Skip to main content

Home / ALTO ADIGE / AMBITI TURISTICI / Val Pusteria / Vedrette di Ries - Riesenferner Gruppe

Ultimo aggiornamento: 16/02/2011

Vedrette di Ries - Rieserferner Gruppe, Alto Adige Suedtirol

I perenni ghiacciai tra la Valle di Riva e Anterselva

Koflersee e Vedrette di Ries

Le Defereggen Alpen si dividono in due grandi gruppi: i Monti di Casies e le Vedrette di Ries o Riesenferner Gruppe. Le Vedrette di Ries sono la parte settentrionale  e occidentale delle Alpi di Defereggen, le quali si estendono per  buona parte in territorio austriaco. Esse sono delimitate a nord dalla Valle di Riva o Reintal, dalla Valle dei Dossi o Knuttental e dal Passo di Gola  che le separa dai Monti di Predoi, ad est dalla  Arvental, dalla  Defereggen Tal e dalla Staller Tal, verso sud è la Valle di Anterselva o Antholzertal  a costituirne la linea di demarcazione dai Monti di Villgraten o  di Casies.  Il confine occidentale è dato dalla Valle di Tures che le divide dai Monti di Fundres.

Hanno una forma irregolare che richiama lontanamente un doppio semicerchio, uno concentrico all'altro, con diverse ramificazioni verso sud-ovest. Le cime più alte  sono tutte attestate sulla linea di confine, fanno eccezione il Monte Nevoso e ill Monte Magro.  Numerosi ghiacciai caraterizzano questo complesso montuoso che appunto per questo prende il nome di Vedrette: in territorio austriaco abbiamo le vedrette Fleischbachkees, Rampleterkees, Patscherkees, in territorio altoatesino  partendo da est troviamo la Lenksteinferner, la Hochgallferner, la Ostliche Riesenferner, la Westliche Riesenferner e infine la Schneebigerferner.

Partendo dal Passo di Gola o Klammjoch, in senso orario si incontrano le seguenti elevazioni: Am Hengst, Gstoetsch, Graunock, Dreieckspitz o Triangolo di Riva,  Kleiner Rotstein, Grosser Rotstein, Mulle, Winkelspitze, Lenkstein o Sassolungo, m.3236, Fenneregg, Patscher spitze, Barmer Spitze, Hochgall o Collalto, m.3436, vetta più elevata del gruppo.  Dal Collalto una breve diramazione verso est arriva al Passo di Stalle  ed  è composta da Durrerspitz, Kleine, Mittlere e Grosse Ohrenspitze, Grosses Mandl, Kleines Mandl.  Proseguendo verso ovest dopo il Collalto si incontrano: Wildgall o Collaspro, Hochflachkofel o Cima di Pianalto, Magerstein o Monte Magro. Qui la catena si ramifica in due grosse diramazioni e in  almeno tre sottodiramazioni  verso sud.  Dopo il monte Magro verso nord si eleva il magnifico Monte Nevoso o Schneebiger Nock, m.3358, al quale fanno seguito in direzione nord ovest le cime  Gatternock, Rastental Nock, Putzberg e Zwoelfer Nock. La diramazione di mezzo dopo il Monte Magro presenta  cime  quali la Schwarze Wand con la vedretta Gelltalferner, la Morgenkofel, la Wasserkopf, la Cima Finestra o Fensterkofel, la Rauchkofel o Cima Fumo, la Windscharspitze o Cima del Vento, la Punta della Cascata o Wasserfallspitz.

Rifugi e vie di accesso 

Due i rifugi presenti in quest'area montuosa: il Riesenfernerhuette o Rifugio Vedrette di Ries, m. 2792, ubicato ai margini della Gelltalferner e il Rifugio Roma o Kasseler Huette, m.2276 sulla testata della Bachertal o Val del Rio.  Veramente numerose le possibilità escursionistiche e scialpinistiche, di ogni genere e difficoltà: tra tutte va segnalata l'Alta Via Arthur Hartdegen.

In buon numero le valli di penetrazione e i sentieri di accesso alle cime. Partendo da nord-ovest, località Saeger in Valle di Riva, si incontra la Val Fredda  o Geltal risalendo la quale si arriva  in circa 4 ore al Rifugio Vedrette di Ries, di qui  itinerari alpinistici  di media difficoltà consentono di raggiungere il Fernerkoepfl, m.3249, e con percorsi più impegnativi il Monte Magro e il Monte Nevoso.

Forse la via principale di accesso è data dalla Bachertal o Val del Rio, diramazione verso sud est della Valle di Riva, partendo dalla località Saege di Riva di Tures in circa 2 ore e mezzo si raggiunge il Rifugio Roma o Kasselerhuette, aperto anche nella stagione invernale. Dal rifugio Roma gli esperti  di ghiaccio possono salire  le vedrette di Ries per arrivare in vetta al Monte Magro o al Monte Nevoso.

 Assai più agevole è la percorrenza dell'Alta Via Arthur Hartdegen  che con percorso circolare di circa 8 ore, da Riva raggiunge il Rifugio Roma e poi piega a est e a nord  lambendo le pendici del Riesernock, supera le Cascate  per poi ripiegare verso ovest e ritornare a Riva  aggirando  la Ursprungtal con un percorso costellato di malghe e alti pascoli.

Altro percorso circolare di intensa bellezza  e di sicuro interesse è l'anello del Triangolo di Riva  (Dreieckspitz) con la visita ai laghi  Koflerseen, Napfen Lacken, Klammlsee (Lago di Gola) e la salita al Triangolo di Riva, m.3030 e il ritorno per la Valle dei Dossi. Dopo sette ore e mezzo di cammino, di media difficoltà nella parte alta, altrimenti abbastanza semplice, si superano circa 1400 metri di dislivello per uno sviluppo di oltre 18 Km.

Assai più impervie le vie di accesso dalla Valle di Anterselva.  Dal Lago di Anterselva o Antholzer See  con un percorso ad anello di circa 7 ore e mezzo  si può salire al Passo di Stalle e di qui in territorio austriaco  con percorso alpinistico facile  si raggiunge il Rifugio Barmer o Barmer Huette dopo aver  lambito le vedrette Almerkees. Dalla Barmer Huette si ritorna in Italia valicando la Riepenscharte, m.2764. Dislivello complessivo in salita  metri  1500, sviluppo quasi 17 km.

Da Anterselva di Sopra  (Antholz-Obertal) in circa 4 ore e mezzo arrampicandosi lungo l'Alpe Ampergarten si può arrivare  al Rifugio Vedrette di Ries,  oppure  con diverso itinerario di circa 6 ore  risalendo il corso del Rautsbach, si può valicare la Antholzscharte e discendere al Rifugio Roma.

Ancora dalla Val di Anterselva da Oberwielenbach si risale la Valle di Vila o Wielental sino a valicare il Geierratjoechl e il vicino Muehlbacher Joechl e aggirando la Gelltalferner  discendere al vicino Rifugio Vedrette di Ries. Tempo complessivo ore 5,30, dislivello 1600 metri, sviluppo  13 km, alta  difficoltà per la presenza di tratti ferrati prima del Giogo di Riomolino.

Infine dalla Valle di Riomolino  raggiungibile da Gais Valle di Tures, si oltrepassano le Malghe Oberbacher, Unter e Oberwanger per arrivare o alla Gruebscharte, m.2802, (Forcella della Fossa) o con percorso alpinistico impegnativo alla Windscharspitze o Cima del Vento, m.3041. Dislivello circa 1450 metri, durata ore 4 e mezzo.




Visualizza Vedrette di Ries - Riesenferner Gruppe in una mappa di dimensioni maggiori