta Val Zebru, il Rifugio Pirovano e il Rifugio Livrio presso il Passo dello Stelvio, il Rifugio Borletti (Berglhuette), m.2180 in Valle di Trafoi. Nella Val di Solda sono presenti i Rifugi Tabaretta, Il Rifugio Payer, il Rifugio Coston (Hintergrat Huette), il Rifugio Città di MIlano o Schaubachhuette.

Costiera  Nord di Val Martello e Nodo di Cima Vertana

Comprende il lembo nord orientale del Gruppo dell'Ortles. E' costituito dalla dorsale che separa la Val Martello dalla Val Venosta  e dal complesso montuoso racchiuso

Gruppo Croda di Cengles Vertana

tra la Val di Solda e la Val Venosta. I limiti geografici sono ad ovest la Val di Solda e il passo del Lago Gelato, a nord la Val Venosta, a sud est la Val Martello e la Vedretta del Cevedale.

La Dorsale principale di Val Martello include una importante sequenza di cime che vanno dalla Eisseespitze (Punta del Lago Gelato) alla Weisswaand o Croda Bianca. Partendo da ovest abbiamo: Punta del Lago Gelato, Butzenspitze o Cima del Pozzo, Madritschspitze o Cima Madriccio, Hintere Schoentauspitze o Punta Beltovo di

Gruppo Zebrù e Cime di Solda

Dentro, Innere Pederspitze, Plattenspitze o  Punta delle Laste, Schildspitze, Mittlere Pederspitze,  Aussere Pederspitze (Punta Peder di Fuori), Lifyhorn o Punta di livi, Gemsspitze o Cima dei Camosci, Lyfispitz, Punta di Sluder o Schluserspitz, Punta di Lasa o Orgelspitze. Il versante meridionale, in Val Martello, presenta  numerose vallette di accesso alla cresta, le quali costituiscono delle classiche vie scialpinistiche. Tra queste vanno citate le Valle  Madriccio, La Valle del Pozzo, la Pedertal o Val Peder, la Rosimtal o Val di Rosim, La Val di Sluderno o Schludertal.

La Val di Rosim o Rosimtal, laterale della Val di Solda, l'importante Vedretta di Lasa o Laaserferner, e la Val di Lasa o Laasertal dividono la costiera di Val Martello dal

Ortles dal Pulpito

nodo di Cima Vertana. Oltre all'omonima vetta, m.3545, compongono questo complesso triangolare di montagne,  le cime: Grosse Angelus-Spitze o Angelo Grande, m.3521, l'Angelo Piccolo o Kleiner Angelusspitz, Vorderes Schoeneck (Dosso Bello di Fuori), Hinteres Schoeneck, Tschenglser Hochwand (Croda di Cengles), Schafbergerspitze, Taitschroi (Cima Tedesca), Pederflick o Pietrafitta.  Il punto di accesso migliore per Cima Vertana è dato dalla Val di Solda con gli impianti del Madriccio e la Seggiovia del Pulpito. relativamente pochi i laghi in quest'area: tra essi si segnalano il Lago di Covelano (Goflaner See) e i Laghi di Zai o Zayseen.

Tra i rifugi vanno segnalati il Rifugio Serristori (Duesseldorferhuette), il Rifugio Madriccio entrambi sul versante di Solda, la Malga Livi o Lyfialm, il Rifugio Nino Corsi e  il Rifugio Martello in Val Martello.




Visualizza Ortles Cevedale in una mappa di dimensioni maggiori