Skip to main content

Home / ALTO ADIGE / AMBITI TURISTICI / Val Pusteria / Monti di Fundres - Pfunderer Berge

Ultimo aggiornamento: 06/12/2010

Monti di Fundres - Pfunderer Berge, Alto Adige

Gruppo Montuoso tra la Val Pusteria, la Val Aurina, la Val Isarco e la Val di Vizze.

Brixner Huette - Rifugio Bressanone

Con il nome di Monti di Fundres o Pfunderer Berge si definisce un vasto territorio montuoso delimitato ad ovest dalla Val d'Isarco nel tratto compreso tra Fortezza e Vipiteno, a sud dalla Val Pusteria sin quasi a Brunico, ad est questi rilievi sono lambiti da un breve tratto della Val Aurina da Lutago a Campo Tures, dalla Val di Tures da Campo verso sud. A nord il confine è meno definito: verso nord est esso è costituito grosso modo dal Passo di Neves e dalla Valle del Rio Bianco, verso nord ovest

Catena Cima Capra Cima Valmala

dai monti della Val di Vizze. I Monti di Fundres non presentano vette particolarmente elevate, solo pochissime superano i tremila metri: il Picco della Croce, m.. 3134, la Cima Grava, m.3059, la Cima di Valmala, Hochwart, m.3045.

L'articolata conformazione dei Monti di Fundres rende difficile una loro  suddivisione. A puro titolo descrittivo si ritiene qui opportuno, ai fini di una più semplice  rappresentazione, dividere il complesso montuoso in  sei componenti, alcune di immediata individuazione altre meno.

 

Catena Dannelspitze Hochwart

Nella parte settemtrionale che si affaccia sulla Val di Vizze vi è una lunga dorsale  che ad ovest è delimitata dalla Grossbergtal e ad est dal Passo Ponte di Ghiaccio e dalla Pfeifholdertal. Tale Dorsale include la Grabspitze e la Hochwart. Partendo da ovest  sulla linea di demarcazione con la Val di Vizze si incontrano, tra le altre, le cime: Torwand o Croda di Porta, Ruebenspitz o Punta Riva, Cima Dodici o Zwoelferspitz, Grabspitz o Cima Grava, Felbesspitze, Hochsaege, Rotes Beil o Punta Rossa, Engberg o Monte Stretto, La Cima Rossa o Roeteck, la Hochwart o Guardia Alta, il Magsteinwipfel o Picco del Sasso.. Da Fussendrass, sempre in Val di Vizze, ma un pò più a nord, si distende la Grossbergertal che porta al Passo di Fundres o con il

Catena Rotes Beil Grabspitz da Landshuter Weg

sentiero 17 per L'alta Via di Fundres, aggirando a nord est il Picco della Croce e varcando la Forcella di Rena, al Rifugio Bressanone, Brixner Huette, m.2364. Da Platz  con il sentiero 11 in circa 5 ore si raggiunge la cima di Cima Grava superando un dislivello di oltre 1600 metri. Da San Giacomo di Vizze in poco più di 4 ore, con il sentiero  10 si raggiunge la Cima Felbes, m.2849, superando un dislivello di oltre 1400 metri. Da Kinzen, Quinto, in circa 4 ore e mezzo con il sentiero nr. 9, assai impegnativo, si guadagna la cima della Rotes Beil, m.2949. Infine dalla Val di Vizze si può raggiungere il Rifugio Bressanone (Brixnerhuette) in circa 6 ore risalendo la Gliedertal sino alla Gliederscharte, di qui  con il sentiero 20 oltrepassare i laghi Grindbergsee e Weitembergsee per poi ripiegare a sud e lungo l'Alta via di Fundres, risalire la

Catena Monte Gruppo - Hochgrubbachkamm

Steinkarscharte per poi finalmente  discendere verso il rifugio. Dislivello complessivo  in salita metri 1470, distanza circa 14 km.

Verso ovest, prospiciente la bassa Val di Vizze, si snoda la Catena del Picco della Croce (Wilde Kreuspitze), m.3132, la pià alta vetta del Gruppo.  Questa catena presenta due diramazioni che le fanno assumere una sia pur irregolare forma di ferro da cavallo, verso ovest delimitate a nord dalla Grosserbergtal e a sud dalla Sengestal. Partendo da sud ovest  include cime quali il Giogo di trens o o Hoellenkragen, la Sengesspitz, la Finsterstein, la Kramerspitze o Cima del Lago, la Ebengrubenspitz o Cima di Pianbello, La Cime della Vista o Blickenspitz.. Verso nord ci sono la Burgumspitz e la Grossbergspitz. Via di accesso  a questa catena  dalla  Val di Vizze è la Burgumertal che risale verso sud-est sino al Picco della Croce, in essa è situato il Rifugio Vipiteno (Sterzinger Huette)

Catena Rotes Beil Grabspitz b

, m.2344.  Altra valle di penetrazione a questa parte del gruppo è la Sengestal: partendo un pò più a monte di Flanes di Sotto in circa 2 ore si raggiunge la Simile Mahdalm, m.2011, e in altri 90 minuti si raggiunge la forcella tra la Finsterstern e la Cima Ochsenkopf.

Nella parte meridionale dei Monti di Fundres, delimitata ad ovest  dalla Val di Senges,  dal Wildsee a nord, Dalla Walsertal ad est, si alza a forma di semianello la Catena di Cima Piatta o Plattspitze. Partendo da sud est dopo il Passo di valles, tra le altre ne fanno parte le cime: Rensenspitze, Plattspitze, Grantspit, Nornspitz, Blauerstoan, Kalkgrubenspitz Dreilaenderspitz, Sattelkopf, Freisenegkofel e Domenarspitze. Da segnalare la presenza  di piccoli laghi tra i quali spicca il magnifico Wildsee, m.2532, il Nornsee, il Taufensee, il Marblsee, lo Schwarze Lacke.

Catena Sandturm Eselkopf da Rauhtal

Le località principali oltre al capoluogo Vandoies (Vintl) sono Fundres, Vallarga, Karnergasse, Villetta. Molte le valli di Penetrazione, la più rilevante che si sviluppa in senso sud nord, partendo da Vandoies, è la Valle di Fundres che da il nome all'intero gruppo montuoso. A fondovalle, nei pressi di Dun, la valle si biforca nelle valli minori della Weitenbergtal a sinistra, est, e della Eisbruggtal che in direzione nord-ovest risale sino al Lago di Ponte di Ghiaccio, Eisbruggsee, m.2351. 
 Da Flans, Flanes, si sviluppa verso nord la Sengestal, risalendo la quale e deviando verso est si perviene al lago Selvaggio, Wilder See, m.2532. e al Rauhtaljoch, a sud est del Picco della Croce. Da qui con i sentieri 18-20 si raggiunge il Rifugio Bressanone
Da Rio Pusteria si sviluppa verso nord l'ampia Valsertal chiusa a nord dalla Cima di Vista e dalla Cima di Valmala. Una strada forestale percorribile con le autovetture in estate,consente di raggiungere la Gattererhuette, m.1738, in prossimità della Malga Fana, aperta anche nei mesi invernali, tel 0472541056. Questa è una buona base di partenza per le escursioni a Cima Valmala ed è la via di accesso principale per il Rifugio Bressanone. Nei pressi di Località Larcher tra Flans e Ritzail con il sentiero nr 20 si risale Gansoertal sino al Lago Selvaggio, Wildsee, con un percorso di circa 7 Km e una durata di 4 ore per un dislivello di quasi 1300 metri.

Sulla parte orientale del nodo centrale dei Monti di Fundres, si sviluppa in direzione nord sud la lunga Catena di Cima Valmala o Wurmmaulspitz, caratterizzata  nella parte meridionale da una doppia dorsale.  Il suo limite occidentale è la Walsertal, ad oriente  invece è delimitata dalla  lunghissima Pfunderertal o Val di Fundres. A nord est il limite è dato dalla Weitenbergtal che la separa dal Nodo ci Cima Botte (Fassnacht) e Croda Bianca (Weisswand).
La Val di Altafossa o Altfasstal è una biforcazione verso nord est della Valsertal, risalendola con il sentiero 14-15 si raggiungono i tre Seefeldsee (Grande, m.2271, di Mezzo, m.2501, Piccolo m.2514.

Cima Terento da sent 22

Ad oriente della Val di Fundres il complesso montuoso si divide in due grandi dorsali, Quella più a sud, denominata  Grubbachkamm o Crinale del Monte Gruppo  è delimitata ad ovest dalla Val di Fundres, a sud dalle praterie che da Terento portano sino a Falzes, Gais, Uttenheim. A nord un solco netto è costituito dalla Val di Selva dei Molini. Tale dorsale comprende cime quali lo Scoglio Nero e lo Scoglio Rosso (Schwarze Riffl, Rote Riffl, il Flemmberg, il Monte Gruppo, Kemspitz, Mutennock, Baerentalerspitze per terminare ad est con il Windeck e il Sambock.
La dorsale settentrionale o Costiera della Selva dei Mulini divide la Valle di Selva dei Molini, Muehlwaldertal, a sud, dalla Valle del Rio Bianco a nord e dalla Val di Campo Tures a nord e a est. Comprende cime quali La Cima dei Camosci, la Cima delle Pecore, la Cima dei Covoni, il Sasso Tondo, il Monte Corno e il Monte Spico. Da Terento risalendo la Winnebachtal si perviene alla Astner Bergalm, m.1641, di qui procedendo per il sentiero 623 al Rifugio Lago della Pausa, Tiefrastenhuette, m.2312.. Più avanti ancora in direzione nord ovest c'è il Monte Gruppo, Hochgrubbachspitze, bella meta scialpinistica. Ancora più verso nord i Laghetti del Passo (Passensee) e il Goldsee.
Sempre da Terento, ma un pò più a ovest la Val di Terento risale sino alle pendici dell'Eidechspitz o Cima di Terento. Dirimpetto a questa verso est sono situati i laghetti di Campofosso, Kompfosssee, m.2442. Verso est la lunghissima valle di Selva dei Molini risale da Molini di Tures sino al lago di Neves; di qui con alcune diramazioni quali la Pfeifholdertal raggiunge ad ovest il Passo del Ponte di

Gamsburg e Catena Monte Gruppo

Ghiaccio, verso nord un sentiero segue il corso del rio Ursprungbach e porta alla vedretta di Neves e al Soprastante Gran Mesule. Verso est una serie di balzi rocciosi porta al Passo di Neves, m.2407, dove si trova il Rifugio Porro o Chemnitzhuette, m.2420. Il Passo di Neves si guadagna anche da est risalendo la Valle del Rio Bianco, e la sua diramazione Trattenbachtal.

Tutto il Gruppo è  attraversato dall'Alta Via di Fundres, contrassegnata da un disco bianco racchiuso in anello rosso. Partendo da Vipiteno il percorso viene proposto in diverse tappe. Il primo giorno si propone la salita al Giogo di Trens e alla Cima di Senges facendo tappa alla Simile Mahdalm. Il secondo giorno presuppone l'attraversamento  del Giogo di Senges, la visita al Wildsee, la salita opzionale al Picco della Croce e la discesa al Rifugio Bressanone (Brixen Huette).  Terzo Giorno: dal rifugio Bressanone al Bivacco Brenninger passando per la Steinkarscharte, la Keellerscharte, il Grindbergsee, Quarto giorno: dal Bivacco Brenninger al Rifugio

Wildsee e Wilde Kreuzspitze

Ponte di Ghiaccio per la Gaisscharte, durata circa 4 ore. Quinto giorno: dal Rifugio Ponte di Ghiaccio al Rifugio Lago della Pausa  per la Forcella Delle Vacche, il Monte del Passo e la Forcella della Sega Alta, durata circa 6 ore. Sesto  e ultimo giorno: dal Rifugio Lago della Pausa a Falzes per circa 7 ore di cammino  passando per la Portella e il Monte Sommo.




Visualizza Monti di Fundres - Pfunderer Berge in una mappa di dimensioni maggiori