Skip to main content

Home / ALTO ADIGE / AMBITI TURISTICI / Val Pusteria / Valle Aurina / Catena di Cima Dura e Monti di Predoi. Durreck Gruppe und Prettau Berge.

Ultimo aggiornamento: 05/12/2010

Catena di Cima Dura e Monti di Predoi, Alto Adige Suedtirol.

La propaggine italiana del Gruppo Venediger, Alti Tauri

Questa catena di monti  che fa parte del Gruppo del Venediger,  rappresenta la dorsale della sinistra orografica della Val Aurina e separa quest'ultima dalla Valle di Riva e dalla Valle dei Dossi.  I limiti di questa dorsale "italiana" sono dati ad ovest dalla Valle di Tures, a nord dalla valle Aurina e dalla Forcella del Picco, ad ovest dalle Vedrette Krimmler Kee e Althaus Kees, dalla Umballkees. A sud est dal Passo di Gola o  Klammjoch, dalla Knuttental o Valle dei Dossi e dalla Reintal o Valle di Riva.

Il Venediger Gruppe in territorio altoatesino   si divide in due sottogruppi: la Catena di Cima Dura o Durreck Gruppe e i Monti di Predoi. Il confine tra questi due sottogruppi è abbastanza labile  e può essere individuato nella Valle della Lepre con la Forcella Bretterscharte.

 Catena di Cima Dura o Durreck Gruppe

E' composta da una serie di marcate elevazioni che separa  nettamente la Val Aurina dalla Val di Riva (Reintal) e dalla Val dei Dossi o  Knuttental.  Si sviluppa  quasi in linea retta con direzione sudovest nordest con una biforcazione verso ovest,  all'interno dei cui rami  risalta la presenza di alcuni laghetti  quali lo Schreinsee, lo Schlossbergsee, lo Schwarzsee, il Moostocksee. L'Alta Via del Durreck o Durreck Hoehenweg  consente di esplorare questi bellissimi luoghi. A partire da Campo Tures  e  Luttago  si trovano  nel ramo settentrionale le  seguenti cime:  Obersteiner Holm o Cima di Sassalto, Pojenspitz, Rauchkogel o Monte Fumo, Klausnock o Cima Chiusetta con l'omonimo bel Lago. Da Steinhaus o Cadipietra in Valle Aurina lungo la Kleinklausental si sviluppa l'area sciistica di Klausberg.  Il ramo meridionale  di questa biforcazione  inizia a d ovest con lo Steiner Holm al quale fanno seguito: Kleiner Joechl, Speickwand, Zintnock, Kleiner Moostock, Grosser Moostock. Solo questa  biforcata propaggine occidentale offre numerose possibilità di escursioni sia nell'area dei laghi sia sulla  cresta  Obersteiner - Rauchkogel. Dalla valle di Tures, abitato di Acereto o Ahornach, con il sentiero 10 b si risale il Picco Palù o Grosse Moostock.

Il punto di incontro delle due diramazioni è costituito da Cima Dura o Durreck, m.3135, la quale da il nome a tutta la catena. Procedendo verso nord est il terreno si fa sempre più impervio  e non presenta itinerari di alcun genere se non  l'Alta Via di Riva o Reiner Hoehenweg che però  corre molto più sotto le cime.  Ad est di Cima Dura  si sviluppa l'affilata Gamskarschneide  o Cengia dei Camosci alla quale si susseguono le vette: Hirbernock, m.3010, Katzenkofel o Cima del Gatto, m.2912, Schwarzerspitz, Beralspitz, Schrottenberg.

La più facile via di attraversamento della Catena di Cima Dura è costituita  dalla Fulder Weg che  attraversa la  Valle della Lepre  (Hasental) partendo a nord-est di  San Pietro  in Valle Aurina e risale la catena sino alla Bretterscharte. Di qui si scende sul versante meridionale arrivando dapprima alla Malga Durraalm e poi a Riva di Tures. Tutto il percorso è lungo circa 14 Km e presenta un dislivello di  1200 metri con una durata di circa 6 ore.  Sempre lungo la Valle della Lepre si può "scollinare" più a nord, salendo  la Ochsenlenke, superando il fianco ovest della Punta della Neve (Schneespitz) e discendendo lungo la Brunnental e la Knuttental sino a Riva di Tures. Questo itinerario ha uno sviluppo di poco inferiore ai 20 km e un dislivello di 1300 metri per una durata non inferiore alle 6-7 ore.

Monti di Predoi

Segnano fungendo da spartiacque  la movimentata e sinuosa  linea  di confine  tra  Italia ed Austria.  Fanno parte del Gruppo del Venediger, del quale solo una piccola porzione si trova in territorio italiano. In Austria  questa estesa regione montuosa è inclusa nel Parco Nazionale degli Alti Tauri (Nationalpark Hohe Tauern).  La catena italiana va dalla Forcella del Picco (Birnluecke), punto di divisione dalle Alpi Aurine, al Passo di Gola (Klammjoch) che la separa dalle Vedrette di Ries. La Cima più elevata di questa vastissimo gruppo del Venediger è il Grossvenediger, m.3666, in Austria. Di tutto rispetto per l'imponenza sono le vette del Picco dei Tre Signori o Dreiherrenspitze, m.3499, e il Pizzo Rosso di Predoi o Roetspitze, m.3496.

Partendo da nord si incontrano le cime Grasleitenkopf, Picco dei Tre Signori, i tre Gamstod,  Hoher Rosshut, Pizzo Rosso, Kemetspitze,  Pizzo Cucchiaio o Loeffelspitze, Merbspitze, Lenkspitze, Arventalspitze, Gabelspitze,  Schneespitz, Grossr Reinhard. Ognuna di queste cime presenta verso la valle Aurina importanti  diramazioni tra le quali si sviluppano  anguste  e ripide vallette solcate da ruscelli che danno loro il nome. Queste valli laterali, tributarie della Val Aurina,  costituiscono terreno privilegiato per gli itinerari di salita escursionistici  e scialpinistici. Il Rifugio Giogo Lungo o Lenkjoechlhuette, m.2610, si trova  sulle pendici  occidentali del Pizzo Rosso. Esso è raggiungibile dalla Val Aurina  con due itinerari che risalgono la Valle Rossa o Roettal e, più a nord, dalla Valle del Vento o Windtal. Le salite al Pizzo Rosso e al Picco dei Tre Signori sono assai impegnative, quantunque non estreme, e presuppongono  conoscenza delle tecniche di salita su terreno misto roccia e ghiaccio. Verso la Forcella del Picco, a nord, sorge il Rifugio Brigata Tridentina o Birnluecken-Huette, m.2441. Questo rifugio costituisce buona base di partenza per le ascensioni verso il Picco dei Tre Signori  e per le escursioni sulle Alte Vie delle Alpi Aurine.




Visualizza Cima Dura e Monti di Predoi in una mappa di dimensioni maggiori