Skip to main content

Ultimo aggiornamento: 18/01/2014

Sci alpinismo e ciaspole in Val di Riva di Tures

Elenco percorsi con esposizione, difficoltà, dislivello e luogo partenza

Le escursioni i che seguono sono state selezionate tra quelle presenti sul web e nella pubblicistica specializzata. Per ognuna di esse vengono riportati i dati essenziali quali quota di arrivo e partenza, dislivello, esposizione.  Maggiori dettagli possono essere trovati nelle apposite schede e/o nelle referenze in esse contenute.  Come cartografia si consiglia Kompass, foglio 082, scala 50000 .  Per le condizioni meteo e la situazione valanghe si può fare riferimento a Meteo Bolzano o a Meteotrentino. Per avere informazioni turistiche  rivolgersi alla locale Associazione Turistica  Valli Tures  e Aurina

Alba sul rifugio Roma con Riva di Tures

La Valle di Tures è una importante valle tributaria  perpendicolare  della Val Pusteria che si stacca da Brunico in direzione nord. Essa conosce importanti diramazioni. All'altezza di Molini di Tures verso ovest si dirama la Valle di Selva dei Molini  chiusa dal massiccio del Gran Pilastro. Un pò più a nord  all'altezza di Campo Tures si dirama verso est la Valle di Riva o Reintal. Ancora più a settentrione all'altezza di Lutago c'è un ultima biforcazione: ad oriente la lunghissima Valle Aurina chiusa dal Massiccio del Picco dei tre Signori, ad occidente la più breve Valle del Rio Bianco che viene sbarrata dalla barriera del Gran Pilastro e della Punta Bianca.

La valle di Riva  è delimitata a sud dal massiccio delle Vedrette di Ries o Rieserfernergruppe, a nord dalla catema del Monte Duro o  Durreck Gruppe che annovera  cime quali il Grosser Moostock (Cima Palù), il Durreck o Cima Dura, Hirbernock, la Katzenkofel o Cima del Gatto, la Schwarzespitze, la Arventatspitze. Tra le Vedrette di Ries le cime più elevate, ambite mete scialpinistiche, sono: il Monte nevoso, il Monte Magro e Hochgall, m.3436.

Hochgall e WildGall (Collalto e Col Aspro

Su tutto il territorio nel 1988 è stato istituito il  Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina che si estende per una superficie di oltre 31.500 ettari, che interessa i  comuni di Campo Tures, Gais, Perca, Rasun-Anterselva, Aurina e Predoi. A nord-ovest il parco confina con il fondovalle delle Valli di Tures e Aurina. Località principali sono Riva di Tures  (Rein in taufers), m.1542, e Acereto , Ahornbach, che sono frazioni di Campo Tures (Sand im Taufers). Dal punto di vista sciistico gli impianti di risalita sono presenti a Riva di Tures, qui si trova anche una pista da fondo di 15 Km.

 

Rifugio Roma con Riva di Tures e Durreck Gruppe

Dal punto di vista storico culturale è da segnalare Castel Taufers,  uno dei castelli più imponenti, belli e maestosi dell’Alto Adige che è visitabile  con  visite guidate con cadenza che varia secondo la stagione. Altro punto di interesse è l'esposizione "MIneralis" che racchiude bellissimi i esemplari di pietre della zona e dell'Alto Adige. Dal punto di vista delle escursioni invernali con gli sci  abbastanza  numerose sono le opportunità, vedere sotto la tabella  e le relative schede per il dettaglio. Anche per chi usa le ciaspole o racchette da neve e non vuole sottoporsi a grandi fatiche, la Valle offre numerosi semplici itinerari che spesso hanno come metà una malga o qualche punto ristoro.

Note: Non tutti gli  itinerari sono stati testati direttamente dalla redazione  e pertanto  in questi casi non si riportano dati e valutazioni, quali difficoltà sciistiche e alpinistiche, in qualche maniera soggettivi o comunque legati alle condizioni del manto nevoso  e/o atmosferiche. Per gli itinerari ove sono presenti relazioni bibliografiche consolidate sono riportati i livelli di  difficoltà  della Scala di Blachère, vedi sotto. Particolare attenzione deve essere posta al pericolo valanghe consultando i  relativi bollettini. Anche le previsioni meteo  devono essere verificate per evitare di trovarsi in improvvise tormente e bufere che potrebbero rendere  difficile il ritorno. Si consiglia una  particolare cura nel controllo  e verifica delle condizioni della attrezzatura. Rampant e ramponi, pala e Arva, cartina, bussola e altimetro dovrebbero essere sempre nello zaino. Per ogni itinerario ove possibile  vi è riportato  il link a relazioni esterne sul web o  su testi e pubblicazioni specializzate. Prima di partire,specie dopo copiose nevicate, è bene telefonare  ai locali uffici informazione e/o rifugi o guide alpine  per  prendere informazioni circa la viabilità e la percorribilità  dei sentieri Gli interessati possono scaricare il "Manuale dello sci alpinismo "  di oltre 450 pagine,predisposto dal Club Alpino Italiano  che contiene tra le altre  preziose e  approfondite indicazioni sulla valutazione della stabilità del manto nevoso oltre ad una ricca bibliografia.

Elenco percorsi

Itinerario Quota partenza Quota arrivo Dislivello Versante esposizione Grado difficoltà Luogo di partenza, ubicazione
Ruthner Horn, Monte Nevoso, Schneebiger Nock 1590 3358 1768 n bsa Riva di Tures, parcheggio Val del Rio  mappa
Grosser Moostock, Picco Palù 1640 3059 1419 so   Ahornach, Acereto, Stocker  mappa
Monte Fumo, Rauchkogel 1562 2653 1100 s msa Ahornbach, Pojen  mappa
Hochgall 1580 3436 1856 n osa Riva di Tures, Bachertal, ristoro Saege  mappa
Lenkstein, Sassolungo 1580 3237 1657 o bs Riva di Tures, Bachertal, ristoro Saege  mappa
Monte Magro, Magerstein 1590 3273 1683 n msa Riva di Tures, parcheggio Val del Rio 
Croda Nera 1539 3105 1566 se bsa Campo Tures Saeger Malga Pozza (Putzer Alm)  mappa
Traversata Triangolo Riva, Dreieckspitze 1595 3030 1435 varie bs Riva di Tures,  mappa
Cima di Moia, Hirbernock 1595 2991 1396 s bs Riva di Tures,  mappa
Cima Neve, Schneespitze 1595 2925 1330 so bs Riva di Tures,  mappa
Fleischbachspitze 1595 3157 1562 o os Riva di Tures,  mappa
Barnerspitze 1595 3200 1605 o,n osa Riva di Tures,  mappa
Cima di Pian Alto, Hochflachkoepfl 1595 3095 1500 n bs Riva di Tures, parcheggio Val del Rio  mappa

Scala di difficoltà

MS: Medio sciatore
BS: buon sciatore
OS: ottimo sciatore
MSA: medio sciatore alpinista. Presuppone il superamento di pendii non troppo scoscesi e le difficoltà alpinistiche contenute
BSA: le pendenze sono maggiori, possono arrivare ai 30°-35°su pendii a volte esposti, talvolta  può essere necessario l'uso di corda piccozza ramponi per attraversare ghiacciai, canalini o creste esposte.
OSA: accentuazione delle pendenze sino ai 40°, 45°, difficoltà alpinistiche sostenute.

Coloro che volessero contribuire e suggerire esperienze ed itinerari  lo possono fare inviando foto e relazioni al nostro indirizzo info@veramontagna.it . E' oltremodo gradita la segnalazione di errori o imprecisioni.




Visualizza Valle Aurina, Val di Tures e Anterselva in una mappa di dimensioni maggiori
Visualizza Alto Adige Mau in una mappa di dimensioni maggiori